Azioni

Azioni social media

AUTORE IN TEMA DI FINANZA, TRADING E INVESTIMENTI DA OLTRE 6 ANNI.

Le azioni legate ai social media possono essere un ottimo investimento a lungo termine, considerando i prezzi bassi di questi titoli dopo il crollo del tech in Borsa nel 2022. Con molte società che si contendono l’attenzione degli utenti e la loro presenza online, valutare le prospettive di ogni singola azienda non è facile. Detto questo, siamo convinti che alcuni titoli siano sottovalutati e altri ampiamente sopravvalutati.

I social network sono diventati parte della vita quotidiana. Gli anni di maggior espansione per il settore sono ormai alle spalle, e la gran parte delle azioni connesse a questo mondo si trovano in una fase a metà tra la crescita e la maturità.

La grande opportunità per chi è interessato a investire su questo settore sono i crolli di molti titoli nel corso del 2022. Da una situazione in cui la maggior parte degli asset veniva venduta a prezzi eccessivi rispetto al loro valore intrinseco, ora si è passati a una condizione opposta in cui molti titoli sono venduti in sconto.

Gli analisti di TradingOnline.com® hanno passato in rassegna tutte le principali azioni nel mondo dei social media, dividendole tra quelle su cui puntare nel 2022 e quelle da cui sarebbe meglio stare lontani.

Azioni social-media – Riassunto:

💰 Conviene investireSì, sul lungo termine
🔥 RischioMedio
💎 Ritorno potenzialeMedio
📈 Migliori brokereToro // Capital.com // FP Markets
💡 Punti di forzaAlta redditività, alti margini
🧐 Punti di debolezzaPolitiche sulle privacy, forte concorrenza
📊 Migliori da comprareVedi l’elenco
Azioni social media – Riassunto sintetico tabellare

Migliori azioni social media da comprare: Top list 2022 / 2023

Di seguito riportiamo un elenco di azioni che in base all’analisi dei fondamentali risultano sottovalutate dopo il crash delle azioni tech nel 2022. Non tutte queste azioni, però, appartengono al 100% al mondo dei social media. Come è normale che sia con la marea di acquisizioni, spin-off e fusioni degli ultimi anni, molti conglomerati tech detengono uno o più social insieme ad altre linee di business.

su quali azioni investire nel settore dei social network
Azioni social media – Quali comprare e quali evitare in base all’analisi dei fondamentali effettuata dagli analisti di TradingOnline.com®

Questo è un fattore da tenere in considerazione, specialmente per società come Alphabet che hanno interessi in mercati molto diversi tra loro. Esporsi all’andamento del titolo non significa solo esporsi a Youtube, e lo stesso vale per molte altre azioni che coinvolgono le principali piattaforme social. Detto questo, i nostri analisti hanno tenuto conto di questo effetto nelle loro scelte.

#1 – Alphabet

📊 TickerNASDAQ: GOOGL
️📱 Social mediaYouTube
🎯 Appartenenza al settoreParziale
🚀 Punti di forzaMonetizzazione, longevità
Azioni Alphabet (Google)

Di recente la nostra redazione ha realizzato un’analisi completa delle azioni Alphabet in cui ampio spazio è dedicato proprio alla componente social dell’azienda. Oggi è pressoché impossibile fare a meno di avere un account Google: uno dei motivi è indubbiamente l’uso dell’account su Youtube, social media longevo e sempre sulla cresta dell’onda.

Chiaramente l’universo di Alphabet è molto ampio e non riguarda soltanto i social media, ma il fatto che questa azienda sia un colosso della pubblicità online indubbiamente aiuta il successo delle sue piattaforme social. Dopo il buco nell’acqua con Google+, Alphabet ha puntato molto sull’estensione delle funzionalità social di Youtube. Una scelta che ha pagato molto bene, attraendo ancora più utenti e allungando il tempo medio speso sul social.

Altro punto molto importante è che Google controlla il sistema di pubblicità online più grande al mondo. Questo permette all’azienda di monetizzare Youtube con annunci molto efficaci, sia per la redditività che offrono agli inserzionisti che per quella che offrono all’azienda. Inoltre è possibile comprare il titolo su eToro e approfittare della politica del broker che permette di farlo senza commissioni.

#2 – Meta ex Facebook

📊 TickerNASDAQ: META
️📱 Social mediaFacebook, Instagram
🎯 Appartenenza al settoreTotale
🚀 Punti di forzaMonetizzazione, metaverso
Azioni Meta (Facebook)

Il colosso dei social media creato da Mark Zuckerberg e ribattezzato Meta nel 2021 è indubbiamente l’azione legata ai social media per eccellenza. Il concetto stesso di “social network” nasce dall’idea che il giovane Zuckerberg ebbe in Università per connettere gli studenti del suo campus. Oggi la sua è una storia di successo come poche altre, che racconta la capacità di innovazione della Silicon Valley.

Proprio da Meta è nato il crollo delle azioni legate ai social media nel 2021. quando per la prima volta gli utenti attivi di Facebook hanno segnato un lieve calo. Detto questo, prima o poi sarebbe successo e nel frattempo gli altri brand dell’azienda -a partire da Instagram- continuano a crescere. Molto interessante poi la scommessa sul metaverso, ancora lontano ma che fa già molto parlare di sé.

Indubbiamente il metaverso al momento è solo un costo che pesa sul bilancio annuale, ma nei prossimi dieci anni potrebbe diventare la nuova frontiera dei social media in un’esperienza più immersiva che mai. Bisognerà vedere quanto grande e quanto concreta sia questa opportunità, ma un po’di esposizione a questa innovazione non è una cattiva idea per un portafoglio azionario.

#3 – Bumble

📊 TickerNASDAQ: BMBL
️📱 Social mediaBumble
🎯 Appartenenza al settoreTotale
🚀 Punti di forzaCrescita, brand positioning
Azioni Bumble

Bumble è una social media di incontri che ha già conquistato gli Stati Uniti e sta diventando sempre più popolare anche in Europa. Una società quotata dal 2021, con forti prospettive di crescita per il lungo termine. A differenza di altri siti di incontri che usano strategie predatorie per tenere gli utenti sulla piattaforma e portarli a pagare il più possibile, Bumble ha un funzionamento trasparente e simile a quello di ogni altro social serio.

Tra il 2018 e il 2021, Bumble ha più che raddoppiato il suo fatturato e soprattutto ha aumentato notevolmente il numero di utenti attivi. Gli incontri su internet, un tempo solo di nicchia, stanno diventando nuova normalità nella società tech di oggi.

Molto interessante il fatto che Bumble abbia gradualmente espanso il servizio per andare oltre agli incontri di coppia. Ora supporta un’area interna per incontri di networking lavorativo e un’altra per trovare nuovi amici, entrambe innovazioni che potrebbero ulteriormente contribuire alla crescita della base di utenti. Anche in questo caso, registrando un account su eToro è possibile approfittare della funzionalità RealStock per comprare il titolo senza commissioni.

#4 – Tencent

📊 TickerHKG: 0700
️📱 Social mediaQzone, WeChat
🎯 Appartenenza al settoreParziale
🚀 Punti di forzaMercato geografico, crescita
Azioni Tencent

Tencent è una delle società tech cinesi più importanti in assoluto. Il suo business include servizi di streaming per musica e video, app, giochi e ovviamente anche social media. Il più famoso è indubbiamente WeChat, che si potrebbe descrivere come una versione social di Whatsapp estremamente popolare sul mercato cinese.

Altro grande progetto di successo è Qzone, che nella classifica mondiale occupa il 17esimo posto per numero di utenti attivi su base mensile. Se però rimuoviamo i brand occidentali che non vengono utilizzati in Cina, allora Qzone si colloca al quinto posto.

principali social media americani confrontati con i principali social media cinesi
Il paradigma dei social media in Cina è molto diverso da quello a cui siamo abituati in Occidente

Complessivamente Tencent ha una presa sul mercato cinese simile a quella che Meta ha nel mondo dei social media in Europa e in America. E gli investitori possono anche godersi i lauti profitti generati da tutte le altre aree di business, che crescono a un ritmo ancora più alto. Purtroppo la maggior parte dei broker europei non supporta il trading sui titoli cinesi, ma aprendo un account demo gratuito su Capital.com si risolve il problema.

Non solo Capital.com è uno dei broker più efficienti in generale quando si parla di investire in azioni sotto forma di CFD. Offre un ventaglio di offerta molto ampio con costi di intermediazione estremamente bassi, e chiaramente è autorizzato da Consob come tutti i broker menzionati su TradingOnline.com®.

#5 – Amazon

📊 TickerNASDAQ: AMZN
️📱 Social mediaTwitch
🎯 Appartenenza al settoreParziale
🚀 Punti di forzaBrand positioning, trazione sui creator
Azioni Amazon

Qualcuno potrebbe stupirsi di trovare le azioni Amazon in un elenco di titoli legati ai social media, ma l’impero di Jeff Bezos è entrato anche in questo mercato con l’acquisizione di Twitch. Per chi non conoscesse la piattaforma, si tratta di un social completamente basato sulle dirette che mette il mondo dei videogiochi al centro della sua offerta.

I creator che decidono di trasmettere le loro dirette su Twitch hanno la possibilità di trarne profitto in diversi modi, al punto che molte persone vedono questo social come un lavoro a tempo pieno. In questo modo, Amazon si assicura un costante flusso di nuovi streamer che portano con sé un pubblico sempre più grande. Il tutto integrato con l’ecosistema già ben conosciuto di Amazon, con il quale si sono formate sinergie importanti.

Chiaramente Twitch rappresenta solo una minima parte dell’intero business di Amazon, per cui è importante ricordare che comprando il titolo ci si espone soprattutto all’andamento di tutte le altre attività del gruppo. Detto questo, Twitch è uno dei rami aziendali che crescono più in fretta e ci sono molti validi motivi per voler comunque investire su tutte le altre attività di Amazon.

#6 – Weibo

📊 TickerHKG: 9898
️📱 Social mediaWeibo
🎯 Appartenenza al settoreTotale
🚀 Punti di forzaMercato geografico, crescita
Azioni Weibo

Abbiamo già parlato delle azioni Tencent in relazione a WeChat, per cui la naturale estensione dell’elenco è l’inclusione di Weibo. In questo caso si tratta di un social network molto simile a una fusione tra Instagram e Twitter, che si colloca al secondo posto nell’elenco dei social network più utilizzati in Cina.

Nel 2021-22 gli investitori hanno preso le distanze dal mercato cinese, temendo che il governo possa stringere ancora di più il cerchio intorno alle imprese private di maggior successo. Dopo che la politica zero-Covid ha duramente impattato l’economia nazionale, insieme alla crisi del debito internazionale, Pechino non è nella posizione di mettere i bastoni tra le ruote alle società che generano PIL e posti di lavoro.

Weibo sta puntando molto anche sulla creazione di un ecosistema sempre più efficiente di inserzioni pubblicitarie, che rappresentano il motore dei ricavi di un social media. Anche in questo caso si tratta di un titolo quotato sulla Borsa di Hong Kong, che si può comprare azioni estere senza commissioni su eToro. La redazione di TradingOnline.com® gestisce a sua volta un portafoglio su eToro, perché noi stessi riconosciamo i meriti di questo broker.

#7 – Match Group

📊 TickerNASDAQ: MTCH
️📱 Social mediaTinder, SpeedDate, Match.com e altri
🎯 Appartenenza al settoreTotale
🚀 Punti di forzaMonetizzazione, diversificazione
Azioni The Match Group

Match Group controlla la maggior parte delle app di incontri di maggior successo al mondo. Dal mercato europeo e a quello americano, praticamente chiunque voglia iscriversi a un servizio del genere finisce per entrare in contatto con i brand dell’azienda. Il più conosciuto in Italia è indubbiamente Tinder, che per molti è il servizio di incontri per antonomasia.

Malgrado le app di incontri non siano esattamente dei social media nel senso tradizionale del termine, ne hanno tutte le caratteristiche. E soprattutto riescono a monetizzare di più tutti gli utenti registrati al servizio, solitamente con lo sblocco di funzionalità premium che offrono maggiori probabilità di entrare in contatto con persone interessanti.

Match Group riesce a fare un buon lavoro nel bilanciare il business con il fatto di lasciare agli utenti lo spazio per accedere gratis alle funzionalità più importanti delle sue piattaforme, in modo da attirare comunque un numero rilevante di clienti. Il tasso di crescita della società è molto buono e lo sono anche i margini, per cui è un’azione in cui crediamo molto e che fa anche parte del nostro portafoglio azionario.

#8 – Nextdoor

📊 TickerNYSE: KIND
️📱 Social mediaNextdoor
🎯 Appartenenza al settoreTotale
🚀 Punti di forzaBrand positioning, crescita
Azioni Nextdoor

Nextdoor è un piccolo social network con un grande potenziale, che sta dimostrando con un tasso di crescita estremamente alto di anno in anno. Attualmente ha presa solo negli Stati Uniti, ma la sua value proposition è molto chiara: connettere persone che vivono nello stesso quartiere, persino nello stesso isolato.

Creare delle relazioni concrete tra le persone è l’anima originale dei social media, prima che si trasformassero in un continuo consumare contenuti con minima interazione tra gli utenti. Indubbiamente è più facile costruire relazioni concrete quando si interagisce con i propri vicini di casa, ed è proprio questa la grande forza di Nextdoor.

cos'è Nextdoor e perché conviene investire sul titolo
Nextdoor ha trovato un posizionamento vincente nel mercato dei social network ed è solo all’inizio della sua storia

Al momento è un’azienda con un fatturato previsto per il 2022 poco superiore ai 200 milioni di dollari. Questa cifra potrebbe scalare di molto se il percorso di crescita sarà analogo a quello di altri titoli legati ai social media: anche solo arrivare al livello di Pinterest o Twitter vorrebbe dire una grande rivalutazione per il titolo.

#9 – Microsoft

📊 TickerNASDAQ: MSFT
️📱 Social mediaLinkedIn
🎯 Appartenenza al settoreParziale
🚀 Punti di forzaBrand positioning, monetizzazione
Azioni Microsoft

Microsoft è ufficialmente entrata nel business dei social media con l’acquisizione di LinkedIn, una piattaforma con caratteristiche molto particolari e diversi punti di forza. A partire dal fatto che gli utenti sono in media persone con carriere importanti, per cui gli inserzionisti sono disposti a pagare un premium price elevato per comprare spazi su questo social.

Anche le tipologie di inserzioni disponibili sono varie, permettendo a LinkedIn di monetizzare su più fronti. La forza più grande di questa piattaforma è il posizionamento del brand, molto chiaro e non in diretta concorrenza con le altre piattaforme. LinkedIn si concentra sul ramo business e sulle connessioni lavorative, in modo da differenziarsi da tutti i competitor.

Rispetto agli altri titoli menzionati in precedenza, Microsoft è un’azione molto poco volatile. Per chi avesse paura che questo possa limitare il potenziale upside di una posizione sull’azienda, una soluzione è sfruttare i CFD di FP Markets. I CFD offrono agli utenti la possibilità di usare la leva finanziaria per amplificare le oscillazioni sull’andamento dei titoli, portando con sé un rischio maggiore ma anche un potenziale ritorno più alto.

Azioni social media: quali non comprare

Molte azioni connesse ai social media hanno una valutazione superiore al loro valore intrinseco e al loro potenziale. Di seguito riportiamo i titoli che, in base alle nostre analisi, non conviene aggiungere al portafoglio in questo momento.

Le nostre analisi sono basate su due principali modelli. Il primo è l’analisi dei trading comparables, cioè dei multipli di una società rispetto a quelli dei concorrenti tenendo conto delle prospettive di crescita. Per una guida come questa, che raccoglie solo aziende appartenenti a un certo settore, questo è un modello assolutamente essenziale.

Il secondo è l’analisi del discounted cash flow, cioè dei flussi di cassa che una società può produrre nel corso della sua vita per remunerare gli azionisti. Questo è un punto molto sottovalutato dagli investitori al dettaglio, ma comunemente utilizzato in qualunque banca d’investimento o società di investimenti di livello professionale.

A fronte di questa analisi del mercato dei social media, abbiamo identificato tre società che in questo momento si ritrovano con una valutazione superiore rispetto a quello che i loro numeri possono giustificare.

#1 – Pinterest

📊 TickerNYSE: PINS
️📱 Social mediaPinterest
🎯 Appartenenza al settoreTotale
Azioni Pinterest

Pinterest è indubbiamente uno dei titoli che hanno beneficiato della pandemia. I contenuti di questo social erano perfettamente in linea con le esigenze delle persone in quel periodo: ricette, consigli per allenarsi a casa e fai-da-te, senza considerare che in media gli utenti avevano molto più tempo per stare su internet. Ora, però, il titolo si trova a viaggiare su cifre davvero difficili da giustificare.

Oggi Pinterest mostra nei suoi numeri tutta la debolezza competitiva che il social aveva anche prima della pandemia. Altri social come Youtube e Instagram catturano di più l’attenzione della fascia di utenti di 30-40 anni su cui Pinterest ha storicamente puntato. Nel frattempo TikTok continua a guadagnare trazione presso i più giovani, lasciando Pinterest con ancora meno prospettive di lungo termine.

Il grande problema di questa piattaforma è che non è mai riuscita a concentrarsi su una sola nicchia di mercato, come hanno fatto LinkedIn con il settore business o Twitch con il gaming, ma al tempo stesso non è mai riuscita a prendere piede su larga scala. Altro grande problema è il fatto di avere basse capacità di monetizzazione, con basse capacità di targeting e bassa spesa da parte dei brand.

#2 – Snap

📊 TickerNYSE: SNAP
️📱 Social mediaSnapchat
🎯 Appartenenza al settoreTotale
Azioni Snapchat

Snapchat è sempre “la grande promessa“, il social che è sempre sul punto di prendere il sopravvento. E sempre, puntualmente, lo è soltanto finché qualche altra piattaforma non entra nel mercato e guadagna trazione più in fretta.

Le Instagram Stories hanno rubato la scena alla visione iniziale delle foto dalla durata di 24 ore; TikTok ha rubato la scena una seconda volta quando Snapchat stava trasformando il suo business e l’azienda rimane sempre dietro ai suoi concorrenti.

Il ritorno sulle pubblicità legate a Snapchat non è mai stato stellare e la piattaforma, di conseguenza, ha sempre goduto di poco interesse da parte degli inserzionisti. Non è il tipo di business su cui vorremmo investire oggi, anche se il grafico dei ricavi continua a salire. Il 2022 ci ha insegnato che nessun social cresce in eterno, e dopo tanti anni di ampliamento della base di utenti Snapchat non è ancora in grado di essere profittevole.

perché non conviene investire sulle azioni Snap
Snapchat non è riuscita a difendere i suoi vantaggi competitivi dalle risposte dei concorrenti, mettendosi in una posizione di fragilità

Per chi fosse così pessimista da voler investire a ribasso su Snap, oggi è possibile farlo facilmente anche in veste di investitori al dettaglio. Grazie a Capital.com -qui per la demo gratuita- è possibile fare short selling con i CFD, con o senza leva finanziaria, con spread estremamente bassi e una piattaforma facile da utilizzare.

#3 – Twitter

📊 TickerNYSE: TWTR
️📱 Social mediaTwitter
🎯 Appartenenza al settoreTotale
Azioni Twitter

Twitter è un social solido, con una buona presa su alcune categorie di pubblico, che ha resistito bene alla prova del tempo. Soprattutto per chi è in cerca di aggiornamenti in tempo reale, questa piattaforma riesce a combinare le funzionalità di un social con contenuti che fanno notizia. Per le pubbliche relazioni è uno strumento importante, ma il sistema di inserzioni è poco efficiente per chi acquista la pubblicità.

Il problema principale del titolo, però, non sono le inserzioni. Il vero problema è la saga legata a Elon Musk, che ha visto l’azione finire sulle montagne russe per mesi in un tipico esercizio di ego da parte del fondatore di Tesla. Dal tentativo di acquisizione fino alla battaglia legale, in un continuo scambio di titoli buoni per i giornali ma pessimi per gli investitori.

Con ogni voce di corridoio il titolo è salito e sceso, ma soprattutto ha visto la sua quotazione inflazionata dagli acquisti non ragionati dei fan di Elon Musk. Questo è il motivo principale per cui non crediamo nel titolo al momento, perché una brusca interruzione del tentativo di acquisto da parte di Musk potrebbe causarne un tracollo del prezzo nel corso di pochi giorni.

Conviene investire in azioni di social media?

Il 2022/23 è un periodo interessante per comprare azioni legate ai social media, ma bisogna essere orientati al lungo termine. Molti investitori danno un’eccessiva importanza a metriche che, in realtà, dal punto di vista aziendale lasciano il tempo che trovano. Non sono gli utenti attivi su base mensile che generano il fatturato di Facebook, ma gli inserzionisti disposti a comprare pubblicità sulla piattaforma.

Per quanto LinkedIn non abbia neanche lontanamente gli utenti di Instagram, la sua redditività è invidiabile perché gli inserzionisti sono disposti a pagare cifre elevate per entrare in contatto con un pubblico ad alto reddito e con decision maker aziendali. Nel 2022/23 sono tante le sfide che le aziende si trovano davanti: inflazione, prezzi dell’energia e soprattutto un PIL in contrazione negli Stati Uniti.

Differenza tra i prezzi delle inserzioni su Meta (CPM) e altri social media
Nel primo semestre 2022, gli inserzionisti sono ancora disposti a pagare di più per raggiungere utenti sul network di Meta rispetto ad altri social

Ora che le banche centrali non stanno foraggiando la crescita dell’economia stampando quantità senza precedenti di denaro, il prezzo della pubblicità sta scendendo. Le aziende investono meno sulla loro crescita online, perché hanno meno liquidità per farlo e perché le normative sulla privacy sono sempre più stringenti. Di conseguenza, entrare in contatto con un pubblico ben profilato e redditizio non è più semplice come in passato.

Detto questo, le prospettive di lungo termine rimangono allettanti per le imprese che fanno parte del settore. I social sono un business in cui i costi operativi rappresentano appena una frazione del ricavo che si può ottenere dagli inserzionisti, senza considerare che la crescita dell’economia nel lungo termine trascina sempre più aziende a fare pubblicità online.

Dove comprare azioni dei social network

ETORO

eToro è il broker di Social & CopyTrading leader al mondo, ideale per i giovani traders che vogliono fare trading automatico copiando i più esperti.

  • Copia i traders migliori
  • CopyPortfolios & Staking Crypto
  • Azioni Reali (estere) + ETfs a 0 commissioni

Inizia ora

67% of retail CFD accounts lose money.

CAPITAL.COM

Capital.com è dotato di un sistema avanzato basato sull'intelligenza artificiale, utile a ridurre i rischi e massimizzare i profitti.

  • TradingView + MetaTrader4
  • App educativa gratuita
  • Trading con algoritmi [New]

Inizia ora

81,40% of retail CFD accounts lose money.

FP MARKETS

FP Markets è ideale per chi vuole una piattaforma ricca di strumenti per il trading automatico come EA, MT4/5 e segnali.

  • Spreads 0.0 pips
  • MetaTrader 4/5
  • Segnali trading

Inizia ora

48% of retail CFD accounts lose money.

TRADE.COM

Trade.com è un broker multiassets per trading in CFD e DMA ricco di caratteristiche che lo rendono esclusivo.

  • MetaTrader 4
  • Segnali di trading
  • Corsi individuali gratuiti

Inizia ora

79,90% of retail CFD accounts lose money.

Una lezione da non dimenticare: è importante trovare le aziende giuste su cui investire, ma è anche importante trovare gli intermediari giusti per farlo. Avere un broker che sia sicuro, conveniente sul fronte dei costi e offra una piattaforma facile da utilizzare. Il team di TradingOnline.com® mette molta enfasi su questo aspetto e settimanalmente compie una verifica a 360° di tutto il mondo dei broker disponibili in Europa.

Tutti i broker consigliati sul nostro sito sono autorizzati da Consob e offrono la possibilità di scambiare azioni di tutti i principali mercati americani e europei. Inoltre supportano tutti la possibilità di aprire un conto demo, in modo da poter testare il servizio senza rischi e usando solo capitale virtuale.

Azioni social media: la nostra opinione

Il portafoglio azionario di TradingOnline.com®, copiabile gratis su eToro, comprende al momento due titoli legati ai social media (Meta e Alphabet). Secondo le nostre analisi questo è sufficiente per ottenere la giusta esposizione al settore, in base alle condizioni macroeconomiche presentate dai mercati nel 2022.

I social media, a lungo termine, sono sicuramente un valido investimento. La crescita economica porta con sé crescita della spesa pubblicitaria, e sempre più persone nei paesi emergenti hanno i mezzi tecnologici per accedere a queste piattaforme. Nel breve termine, però, vediamo difficile che il settore possa conoscere una fase positiva.

Le aziende stanno scontando lo spettro di una recessione, che a livello tecnico -due trimestri di crescita negativa- è già in corso negli Stati Uniti. La contrazione della spesa pubblicitaria è inevitabile anche per via dei tassi di interesse in rialzo, che rendono molto più costoso attingere a della liquidità con cui foraggiare la crescita di un’impresa.

Tutto questo arriva in un momento in cui prima le autorità europee, poi Apple e infine Google hanno ristretto molto il passaggio di dati dagli utenti alle piattaforme e dalle piattaforme agli inserzionisti. La pubblicità online è diventata meno efficace a parità di spesa, per cui i ricavi e l’utile delle azioni legate ai social ne hanno sofferto.

In tutto questo, è importante notare che ByteDance non è quotata in Borsa. Questo ci ha impedito di parlare di TikTok all’interno della guida, ma è un brand che è tornato più volte nelle presentazioni trimestrali degli altri social network quotati in Borsa. L’espansione di questa piattaforma sembra non conoscere freni nemmeno nel post-pandemia, e porta via una quota di mercato importante lasciando una torta più piccola da spartire per i competitor.

Conclusioni

I social media hanno cambiato definitivamente il modo di vivere le relazioni tra le persone. Oggi è normale conoscere nuove persone online, mantenere rapporti con amici che vivono dall’altra parte del mondo e gestire una rete di conoscenze più grande di quella che qualunque generazione passata abbia avuto. Tutto grazie a quella scintilla iniziata dalla prima versione di Facebook, e diventata oggi un ecosistema mondiale.

Una rivoluzione così importante come quella delle relazioni umane, ovviamente, porta con sé un grande impatto economico. Ed è quello che la storia dei social media ha conosciuto negli ultimi 18 anni. A distanza di quasi due decenni dall’inizio di questa rivoluzione, però, il suo slancio sta rallentando. La maggior parte delle piattaforme più conosciute riesce ad aggiungere nuovi utenti a un ritmo più lento di quanto faceva 5 anni fa.

Questo trend non farà nient’altro che continuare, dal momento che a un certo punto quasi tutta la popolazione mondiale starà già usando i social. La vera opportunità è la crescita del business della pubblicità online nel tempo, ma questi potrebbero essere gli ultimi 10 anni prima che i social entrino in una fase di stagnazione a lungo termine.

FAQ: Domande e risposte frequenti sulle azioni legate ai social media

Conviene investire sui social media?

Dopo un tracollo nel corso del primo semestre del 2022, le azioni legate ai social media sono in una buona posizione per pensare di ottenere una rivalutazione sul lungo termine.

Quali azioni di social network staccano un dividendo?

Al momento tutte le principali azioni legate ai social media non staccano un dividendo. La forte concorrenza nel settore, aumentata con l’arrivo di TikTok, fa in modo che più aziende siano concentrate sul fatto di reinvestire l’utile per attirare nuovi utenti.

Quali sono i migliori broker per comprare azioni legate ai social?

Il nostro consiglio è di puntare su eToro per comprare i titoli veri e propri, mentre FP Markets e Capital.com offrono un ottimo servizio per investire sui CFD delle azioni connesse ai social network.

Si possono comprare azioni di TikTok?

Al momento ByteDance, la società che ha fondato TikTok, non è quotata in Borsa. Per via di una disputa internazionale che potrebbe vedere le azioni cinesi rimosse dai listini americani, l’azienda sta probabilmente aspettando che la situazione si stabilizzi prima di procedere con una IPO.

Meglio comprare azioni Meta o Twitter?

Meta ha un universo pubblicitario molto più sviluppato rispetto a Twitter, e il titolo viene venduto a multipli più bassi. Dalla prospettiva di un investitore, Meta ha più prospettive di crescita a lungo termine: la scommessa sul metaverso potrebbe pagare o no, ma il business rimane estremamente solido.

Perché le azioni dei social stanno scendendo?

Il 2022 è stato un anno difficile per le azioni legate ai social media. TikTok ha portato via molti utenti ai competitor, mentre le restrizioni sulla privacy applicate da Apple e Google hanno ridotto le cifre che gli inserzionisti sono disposti a pagare per gli spazi pubblicitari.

Quali sono le migliori azioni dei social media cinesi?

Weibo e Tencent sono attualmente i due principali titoli da considerare per ottenere esposizione ai social media cinesi. Le due imprese controllano WeChat e Weibo, i due social più utilizzati in assoluto in Cina.

Il voto di ©TradingOnline.com


⭐⭐⭐⭐⭐

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *