Pubblicato il

Migliori broker ETF

ETF

I migliori broker ETF consentono di accedere al mercato degli Exchange Traded Funds offrendo agli investitori piattaforme di trading, strumenti di analisi e servizi per fare compravendita di questi titoli.

ETORO

eToro è il broker di Social Trading leader al mondo, ideale per i giovani traders che vogliono fare trading automatico copiando i più esperti.

  • Copia i traders migliori
  • CopyPortfolios
  • Azioni a 0 commissioni

Inizia ora

67% of retail CFD accounts lose money.

CAPITAL.COM

Capital.com è dotato di un sistema avanzato basato sull'intelligenza artificiale, utile a ridurre i rischi e massimizzare i profitti.

  • Deposito min. 20€
  • App educativa gratuita
  • 3.000+ assets

Inizia ora

75% of retail CFD accounts lose money.

FP MARKETS

FP Markets è ideale per chi vuole una piattaforma ricca di strumenti per il trading automatico come EA, MT4/5 e segnali.

  • Spreads 0.0 pips
  • MetaTrader 4/5
  • Segnali trading

Inizia ora

48% of retail CFD accounts lose money.

TRADE.COM

Trade.com è un broker multiassets per trading in CFD e DMA ricco di caratteristiche che lo rendono esclusivo.

  • MetaTrader 4
  • Segnali di trading
  • Corsi individuali gratuiti

Inizia ora

79,90% of retail CFD accounts lose money.

Gli ETF, da strumenti popolari quali sono, sono offerti da un gran numero di intermediari, sia tra i broker bancari, sia invece tra i broker specializzati nel trading on-line. Anche all’interno di queste sotto-categorie, non tutti però possono offrire le medesime condizioni.

Sarà necessario pertanto analizzare funzionalità, prestazioni, disponibilità di titoli e condizioni generali e particolari prima di compiere la propria scelta. Una scelta che non può prescindere anche dalla legalità e dalla reputazione del broker ETF che abbiamo davanti.

Perché gli Exchange Traded Fund sono diventati popolari al punto tale da essere utilizzati anche broker non all’altezza, o direttamente illegali, motivo per il quale dovrà essere posta un’attenzione anche maggiore alla scelta del nostro futuro intermediario.

Migliori Broker ETF – principali caratteristiche:

💰Quanto costano:Gratis
❓Tipologia di Trading:DMA / CFD
🤑Spreads:Variabili
🤔Opinioni:⭐⭐⭐⭐⭐
🥇Migliori Broker ETF:eToro / Capital.com / Trade.com
Principali caratteristiche dei broker per il trading in ETF

Broker ETF cos’è e cosa offre: definizione

Il broker ETF è responsabile di offrire, direttamente o indirettamente, accesso al mercato degli ETF. Deve inoltre garantire una piattaforma per gestire ordini e portafoglio, servizi aggiuntivi di analisi dei mercati, strutture informative sulla natura degli ETF che ha a listino.

Broker ETF - guida a cura di ©TradingOnline.com
La nostra guida ai migliori broker ETF – Cosa sono, come funzionano e quali sono le principali caratteristiche. A cura di ©TradingOnline.com

Oggi un broker ETF – ma il discorso vale lo stesso anche per broker che trattano altri tipi di asset – non può più permettersi di offrire un banale deposito titoli. Deve essere il centro di servizi integrati, che aiuti investitori e risparmiatori a gestire al meglio anche questo tipo di investimenti.

  • Accesso al mercato degli ETF

È lapalissiano che un broker ETF debba offrire la possibilità di acquistare Exchange Traded Fund e che dunque debba mettere a disposizione ai suoi clienti accesso al mercato. Anche su questo aspetto però, che è il primo e più basilare, possono esserci delle differenze importanti.

Alcuni broker – tipicamente bancari nazionali – si limitano però ad offrire soltanto gli ETF che sono quotati presso le principali borse europee, ovvero gli ETF armonizzati di diritto europeo. Alti invece continuano, direttamente o indirettamente, ad offrire listini più variegati e che includono anche prodotti che arrivano da oltreoceano.

  • Diretto o indiretto

I broker che offrono ETF possono essere ad accesso diretto e permettere direttamente l’acquisto di titoli da mettere nel proprio conto, oppure indiretto, quando questo opera tramite CFD, i cosiddetti contratti per differenza. Le differenze tra questi due modi di intendere il trading ETF sono sostanziali, a livello di strumenti disponibili e anche a livello fiscale.

  • Con piattaforma di trading

Un broker moderno non può limitarsi ad offrire accesso, a qualunque titolo, agli ETF e ai mercati dove questi vengono scambiati. Devono preoccuparsi anche di proporre ai loro clienti delle piattaforme, dei software per operare efficacemente sui suddetti mercati.

Broker ETF - caratteristiche di base - infografica a cura di ©TradingOnline.com
I broker ETF devono offrire tre caratteristiche fondamentali

Le piattaforme di trading sono dei software che oggi, con il trading online, permettono al cliente/investitore di scegliere i propri titoli, comporre il proprio portafoglio, analizzare mercati e titoli che lo compongono. Le piattaforme si sono evolute in modo importante negli anni e oggi ciascuna può offrire le proprie particolarità e i propri servizi aggiuntivi.

  • Servizi aggiuntivi per il trading di ETF

I broker ETF possono integrare all’interno delle proprie funzionalità strumenti di analisi, strumenti per servizi ulteriori come la copia di altri trader – come fa eToro con il suo CopyTrader – oppure ancora possono offrire analisi avanzate basate sull’intelligenza artificiale.

Oggi il terreno di battaglia principale tra i diversi broker che si occupano di ETF – e anche di altri strumenti – è proprio l’offerta di servizi aggiuntivi che possono essere utilizzati sia per l’analisi dei mercati, sia per la gestione del portafoglio, sia per altri tipi di necessità. Anche per noi, nel corso della nostra guida, saranno anche questi i fattori che ci aiuteranno nella scelta.

  • Commissioni

I broker ETF sono società terze, che vivono proprio dell’offerta di questo tipo di servizi. Richiedono pertanto, per il loro utilizzo, commissioni di diverso tipo, che possono variare in modo importante tra diversi intermediari. Alcuni propongono piani molto convenienti, altri invece impattano sul trading di ETF più che delle commissioni per la gestione del fondo stesso. Una differenza, questa, che va debitamente considerata prima di compiere la nostra scelta.

🥇Classifica dei Migliori Broker ETF [Classifica Italia 2021]

Abbiamo selezionato i tre migliori broker che consentono di fare trading sugli ETF, alle migliori condizioni, con le migliori piattaforme e con il migliore assortimento di titoli.

Li abbiamo scelti con criteri scientifici e trasparenti – dopo averli utilizzati per fare trading con capitale reale e averne certificato anche la legalità e la corrispondenza a quanto prevedono le leggi europee.

🥇ETORO

eToro è un broker con accesso in DMA e in CFD sia agli ETF, sia ad altri mercati, per i quali complessivamente sono disponibili oltre 2.300 titoli. È l’unico broker al mondo a permettere di investire in ETF sia tramite i contratti CFD, sia tramite acquisto diretto, dalla stessa piattaforma, con modulazione libera dei propri ordini anche attraverso leva finanziaria. Offre un parco di ETF soprattutto statunitensi, vantaggio importante per chi investe dall’Europa e – ormai da qualche tempo – non ha accesso diretto ai migliori titoli d’oltreoceano del settore.

eToro propone una piattaforma proprietaria per il trading – accessibile via web da qualunque browser e qualunque sistema operativo – in aggiunta ad App sviluppate sia per iOS (e dunque iPhone e iPad), sia invece per il mondo Android.

Tra le funzionalità aggiuntive offerte da questo broker troviamo l’esclusivo CopyTrader, sistema che permette di investire copiando le posizioni di altri investitori con un semplice click, insieme al social trading, che invece ci consente di accedere a post e indicazioni di investimento scritte da altri trader e di partecipare anche alla discussione.

Il conto demo gratuito di eToro include 100.000 USD di capitale virtuale, da poter utilizzare per testare sia gli investimenti in ETF (o in altri titoli), sia invece le funzionalità della piattaforma che mette a disposizione dei suoi clienti.

Esclusività:CopyTrader / Social Trading
N° ETF:+150
Spread variabili:Si
Demo trading ETF:Si
Tipologia di trading:DMA / CFD
Opinioni:⭐⭐⭐⭐⭐
Sito ufficiale:https://www.etoro.com/it
Guida: eToro recensione ed opinioni
eToro â€“ Miglior broker ETF

🥇TRADE.COM

Trade.com è un broker multi-asset, che consente di accedere, seppur tramite due canali diversi, sia agli ETF via CFD, sia invece all’acquisto diretto degli stessi, con la sua piattaforma DMA.

Trade.com è uno dei broker storici che operano in Europa, con regolare licenza e che offre, limitatamente alla sua sezione in CFD, oltre 2.300 titoli, ai quali vanno aggiunte le decine di migliaia presenti nella piattaforma a investimento diretto.

La selezione di ETF è imponente e offre accesso a oltre 100 mercati dove questi titoli vengono negoziati, con un assortimento che è di molto superiore, per qualità e quantità, rispetto a quello che offrono gli intermediari bancari che operano soltanto sulle piazze locali come la Borsa di Milano.

Trade.com affida le sue prestazioni, per la sezione in CFD, a MetaTrader, piattaforma apprezzatissima anche dai professionisti, accompagnata comunque da una piattaforma proprietaria da utilizzare anche via Web. Per gli account oltre i 10.000 euro di bilancio, viene anche offerto Trading Central in versione gratuita. Trade.com si può testare in demo, con 10.000 € di capitale virtuale, da poter utilizzare illimitatamente per il test sia degli ETF presenti, sia della piattaforma in quanto tale.

Esclusività:MetaTrader / Trading Central
N° ETF:+50 in CFD / +1.000 in DMA
Spread variabili:Si
Demo trading ETF:Si
Tipologia di trading:CFD /DMA
Opinioni:⭐⭐⭐⭐⭐
Sito ufficiale:https://cfd.trade.com/it/
Guida:Trade.com recensione ed opinioni
Trade.com – Miglior broker ETF

🥇CAPITAL.COM

Capital.com è un broker esclusivamente in CFD, dotato però di un’imponente listino di titoli ETF, da poter inserire anche in portafogli più complessi. Nel totale, sulla piattaforma, vengono proposti oltre 3.000 titoli, con una selezione ridotta, ma comunque di grande spessore, per quanto concerne gli ETF, soprattutto tra quelli USA.

Capital.com propone anch’esso una piattaforma trading proprietaria, accessibile sia via web, sia tramite le App che si trovano sui principali Store, sia per soluzioni Apple che per soluzioni Android. All’interno della piattaforma inoltre è automaticamente inserita l’analisi in intelligenza artificiale, che segnala errori nella composizione del portafoglio, nonché eventuali occasioni di mercato.

Capital.com si può provare anche in demo, con 1.000 USD di capitale virtuale che possono essere liberamente rinnovati. Ottima piattaforma per verificare che quanto questo broker offre è in linea con i nostri bisogni e le nostre necessità.

Esclusività:Investmate / Intelligenza artificiale
N° ETF:+40
Spread variabili:Si
Demo trading ETF:Si
Tipologia di trading:CFD
Opinioni:⭐⭐⭐⭐⭐
Sito ufficiale:https://capital.com/it/
Guida:Capital.com recensione ed opinioni
Capital.com – Miglior broker ETF

Broker per il trading in ETF: come funzionano?

È necessario comprendere il funzionamento dei broker ETF, se il nostro scopo è quello di scegliere il migliore in relazione alle nostre esigenze. A complicare, se vogliamo, ulteriormente la situazione concorre la presenza di diverse tipologie di broker ETF, ciascuno con diverse caratteristiche, funzionalità e, come vedremo, anche con ripercussioni sul regime fiscale degli ETF che andremo a comprare e vendere.

  • Il broker ETF può offrire diversi tipi di accessi al mercato

Non parliamo soltanto di diversi mercati – alcuni broker offrono accesso soltanto a Piazza Affari, altri a tutte le borse del mondo dove si trattano ETF – ma proprio di diverse tipologie di accesso. I broker classici infatti si preoccupano di offrire ai loro clienti un accesso diretto al mercato, facendo da binario per i propri ordini, che vengono poi risolti dallo scambio. Altri invece preferiscono offrire intermediazione in modalità market maker, ovvero facendo da controparte per ogni acquisto e vendita, tipicamente tramite CFD.

Parleremo in modo più approfondito di questa differenza, per comprendere a fondo quali implicazioni abbia, soprattutto in termini di gestione dell’investimento.

  • Il broker permette di gestire l’ordine

Il broker non fa soltanto da canale di investimento, ma oggi offre sempre una piattaforma software tramite la quale gestire i propri ordini. Tali piattaforme si sono fatte sempre più complesse e ricche di funzionalità, soprattutto per aiutare i clienti nell’analisi dei titoli e nella creazione di strategie complesse. Rimane una responsabilità assoluta e totale del broker offrire ai propri clienti una piattaforma degna di questo nome e ricca delle funzionalità necessarie e aggiuntive.

  • La tassazione degli ETF

L’intermediario o broker può anche occuparsi di gestire la tassazione alla quale sono sottoposte le eventuali plusvalenze. È il caso del regime amministrato – che è matematicamente il meno conveniente, ma il più comodo. Anche nel caso di regime amministrato, il broker ETF (o di altro tipo di titoli) può comunque offrire un solido sostegno per il calcolo delle tasse da pagare, tramite report.

Broker ETF: caratteristiche specifiche

I broker ETF sono intermediari, offrono tendenzialmente un accesso indiretto al mercato di questo tipo di titoli. Una scelta che a molti potrà apparire come bizzarra, perché dopotutto gli ETF sono titoli popolari anche in virtù della quotazione presso borse regolamentate. Esistono anche dei broker che offrono doppio accesso, come la piattaforma trading eToro, che propone sia un acquisto in DMA, sia invece una modalità in CFD.

Tasse ETF broker - infografica a cura di ©TradingOnline.com
I broker CFD per gli ETF hanno dei vantaggi fiscali importanti

Tra le altre caratteristiche specifiche che possiamo indicare per questo tipo di broker ci sono sicuramente:

  • Località

I broker online europei godono di un vantaggio importante: rispettano la legge europea e possono offrire ai propri clienti tutte le tutele che sono previste dalla legge a favore dell’investitore. Sono mediamente più controllati e sono gli unici autorizzati ad operare con clienti residenti in Europa.

Questo non vuol dire che non ci siano tuttavia broker che non offrono accesso al mercato degli ETF pur essendo offshore. I rischi però in questo caso sono completamente a carico di chi investe, perché le tutele, legalmente parlando, sono davvero poche.

  • Tipologia

Tema che analizzeremo tra pochissimo con maggiore dovizia di particolari. Ci sono broker market maker puri, ovvero che offrono di essere destinazione fissa dei nostri acquisti e delle nostre vendite, operando tipicamente tramite CFD. Ci sono poi anche broker DMA, che offrono invece accesso diretto al mercato. C’è poi la terza via, che è quella classica: gli intermediari bancari, che però oggi presentano delle problematiche, sia a livello di costi sia a livello di strumenti offerti.

  • Strumentazione

Ne abbiamo già parlato in relazione alle piattaforme. I broker ETF oggi però possono essere molto di più: integrano servizi terzi, aiutano nell’analisi, forniscono informazioni e spesso anche sistemi di formazione. Sono diventati dei veri hub per l’investimento, anche a livello didattico.

  • Altre tipologie disponibili

Qualche broker ETF si spinge ad offrire non solo altre categorie di titoli, ma modalità di investimento del tutto diverse. C’è chi propone anche IPO (come ad esempio il broker Trade.com), chi aggiunge portafogli gestiti, chi ancora offre CFD su titoli tipicamente non coperti. La varietà c’è, ed è a vantaggio dell’investitore, che oggi ha moltissime alternative tra le quali scegliere.

Broker ETF: tipologie

Le macro-famiglie, le tipologie tra le quali possiamo dividere oggi i broker ETF sono tre: i broker DMA, i broker CFD e gli intermediari bancari. Ciascuno ha le sue prerogative, qualcuno può essere più vantaggioso di altri in relazione alle esigenze di chi investe.

  • Broker DMA per gli ETF

I broker DMA sono broker in Direct Market Access, ovvero dei broker che permettono l’accesso diretto al mercato, con modalità che sono comunque meno care rispetto a quelle praticate dalle banche. L’esempio in questo caso è eToro (qui per iscriverti gratis), broker che offre anche una sezione CFD dalla stessa piattaforma. In questo caso non possono essere applicati né leva finanziaria né tantomeno vendita allo scoperto, ma sono assenti anche le commissioni overnight.

  • broker CFD per gli ETF

I broker CFD per gli ETF offrono tutta la strumentazione tipica di questi titoli, applicata a questo mercato. Accesso neutro a livello di costi a qualunque piazza di quotazione, modalità market maker, che consente di investire al margine.

E dunque applicando anche leva finanziaria – fino ai massimi consentiti da ESMA – nonché vendita allo scoperto. Vengono in questo caso applicate anche le commissioni overnight, che comunque ammontano a pochi centesimi al giorno per migliaio di euro investito.

  • Intermediari bancari per gli ETF

Le banche mantengono un controllo saldo del mercato ETF quotato in borsa, in quanto comunque più radicati sul territorio e più capaci di proporre investimenti ai propri clienti. Oggi però presentano delle problematiche, fatte rarissime eccezioni, che possono rendere l’investimento attraverso questo canale molto meno conveniente. Le piattaforme – è opinione comune – sono spesso indietro rispetto a quelle offerte da broker DMA e CFD e i costi di transazione ancora troppo alti, soprattutto per chi investe poche centinaia di euro.

Come scegliere un broker trading in ETF: requisiti

Ci sono diversi criteri che possiamo applicare per individuare i migliori broker ETF. Criteri che abbiamo ritenuto come trasparenti ed equidistanti e tesi a selezionare davvero soltanto i migliori intermediari per gli ETF. Alcun di questi criteri saranno di carattere generale e validi per tutti. Altri invece saranno di maggior interesse per chi ha necessità specifiche in relazione a gestione, accesso ad altri mercati e servizi aggiuntivi.

Qualità degli ETF proposti

Non parliamo di numeri di ETF proposti, che è un valore piuttosto inutile, in quanto meglio avere a disposizione 30 ETF di qualità che 30.000 ETF di liquidità e qualità dubbia.

I broker che noi abbiamo selezionato integrano tutti, nei loro listini, tra i migliori ETF su scala mondiale, senza curarsi della differenza tra ETF Armonizzati e Non Armonizzati. Questo permette di accedere ai più liquidi ETF del mondo, che notoriamente hanno tutti sede negli USA.

Riteniamo pertanto importante che un broker, per quanto europeo, sia oggi in grado di offrire uno spaccato, un listino di ETF che comprenda anche i migliori ETF d’oltreoceano.

Legalità del broker e licenze

La legge UE è particolarmente chiara: i broker che vogliono intrattenere rapporti con clienti europei, devono dotarsi di regolare licenza per operare. L’assenza di una licenza europea rende i broker illegali, che trattino ETF o altro tipo di prodotto finanziario.

licenze broker ETF - infografica a cura di ©TradingOnline.com
La licenza dei broker ETF è fondamentale per operare nella legalità e nella sicurezza

In aggiunta, non è soltanto al lato burocratico che dobbiamo guardare. Perché in realtà la presenza di licenze europee è segnale della presenza di tutele importanti per chi vuole investire e risparmiare. È infatti grazie alla licenza europea che possiamo essere sicuri di avere il nostro capitale protetto anche da eventuali fallimenti del broker.

Anche la protezione dal saldo negativo, la best execution policy e il controllo sulla trasparenza delle operazioni del broker possono esercitarsi soltanto laddove l’intermediario sia dotato di una regolare licenza europea. Scegliere, soprattutto ogi che le alternative a disposizione sono effettivamente tante e valite, un broker con licenza europea Ã¨ un altro importantisismo requisito.

eToro:CySEC 🇨🇾 FCA 🇬🇧 ASIC 🇦🇺
Capital.com:CySEC 🇨🇾 FCA 🇬🇧
Trade.com:CySEC 🇨🇾 FCA 🇬🇧
Le licenze a disposizione dei principali broker europei per gli ETF

Piattaforme di trading offerte

La piattaforma rimane l’interfaccia unica tramite la quale condurremo le nostre operazioni di investimento sui mercati, compresi quelli degli ETF. Ciascun broker fa scelte proprie a questo riguardo, decidendo di offrire o una piattaforma proprietaria, oppure di affidarsi a soluzioni terze.

Possono esistere piattaforme di grande qualità sia nell’una che nell’altra versione. La piattaforma di trading di eToro (che qui si può testare in demo qui), non ha granché da invidiare rispetto a soluzioni professionali come MetaTrader, che sono invece gestite da terzi e disponibili presso diversi broker.

A fare la differenza sono l’affidabilità della piattaforma, gli strumenti che mette effettivamente a disposizione di chi investe, nonché la sua stabilità. Testare in demo una piattaforma che non conosciamo, per fare trading in ETF oppure su altro tipo di mercato, diventa pertanto necessario.

La buona notizia a riguardo è che il grosso dei broker di qualità oggi offrono una piattaforma demo gratuita, che può essere utilizzata con capitale virtuale per testare anche l’affidabilità delle stesse. Non perdiamo questa occasione, che è la migliore che abbiamo per farci un’opinione corretta su questo aspetto fondamentale.

eToro:Web Proprietaria + App
Capital.com:Web Proprietaria + App
Trade.com:Web Proprietaria + MetaTrader
Le piattaforme dei principali broker europei per gli ETF

Costi e commissioni

Gli ETF sono apprezzati anche in quanto strumenti molto poco costosi, che ci permettono di avere un portafoglio fondamentalmente diversificato, senza spendere grosse cifre. Sono anche molto più economici dei fondi comuni a gestione attiva, con commissioni di gestione che sono mediamente dell’80% più economiche.

Rimane il fatto che in questo tipo di computi non vengono tenuti in considerazione i costi che il broker – che sia bancario o meno – applica alle negoziazioni. Costi che possono rendere anti-economico l’investimento in qualunque tipo di strumento, ETF inclusi.

I broker CFD che offrono ETF applicano una doppia commissione, in forma di differenziale tra prezzo di mercato effettivo e prezzi praticati dal broker. In aggiunta, i broker CFD applicano anche la cosiddetta commissione overnight, ovvero una commissione che viene calcolata soltanto sulle posizioni tenute aperte oltre le 23:00. Tuttavia, sebbene si tratti di due diverse commissioni, rimaniamo comunque su livelli mediamente più bassi delle commissioni applicate dalle banche.

Verificare la quantità di commissioni che vengono applicate dal broker ETF è altrettanto importante, rispetto agli altri criteri già fissati, per scegliere il migliore. A patto che i broker messi in comparazione offrano lo stesso livello di servizi.

BROKERMSCI WORLDACWI
eToro:0 in DMA0 in DMA
Capital.com:0,40 USD0,29 USD
Trade.com:0,37 USD0,40 USD
Spread di esempio dei migliori broker

Altri asset, titoli e mercati

Anche se la nostra intenzione dovesse essere di investire principalmente in ETF, è sempre meglio scegliere broker che abbiano dei listini forniti anche di altri tipi di strumenti. I broker che abbiamo proposto come migliori per gli ETF, hanno comunque a disposizione almeno altri 2.000 titoli su altri mercati, come il mercato azionario, il mercato del Forex, delle Materie Prime, delle Criptovalute.

Per permettere ai loro clienti di comporre dei portafogli effettivamente diversificati e per offrire accesso a mercati che possono essere ricchi di opportunità. A parità degli altri criteri, riteniamo che si debbano scegliere quei broker in grado di offrire accesso a tanti mercati.

La strategia di base per chiunque voglia investire il proprio capitale è di cercare di diversificare per comparto, paese, struttura dell’investimento. I broker che offrono listini particolarmente ricchi, sono i migliori per chi vuole operare in questo senso.

eToro:+2.100
Capital.com:+3.000
Trade.com:+2.300
Il numero di asset disponibili a listino

Servizi aggiuntivi

I broker ETF oggi non possono più permettersi di offrire soltanto servizi di base. Si danno battaglia, ad alta intensità, su tutta una serie di altri servizi, che possono essere utili per chi opera sia nel mercato degli ETF, sia in altri tipi di mercati.

Pensiamo ad esempio al CopyTrading di eToro, il quale permette di fare trading copiando gli altri trader presenti sulla sua piattaforma. Oppure possiamo pensare anche all’intelligenza artificiale non per il trading automatico, ma per aiutarci nella composizione del nostro portafoglio.

Ci sono poi broker ETF che offrono servizi terzi, come nel caso di Trading Central, che integrano piattaforme già comunque ricche di opportunità. Tutti servizi per i quali i servizi bancari per l’acquisto di ETF sono rimasti, innegabilmente, indietro.

eToro:CopyTrading, Social Trading
Capital.com:Investmate, Intelligenza Artificiale
Trade.com:Trading Central, MetaTrader
I servizi aggiuntivi offerti dai migliori broker ETF

Affidabilità e sicurezza

La licenza europea non è l’unico possibile segnale di affidabilità e sicurezza, perché i controlli che questa comprende non possono che riguardare soltanto l’aspetto finanziario/economico del broker, in aggiunta alla verifica di alcune correttezze procedurali.

I broker ETF che possiamo ritenere migliori devono essere però considerati anche in virtù della sicurezza dell’affidabilità che possono offrire a livello informatico e di correttezza operativa anche in assenza dei controlli dell’autorità, controlli che non possono essere quotidiani e nemmeno costanti.

A questo scopo verificare opinioni e recensioni, sempre di fonti affidabili, può aiutarci a comprendere chi abbiamo davanti effettivamente, perché i clienti e gli utilizzatori effettivi non possono che offrire uno spaccato autentico per chi investe.

Broker ETF opinioni e recensioni

Abbiamo raccolto opinioni e recensioni non solo tra la nostra redazione, ma anche da fonti terze e affidabili, trasparenti ed equidistanti, che possono aiutarci a formare un’opinione autentica sui migliori broker ETF. Opinioni che devono essere sempre integrate – dato che i broker oggi lo permettono – con la pratica diretta su di un conto demo gratuito, che potrà confermare o meno quanto raccontato da utenti terzi.

Conviene usare i broker ETF?

Assolutamente sì. È l’unico modo che abbiamo per accedere a questo tipo di prodotti finanziari. L’alternativa sarebbe quella di far gestire il nostro patrimonio a terzi, che si tratti di promotori finanziari oppure di altri intermediari di questo tipo.

I broker ETF garantiscono diversi tipi di vantaggi, che riteniamo essere fondamentali soprattutto oggi, un’epoca finanziaria dove si sarà costretti, volenti o nolenti, a gestire in proprio il nostro capitale e i nostri investimenti.

  • Indipendenza

Rimane almeno a nostro avviso uno dei fattori fondamentali per chi vuole investire correttamente nel mondo finanziario. I broker ETF sono neutri e si limitano ad offrire accesso ai migliori ETF, senza in alcun modo cercare di indirizzare i nostri investimenti.

  • Completezza

Tutti i broker ETF che abbiamo segnalato permettono di avere dei portafogli diversificati e di accedere a tanti altri mercati e titoli. Anche questo non è possibile rivolgendosi ad altri tipi di strutture rispetto ai broker. Perché sono in pochi ad offrire così tanti mercati e così tanti titoli. Ancora una volta vince – pertanto – la soluzione neutra che viene offerta dai broker ETF a dispetto di depositi titoli o promotori finanziari di ogni genere e grado.

  • Costi e commissioni

Sotto questo specifico aspetto, il confronto è particolarmente impietoso. Chi sceglie infatti un broker ETF, rispetto ai classici canali bancari, si trova a risparmiare cifre molto importanti. Le commissioni che vengono praticate sono entrambe in percentuale sulla somma investita.

Banche e intermediari di vecchia generazione invece si ostinano ad applicare una commissione fissa, alla quale viene poi aggiunta una commissione invece variabile. Questo è a scapito soprattutto dei piccoli investitori, che dovrebbero poi essere i maggiormente interessati agli ETF.

  • Accesso agli ETF non armonizzati

Gli ETF non armonizzati sono in larghissima parte scomparsi dagli intermediari classici, che prediligono listini che comprendono soltanto titoli armonizzati e quindi quotati in Europa. Val la pena però di ricordare che i principali 5 ETF quotati negli USA valgono, da soli, tutto il mercato degli ETF europeo. Rinunciarvi oggi sembra, almeno a noi, un percorso da evitare.

In aggiunta con i broker CFD la fiscalità degli ETF, anche quando non armonizzati, è migliorabile. Perché la forma dei CFD assorbe quella degli ETF, permettendo di pagar il 26% come capital gain classico, invece di veder confluire eventuali plusvalenze in quota imponibile IRPEF.

Con questa modalità, gli ETF non armonizzati tornano ad essere anche fiscalmente comparabili ai prodotti con sede in UE, cosa che non sarebbe ottenibile tramite il ricorso ad intermediari, per così definirli, classici.

Broker ETF: Pro e Contro

Riteniamo ci siano diversi vantaggi offerti dai broker ETF, ma siamo coscienti al tempo stesso che non tutti possono ritenere questi intermediari perfetti. Esistono anche, almeno per alcune categorie, dei contro, che devono essere debitamente tenuti in considerazione prima di effettuare la nostra scelta.

Partiremo dai vantaggi, che riteniamo essere preponderanti rispetto alle problematiche potenzialmente insite in questo tipo di intermediari.

PRO dei broker ETF

Accesso neutro a qualunque mercato degli ETF: riteniamo essere questo uno dei vantaggi principali che derivano dall’utilizzo di un broker ETF. Quello che intendiamo dire è che i veri broker ETF consentono accesso a tutte le principali piazze che trattano questo tipo di prodotti, non restringendo, come fanno spesso le banche italiane, l’accesso soltanto a titoli quotati a Piazza Affari.

Il mercato degli ETF europei rimane infatti di poco conto rispetto a quanto avviene negli Stati Uniti e potrebbe essere più interessante per chi investe avere accesso ad entrambe le categorie di prodotti. 

Costi e commissioni: li riteniamo essere un vantaggio importante per chi investe tramite i broker ETF che abbiamo segnalato. A conti fatti, non ci sono intermediari bancari in grado di offrire livelli di commissione così bassi. Anche se apparentemente sono meno costosi, le commissioni di transazione sono molto sconvenienti, soprattutto per i piccoli investitori.

Fiscalità omogenea: chi sceglie un broker CFD e dunque opera tramite questo tipo di contratti ha il vantaggio di riportare eventuali plusvalenze tutte nell’alveo dei redditi diversi. Il che vuol dire una tassazione più omogenea e possibilità di portare in compensazione eventuali minusvalenze di altri investimenti, cosa che invece è molto difficile fare con gli ETF acquistati direttamente.

Vendita allo scoperto: non ne abbiamo parlato finora, perché sono in pochi a pensare di poterlo fare, ma con i broker di ETF è possibile investire anche allo scoperto su questo specifico gruppo di titoli. Vuol dire che potremo puntare al ribasso dell’ETF, con strategie che possono essere molto proficue durante fasi calanti di mercato.

Leva finanziaria: anche la leva finanziaria è un’esclusiva dei broker ETF. Possiamo, aumentando il rischio medio dello strumento, moltiplicare l’andamento del titolo. Questa può essere una tecnica utile non solo per aumentare guadagni (ma anche perdite). Può essere utile anche a chi vuole fare hedging e dunque coprirsi per posizioni più ampie del capitale effettivamente impegnato.

CONTRO dei broker ETF

Ci sono anche dei lati che qualcuno potrebbe trovare negativi, nel mondo dei broker ETF. Per completezza e per trasparenza li segnaleremo, lasciando al libero intendimento di ciascuno eventuali considerazioni.

Listini: i broker bancari tendono ad essere più completi, esclusivamente però sui titoli ETF che sono quotati a Piazza Affari. Chi è a caccia di ETF particolarmente di nicchia quotati a Milano, potrebbe trovare maggiori risorse presso gli intermediari bancari. Sono però pur sempre titoli che presentano, almeno a nostro modo di vedere le cose, spesso problemi di liquidità, che non possono essere ignorati.

Risparmio gestito: non è possibile accedere a strumenti di risparmio gestito classico tramite gli ETF. Ci sono alternative molto valide, ma chi cerca dai broker ETF che abbiamo descritto degli strumenti di gestione totale del portafoglio da parte di terzi, sarà destinato a rimanere a bocca asciutta.

Broker ETF TrustPilot

TrustPilot può essere una buona fonte di recensioni indipendenti per qualunque tipo di servizio, online o offline. Anche i broker ETF sono in genere rappresentati su questa piattaforma, dove utenti (talvolta però non verificati) possono dire la loro.

  • Capital.com: 4,4 su 5 – con oltre 760 recensioni

TrustPilot conferma il nostro giudizio positivo su Capital.com, con un punteggio di 4,4 su 5,0, confermato da oltre 760 recensioni. Siamo davanti ad un broker che gode di commenti positivi da utenti che dimostrano di averlo già utilizzato, al netto di quelli che, avendo perso soldi per i propri investimenti, si trovano commentare negativamente – secondo noi in modo errato – sulle qualità del broker.

  • Trade.com: 4,0 su 5,0 – con oltre 70 recensioni

Anche le recensioni lasciate dagli utenti di Trade.com confermano la nostra opinione. Un punteggio questo molto alto, soprattutto per un servizio che, non dovremmo dimenticarlo, tratta comunque di investimenti e denaro. Un settore nel quale clienti e utenti si fanno molto più sensibili, non essendo sempre in grado di distinguere i propri errori dai malfunzionamenti del broker.

Come già detto, TrustPilot può essere un ottimo spunto per comprendere la qualità di un broker – anche se i commenti andrebbero comunque analizzati uno per uno, invece che fidarsi del semplice numero. Questo perché non è raro – come abbiamo già segnalato – che operatori truffaldini attacchino con vere e proprie strategie di black marketing operatori invece completamente corretti.

Migliori forum sui broker ETF

I forum possono essere un’ottima fonte per chi vuole saperne di più su broker ETF e relative piattaforme: anche qui conviene però fare una distinzione tra i forum affidabili e quelli meno affidabili. Noi ne abbiamo selezionati cinque, che riteniamo essere il punto fermo all’intento del mondo dell’informazione finanziaria.

  • FinanzaOnline

Probabilmente il miglior forum in italiano, sia per numero di utenti che di discussioni – senza parlare della qualità delle stesse. Un ottimo luogo virtuale per chiedere informazioni sulla qualità dei broker ETF e delle relative piattaforme – e anche per spuntare qualche consiglio di investimento.

  • Borse.it

È il forum più legato agli investimenti di Piazza Affari e non poteva che essere uno di quelli più profondi sul mondo degli ETF. Per questo motivo lo riteniamo essere uno snodo importante per chi cerca opinioni e recensioni sul mondo degli ETF e dei relativi broker.

  • *InvestireOggi

Un altro mostro sacro del mondo degli investimenti in Italia – forum molto frequentato e molto affidabile, data la grande qualità dei suoi utenti. Lo riteniamo essere un punto di partenza importante per chi è completamente digiuno di informazioni di questo tipo, nonché ottimo snodo per chiedere delucidazioni anche su aspetti specifici dei vari broker.

  • Investing.com

Da tempo è presente anche un’ottima sezione in italiano, sia tra i commenti, sia nei forum. È un sito che quasi tutti conoscono grazie alle quotazioni in tempo reale offerte. Ma è un grande luogo virtuale anche per chi vuole saperne di più sugli intermediari migliori, per ETF o per altri strumenti.

  • MT5.COM

Forum in lingua inglese che è nato per coprire argomenti relativi a MetaTrader, ma che negli anni è diventato un centro di smistamento di opinioni e recensioni create direttamente dagli utenti. Anche qui si può discutere apertamente dei broker e delle loro offerte. Vale la pena anche per chi non è molto aduso ad interagire in inglese.

Broker ETF AltroConsumo

AltroConsumo è un importante associazione italiana che si occupa di investimenti etici e – cosa che ci interessa di più in questo momento – un faro per segnalare intermediari non corretti. AltroConsumo non offre direttamente recensioni dei broker ETF, ma si limita a segnalare quelli che non operano in buona fede, con correttezza o con trasparenza.

Pertanto, quando stiamo scegliendo un broker ETF che sia adatto alle nostre operazioni, fare una breve ricerca anche su AltroConsumo ci permette di sapere se in passato o nel presente ci siano stati problemi di sorta. I broker che abbiamo segnalato come migliori nella nostra classifica non sono stati mai segnalati da AltroConsumo come broker truffaldini, cosa che ne certifica ulteriormente la qualità.

Il nostro parere sui Broker ETF

I broker ETF svolgono un ruolo fondamentale nel mercato di oggi, un mercato che vede gli ETF essere sempre più popolari soprattutto tra i piccoli investitori. Migliorano, a nostro avviso, le possibilità di accesso ai mercati, così come migliorano gli strumenti che sono, finalmente, a disposizione di tutti.

Scegliere un buon broker ETF rimane il passo fondamentale per chi vuole investire su questo specifico mercato. Perché un buon broker è sinonimo di buoni listini, di buoni titoli, di garanzie di sicurezza e affidabilità.

Tutte caratteristiche, queste, senza le quali sarebbe assolutamente impossibile investire con serenità e con profitto. Da un lato mancherebbero gli strumenti che i migliori investitori e trader hanno a disposizione, dall’altro invece mancherebbe la certezza di poter godere dei frutti di questi investimenti.

I broker ETF offrono inoltre modalità ulteriori di investimento, come ad esempio la vendita allo scoperto e la leva alla finanziaria, che aggiungono duttilità ad un mercato tendenzialmente molto statico, costituito appunto da gestioni passive e automatiche.

Considerazioni finali

I broker ETF hanno rivoluzionato anche il mercato degli ETF, mercato che riveste un ruolo sempre più centrale per chi vuole investire produttivamente i propri risparmi. Va riconosciuta a questi intermediari una spinta democratica, soprattutto per i gli investitori più inesperti e con meno capitali, verso i mercati.

Oggi tutti hanno, finalmente, accesso ai migliori strumenti di analisi e di gestione, a profili di costi e commissioni non eccessivamente invasivi e ad una neutralità totale rispetto ai mercati da scegliere. È per questo che ci siamo fatti promotori, sulle pagine di TradingOnline.com, di questi intermediari.

Senza che nessuno debba necessariamente credere alle nostre parole ad occhi chiusi: tutti i migliori broker di ETF permettono infatti di investire con capitale virtuale e un conto demo – conto che è trasparente anche nel farci comprendere quali siano le effettive potenzialità dei broker.

La decisione, nel mondo della finanza, deve essere sempre personale, in relazione alle proprie esigenze e soltanto dopo aver toccato con mano. Anche quando opinioni e considerazioni arrivano da chi si è sempre dimostrato una fonte affidabile.

FAQ Migliori Broker ETF: domande e risposte frequenti

Cosa sono i broker ETF?

Sono broker che offrono accesso al mercato degli Exchange Traded Fund, sia in via diretta che indiretta, tramite contratti.

I broker ETF sono convenienti?

Se li valutiamo in relazione agli accessi classici a questo mercato, sono convenienti. Le commissioni sono più basse, l’accesso ai mercati neutro e gli strumenti maggiormente performanti.

Quali mercati offrono i broker ETF?

I broker ETF offrono accesso, al contrario di quanto fanno le banche italiane, a tutti i principali mercati degli ETF, con una preferenza per quelli americani. Questo non è un problema: i migliori ETF son quasi tutti quotati negli USA.

Che piattaforme offrono i broker ETF?

I broker ETF offrono o piattaforme trading proprietarie, o in alternativa delle piattaforme terze come MetaTrader. Quelli che noi consigliamo propongono comunque piattaforme di grande qualità.

Quante commissioni richiedono i broker ETF?

Se sono in CFD, fanno pagare un piccolo spread, di differenziale tra prezzo ufficiale e prezzo praticato dal broker. In aggiunta c’è una piccola commissione overnight, di pochi millesimi percentuali al giorno. Altri broker invece offrono anche accesso diretto senza costi aggiuntivi.

Quali sono i migliori broker per il trading di ETF?

Noi abbiamo selezionato, con criteri ampiamente spiegati nel corso della nostra guida, eToro, Capital.com e Trade.com. Tre broker con licenza e che offrono le migliori condizioni per questo trading.

I broker ETF si possono testare gratuitamente?

Sì, tutti i migliori broker ETF offrono un conto demo gratuito, con capitale virtuale che permette di investire senza rischi e testando la piattaforma, nonché i titoli che vengono offerti dalla piattaforma.

Il voto di ©TradingOnline.com


⭐⭐⭐⭐⭐

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *