Pubblicato il

Grafici Forex

Forex

I grafici Forex sono strumenti di analisi tecnica imprescindibili. Tengono traccia del movimento storico dei prezzi, dei volumi e di altri dettagli importanti per mettere a punto strategie e posizioni.

Imparare a leggerli, conoscere le diverse modalità con le quali possono essere disegnati, sfruttare tutti gli strumenti che mettono a disposizione è fondamentale per chi vuole operare con successo nel mercato valutario.

La rappresentazione grafica del prezzo di una coppia di valute non ̬ mai fine a se stessa: riesce a raccontare storie Рa chi le sa leggere Рricche di informazioni, per capire il passato e il presente e Рnei limiti Рper prevedere il futuro.

Guida ai grafici Forex, a cura di ©TradingOnline.com. Quali sono, come studiarli e qual'è il significato di ognuno.
Guida ai grafici Forex: tipologie e funzionamento – Guida completa a cura di ©TradingOnline.com

Non si può pensare di fare trading sul Forex, anche amatorialmente o per gioco, senza confrontarsi con la nobile arte dell’analisi del grafico. Anche per chi non volesse applicare analisi tecnica, i grafici sono uno snodo fondamentale, anche per valutare che impatto hanno determinate notizie sull’andamento di una coppia. Rimane per tutti la necessità di capirne il funzionamento intimo – pena il non avere a disposizione gli strumenti di base per fare trading sul Forex.

Principali caratteristiche dei Grafici Forex:

❓A che servono:Fare analisi tecnica
💰Quanto costano:Gratuiti sulle migliori piattaforme
📈Tipologie:Multipli, Linee, Candele, Heikin Ashi, Renko
⌚In tempo reale:🥇Migliori grafici in tempo reale
Grafici per il Forex – principali caratteristiche

Cos’è un grafico forex e come funziona

Il grafico Forex è uno strumento di rappresentazione, che indica in qualunque momento il determinato prezzo di una coppia valutaria. È un banale grafico cartesiano, dove sull’asse orizzontale è riportato il tempo, mentre sull’asse verticale il valore di una determinata coppia. Può avere qualunque livello di dettaglio e – grazie a rappresentazioni specifiche – può anche portare indicazioni importanti come massimo e minimo giornaliero, prezzi di apertura e chiusura, volumi, etc.

  • Grafico cartesiano

Tutti i grafici Forex partono dalla rappresentazione su assi cartesiani. Sull’asse orizzontale viene segnato il tempo, in giorni, ore, minuti e secondi. All’asse verticale è invece lasciato il compito di segnalare il prezzo. Emerge così una linea continua che rappresenta, nella sua versione di base, l’andamento storico del prezzo di una determinata coppia.

Caratteristiche base grafici Forex - infografica a cura di ©TradingOnline.com
Le caratteristiche basilari dei grafici Forex
  • Livello di dettaglio

Le migliori piattaforme di trading tengono traccia del minimo movimento di prezzo e lo riportano su grafici di dettaglio infinito. Possiamo pertanto rappresentare, in modo semplice, l’andamento dei prezzi prendendo ad unità temporale minima anche il semplice secondo. Per chi invece ha bisogno di una visione più di insieme, il dettaglio temporale si può ridurre, per leggere i dati su base giornaliera, settimanale, mensile o anche annuale.

  • Tipologia di rappresentazione

Il grafico a linea Ã¨ il più semplice. Negli anni, mutuando strumenti anche da altri mercati, i grafici Forex si sono arricchiti di altre modalità di rappresentazione. Rappresentazione grafica a candele giapponesi, oppure in modalità OHCL, o ancora a barre. Diverse modalità di rappresentazione grafica riescono a rappresentare diversi tipi di dati, con il prezzo nel tempo che rimane il più importante, ma sicuramente non l’unico.

  • Indicatori di analisi tecnica

È sempre sui grafici Forex che vengono applicati gli indicatori per l’analisi tecnica, strumenti che permettono di analizzare l’andamento presente e futuro – in relazione a determinati calcoli e dati (come i volumi) di una determinata coppia. Ad oggi un grafico Forex che non possa incorporare gli indicatori è da ritenersi come troppo basico per offrire un vero sostegno a chi investe.

🥇Migliori Grafici Forex in tempo reale

I grafici Forex sono legati alle diverse piattaforme offerte dai broker. La più popolare tra queste piattaforme rimane MetaTrader, che è anche la più completa in termini di strumenti aggiuntivi da applicare al Forex. La concorrenza tra diversi broker ha portato anche allo sviluppo di piattaforme che oggi possono battersela, almeno su alcuni punti, con MetaTrader. È il caso di ProCharts, realizzata e messa a disposizione da un broker, eToro, il quale non offre i servizi della piattaforma sopracitata.

  • MetaTrader

È e probabilmente rimarrà per il futuro la piattaforma ideale per chi ha bisogno di grafici Forex in tempo reale e dei relativi indicatori e oscillatori. MetaTrader permette, già nella sua versione di base, di visualizzare i grafici Forex in linea, con candele giapponesi e anche con grafico a barre. La grande duttilità della piattaforma in questione permette anche di modificare i colori, sia dello sfondo sia degli elementi mostrati, andando così a rendere l’impatto di visualizzazione consono alle nostre specifiche necessità.

MetaTrader con Alligator e candele giapponesi - a cura di ©TradingOnline.com
MetaTrader con grafico a Candela Giapponese e indicatore Alligator integrato

MetaTrader è anche l’unica piattaforma ad offrire piena personalizzazione dell’interfaccia, permettendo di inserire a monitor quanti più grafici possibile in parallelo, decidendone collocazione e dimensioni. Completano il quadro dell’offerta di MetaTrader in termini di grafici gli oscillatori e gli indicatori di trading. Possono essere scelti tra gli oltre 70 già inclusi nella piattaforma e applicati direttamente sul grafico o su una finestra separata.

In aggiunta, MetaTrader include un linguaggio di programmazione interno, ovvero MQL. Tramite questo linguaggio di programmazione potremo scrivere script che svolgono ulteriore analisi dei grafici Forex, oppure scaricarne altri fatti da terzi e subito integrabili anche nella nostra interfaccia. Altri Expert Advisor (EA Script automatici) invece applicano segnali, sempre direttamente sul grafico, altra possibilità vantaggiosa per chi dovesse decidere di affidarsi a MetaTrader per fare analisi sui grafici Forex.

  • ProCharts di eToro

eToro (iscriviti qui per il conto dimostrativo) offre la sua nuova piattaforma di grafici ProCharts. Piattaforma via web e dunque accessibile da qualunque tipo di PC o di dispositivo mobile, che integra diversi indicatori e oscillatori.

Tipi di Grafici: Con ProCharts di eToro è possibile scegliere in un click tra grafici lineari, grafici a barra e candele giapponesi. È inoltre disponibile la modalità Montagna e anche la visualizzazione di candele vuote, per alcuni più facili da leggere rispetto alla versione tradizionale.

eToro ProCharts con candele giapponesi - a cura di ©TradingOnline.com
ProCharts di eToro con candele giapponesi

Studi 1 e 2: nella sezione Studi è possibile applicare i diversi indicatori e oscillatori presenti sulla piattaforma grafica di eToro. Sono presenti nel complesso più di 60 tra indicatori e oscillatori, applicabili su ciascuno degli asset e delle coppie presenti nei listini del broker.

Strumenti: nella sezione strumenti si possono invece trovare le funzionalità di disegno a mano libera, che può aiutarci ad applicare altre chiavi di lettura ai dati che arrivano dal mercato.

Confronta: forse la funzionalità graficamente più importante tra quelle include in ProCharts. È infatti possibile sovrapporre i grafici di due diversi asset o coppie, per paragonarne l’andamento. Sul termine di paragone non potranno essere applicati ulteriori strumenti grafici (non è possibile, almeno per il momento, una visualizzazione a candele o con barre), ma rimane un ottimo strumento per valutare in parallelo due mercati.

  • Piattaforma proprietaria Capital.com

Chiude il quadro dei migliori grafici in tempo reale la piattaforma proprietaria di Capital.com, alla quale si può accedere gratuitamente e che permette di avere grafici Forex in tempo reale su tutte le oltre 100 coppie che sono disponibili sul mercato.

Capital.com grafico Forex candele, a cura di ©TradingOnline.com
Piattaforma Capital.com: grafico a candele con applicazione di Ichimoku Clouds

Sono inclusi tutti i principali indicatori e oscillatori, che possono essere inseriti direttamente sul grafico, sfruttando anche il sistema multi-layer, che come nei migliori software di editing grafico ci permette di aggiungere e togliere diversi livelli di approfondimento grafico.

Anche questa, tenendo conto dei minimi limiti tecnici che una piattaforma web offre, è una sezione grafici Forex di ottimo livello – più che sufficiente per qualunque esigenza di approfondimento da parte dei trader online.

Per approfondimenti, leggi anche:

Migliori piattaforme con i Grafici Forex Gratuiti

ETORO

eToro è il broker di Social Trading leader al mondo, ideale per i giovani traders che vogliono fare trading automatico copiando i più esperti.

  • Copia i traders migliori
  • CopyPortfolios
  • Azioni a 0 commissioni

Inizia ora

67% of retail CFD accounts lose money.

CAPITAL.COM

Capital.com è dotato di un sistema avanzato basato sull'intelligenza artificiale, utile a ridurre i rischi e massimizzare i profitti.

  • TradingView + MetaTrader4
  • App educativa gratuita
  • Trading con algoritmi [New]

Inizia ora

75% of retail CFD accounts lose money.

FP MARKETS

FP Markets è ideale per chi vuole una piattaforma ricca di strumenti per il trading automatico come EA, MT4/5 e segnali.

  • Spreads 0.0 pips
  • MetaTrader 4/5
  • Segnali trading

Inizia ora

48% of retail CFD accounts lose money.

TRADE.COM

Trade.com è un broker multiassets per trading in CFD e DMA ricco di caratteristiche che lo rendono esclusivo.

  • MetaTrader 4
  • Segnali di trading
  • Corsi individuali gratuiti

Inizia ora

79,90% of retail CFD accounts lose money.

I migliori broker Forex si affidano tutti a sistemi in grado di riportare, in tempo reale, i grafici Forex. Alcuni di questi possono affidarsi alla già citata MetaTrader, mentre altri invece si affidano a soluzioni sviluppate in proprio, anche queste già citate nel corso di questo approfondimento.

🥇TRADE.COM

Trade.com è un broker multi-asset che permette di investire tramite CFD, in modalità DMA e anche con accesso a portafogli di risparmio gestito e IPO. Per quanto concerne la parte in DMA, questo broker offre sia la sua piattaforma proprietaria – con grafici all’altezza e la possibilità di inserire indicatori e oscillatori, sia la ben più nota MetaTrader.

Si può accedere alle piattaforme anche tramite conto demo gratuito, con il quale poter testare le funzionalità anche in relazione al grafico. Ricordiamo a questo proposito che MetaTrader è piattaforma neutra e che le modalità offerte su Trade.com sono le stesse presenti sugli altri broker che andremo a citare.

Leggi la guida completa: Trade.com recensione ed opinioni

🥇FP Markets

FP Markets è la seconda delle nostre piattaforme consigliate ad offrire anche MetaTraderSi può provare gratuitamente in versione demo, con la possibilità di investire fino a 100.000 USD di capitale virtuale, anche allo scopo di imparare il funzionamento dei grafici e degli indicatori e oscillatori ad esso collegati.

FP Markets è un broker che permette di investire su oltre 11.000 titoli, incluse 60 coppie Forex, sia tra quelle maggiori che tra quelle minori, con una buona selezione delle cosiddette valute esotiche. Il broker è australiano, ma dotato di una regolare licenza di trading per l’Europa – e pertanto offre piena tutela secondo le regole UE ai propri clienti.

Leggi la guida completa: FP Markets recensione ed opinioni

🥇ETORO

eToro ha invece deciso di affidarsi ad una soluzione sviluppata in proprio. Oltre al grafico di base incluso nella Dashboard di trading, oggi propone accesso anche a ProCharts, sistema di grafici Forex e per altri mercati accessibile direttamente via web.

Anche all’interno di ProCharts sono disponibili oltre 60 indicatori e oscillatori, nonché degli strumenti di disegno a mano libera direttamente sul grafico. Il tutto presso un broker che offre oltre 2.100 asset sui quali investire – con azioni, ETF e criptovalute che sono disponibili anche in modalità DMA. ProCharts si può testare liberamente con un conto dimostrativo di eToro per fare pratica – è gratuito e si può utilizzare senza dover mai passare ad un conto reale.

Leggi la guida completa: eToro recensione ed opinioni

🥇CAPITAL.COM

Anche Capital.com opera tramite una piattaforma gratuita via web, che incorpora anche dei grafici e gli strumenti per l’analisi degli stessi. Direttamente dall’interfaccia web di questo broker è possibile applicare tutti i principali indicatori, nonché i migliori oscillatori per l’individuazione dei trend. Capital.com – che si può fare pratica in versione demo gratuita – è un broker esclusivamente CFD che propone ai suoi clienti oltre 3.000 titoli a margine, comprese oltre 100 coppie Forex, per uno dei broker più forniti su questo specifico mercato.

La piattaforma web di Capital.com per la rappresentazione dei grafici Forex è tra le più fornite – almeno in ambito web e multipiattaforma – e sicuramente uno standard molto importante con il quale gli altri broker dovranno necessariamente confrontarsi.

Leggi la guida completa: Capital.com recensione ed opinioni

📈Tipologie di Grafici Forex

Esistono diverse tipologie di grafici Forex, ovvero di rappresentazioni grafiche utili che includono non solo il prezzo attuale, presente e futuro, ma anche una sintesi di altri tipi di dati. Le tipologie di base di grafici Forex partono da tre basi principali: i grafici a linea, i grafici a barra e i grafici a candela giapponese.

Da queste versioni di base sono nate poi ulteriori versioni, che rappresentano in modo ancora più particolare determinati dati inerenti il prezzo e il movimento degli stessi, in relazione ad una determinata coppia.

  • Grafici forex multipli

I grafici Forex multipli altro non sono che l’organizzazione, a livello di interfaccia, di più grafici sulla stessa schermata.  Ãˆ un modus operandi tipico di chi segue, allo stesso tempo, più coppie Forex, oppure di chi segue beni correlati – direttamente o inversamente – tra loro.

Qui si potrebbe aprire una lunghissima discussione sul tipo di hardware del quale bisognerebbe dotarsi per un’impostazione dei grafici di questo tipo: siamo altresì abituati a vedere i professionisti impegnati su diversi monitor, ciascuno dei quali con uno o più grafici. In realtà, quando si sceglie una piattaforma duttile come MetaTrader, non ci sono limiti alle possibilità organizzative e rimane a nostra completa discrezione l’organizzazione in parallelo o meno di diversi grafici Forex.

Allo stesso tempo anche le soluzioni web hanno cominciato a darsi da fare in questo senso: ProCharts di eToro (qui per testarla in demo gratuitamente) offre in pochi click la possibilità di sovrapposizione tra due diversi grafici, permettendo in un solo colpo d’occhio di avere un confronto immediato tra due diversi andamenti.

  • Grafici a linee

Il grafico a linea è la più semplice rappresentazione dei dati del Forex. Ogni punto che compone la linea rappresenta un determinato prezzo in un determinato tempo passato. Unendo i punti, si crea una linea che offre un colpo d’occhio immediato sull’andamento di una coppia Forex.

Forex Grafico a Linee - infografica a cura di ©TradingOnline.com
Il grafico a linea è il più semplice, seppur utile in lcune applicazioni

Che tipo di informazioni offre: il grafico a linee è la base minima di rappresentazione grafica dell’andamento dei prezzi di una coppia Forex. Non sono riportate graficamente informazioni, se non quelle del prezzo in un determinato momento. Come vedremo più avanti, altri tipi di grafici, pur in modo compatto, riesco a fornire molte più informazioni.

Il vantaggio del grafico a linee: è sicuramente il più immediato. Permette di visualizzare in pochissimi attimi l’andamento di una coppia Forex sul breve, medio e lungo periodo, senza necessità alcuna di interpretazione da parte del trader.

Lo svantaggio del grafico a linee: il grafico a linee è particolarmente scarno di informazioni, soprattutto rispetto alle candele giapponesi e anche ai grafici a barre. Non è sicuramente il punto di partenza ideale per fare delle analisi.

Evoluzione del grafico a linee: l’unica evoluzione nata dal grafico a linee è il grafico cosiddetto a montagna, dove lo spazio tra il punto di prezzo e l’asse temporale viene colorato in modo pieno. Può essere più comodo da leggere per qualcuno, ma di miglioramenti tecnici e delle informazioni fornite non ce ne sono.

  • Grafici a candele

Nella famiglia dei grafici a candele, detti anche a candele giapponesi, vengono riportati in modo immediatamente visibili ben 4 diversi valori per ogni punto grafico: il prezzo di apertura e di chiusura, il massimo raggiunto nella giornata di trading e il minimo.

Candele Giapponesi funzionamento - infografica a cura di ©TradingOnline.com
Leggere le candele giapponesi non è banale. Apertura e chiusura sono infatti invertite, nel caso di guadagno o perdita di valore della posizione

Sono pertanto degli ottimi e sintetici indicatori dell’intero movimento fatto dal prezzo di una coppia Forex nell’arco – in generale – di una giornata e sono tra i preferiti di chi fa analisi tecnica sul Forex.

Che tipo di informazione offre: Il grafico a candele giapponesi offre in modo sintetico il prezzo di apertura e di chiusura (rappresentato dal corpo) e il punto di massimo e minimo di prezzo all’interno dello stesso spazio temporale, rappresentato dalle barre. Tendenzialmente il grafico a candele giapponesi non si utilizza per il breve e brevissimo periodo, ma per rappresentare i movimenti di un’intera giornata di trading. Motivo per il quale per chi fa trading sul brevissimo periodo non è sempre utile.

Il vantaggio del grafico a candele: il grafico a candele giapponesi offre una rappresentazione immediata dei prezzi salienti durante una giornata di trading su di una determinata coppia. Possono essere dunque utilizzati per avere un sunto molto efficace graficamente del movimento dei prezzi giorno per giorno.

Grafici candele - infografica a cura di ©TradingOnline.com
I grafici a candele sono tra i più utilizzati da chi fa trading nel Forex

Lo svantaggio del grafico a candele: il grafico a candele giapponesi, per essere funzionale, ricorre a intervalli temporali molto più ampi del grafico a linee. Pertanto rimane molto difficile capire i movimenti intraday nel dettaglio, se non addirittura impossibile.

Evoluzione del grafico a linee: Heikin-Ashi, che è una modalità alternativa che utilizza sempre l’elemento grafico delle candele, rappresentando però punti informativi relativamente diversi.

Curiosità: il grafico a candele giapponesi viene associato al paese del Sol Levante proprio perché fu inventato, più di due secoli fa, dai grandi commercianti di riso. Soltanto più tardi il mondo della finanza recepirà la grande utilità di questa rappresentazione grafica e la farà propria.

  • Grafici a barre

I grafici a barre offrono una rappresentazione pressoché identica dei dati, rispetto a quelli a candele. L’acronimo che viene utilizzato sul mercato per individuarli è OHLC – open, high, low, close – ovvero le quattro grandezze che rappresentano su di una singola barra.

Che tipo di informazioni offre: in una singola barra sono rappresentati il prezzo di apertura, il prezzo massimo, il prezzo di chiusura e il prezzo minimo di un asset all’interno di un determinato periodo di trading. Anche in questo caso l’unità temporale tipica è la giornata di trading, proprio come per le candele giapponesi.

Grafici Forex a barre - infografica a cura di ©TradingOnline.com
I grafici a barre rappresentano le stesse informazioni contenute nei grafici a candela

Come funziona: il grafico a barre mostra con una linea a sinistra il prezzo di apertura e con una linea a destra il prezzo di chiusura. Il corpo della barra rappresenta invece il massimo e il minimo ottenuti in giornata. I valori rappresentati, per qualità, sono pressoché li stessi del grafico a candele giapponesi classico.

Svantaggi del grafico a barre: per taluni questo tipo di grafico è più difficile da leggere, a colpo d’occhio, rispetto alle candele giapponesi. Si tratta però di una preferenza personale sulla quale non possiamo esprimerci. Per quanto concerne gli svantaggi operativi, è necessario ripetere quanto già detto per i grafici a candela. Non possono rappresentare un movimento fluido di prezzo, prendendo soltanto, nell’arco temporale prefissato, i punti di massimo e minimo, nonché aperture e chiusure.

Alternative nate dal grafico a barre: non ne esistono. Si tratta di una rappresentazione di base, con ottimi punti informativi, che però è rimasta sempre nella sua versione di base. Fa della semplicità uno dei suoi punti di forza.

  • Grafico a candele Heikin-Ashi

Il grafico a candele Heikin-Ashi è un’evoluzione del grafico classico a candele giapponesi, che rappresenta valori leggermente diversi. Il nome viene dal giapponese e sta per barra delle medie, che è il sunto di quello che queste candele rappresentano nei grafici forex.

Che tipo di informazioni offre: il grafico Heikin-Ashi offre una formula di tipo COHL, ovvero close, open, high, low. Sono più utili per rappresentare una media del movimento piuttosto che massimi e minimi come nel caso delle candele classiche. In aggiunta, offrono una rappresentazione grafica più immediata dei trend positivi e negativi, cosa che non è sempre facilmente intuibile con le candele classiche.

Gli svantaggi di questa rappresentazione grafica: tendenzialmente non ne esistono e sono, per tutti i trader ben preparati, un’alternativa più utile alle classiche candele giapponesi. Purtroppo non tutte le piattaforme di trading includono, in modo semplice, quella modalità rappresentativa dei dati.

  • Grafico RENKO

Una tipologia di grafico che almeno all’apparenza potrebbe sembrare simile alle candele giapponesi, ma non lo è affatto. Il principio secondo il quale avviene questa rappresentazione è quella del minimo di movimento. Fissata una percentuale, il grafico Renko aggiunge blocchi verdi o rossi soltanto quando ci sia stata una variazione di almeno quel minimo.

Facciamo l’esempio di un grafico Renko in variazione standard k = 2. Aggiungeremo un blocco verde ogniqualvolta ci sia un aumento di prezzo del 2% rispetto al corrente, e un blocco rosso quando ci sarà una variazione di prezzo in senso inverso. In caso di +6% dovremo aggiungere tre diversi blocchi verdi. Nel caso di perdita del 4%, dovremo aggiungere due blocchi rossi.

Grafico Renko - a cura di ©TradingOnline.com
Il grafico Renko su ProCharts di eToro

Che tipo di informazioni offre: le informazioni del grafico Renko non tengono affatto in conto il fattore tempo, ma si limitano a rappresentare le tendenze del mercato, tipicamente di lungo periodo. Non si tratta di informazioni molto utili per fare trading operativo sul breve. Può essere relativamente utile, impostando un k sufficientemente alto, per filtrare il rumore che arriva dai grafici.

Svantaggi del grafico Renko: al ridursi del “k“, aumenta il livello di rumore di questo grafico, ovvero la quantità di informazioni completamente inutili per chi fa trading. Riteniamo che sia un grafico, pertanto, da utilizzarsi soltanto da parte di chi ha bisogno di informazioni molto specifiche e sappia impostare “k” congrui per l’ottenimento di suddetta informazione.

Alternative: il grafico Kagi e il grafico Three-Point-Break partono da presupposti molto simili al grafico Renko e ne sono alternative in alcuni casi maggiormente funzionali.

Grafici forex: consigli e strumenti didattici per imparare

I grafici Forex esistono per dare una rappresentazione immediata dell’andamento dei mercati. Questo però non vuol dire che non ci sia la necessità di comprendere come funzionano e di studiare, se necessario.

Comprendere a fondo il funzionamento, per fare un esempio, delle Heikin-Ashi permette di operare con maggiore profitto sui mercati e di sfruttare in modo completo il tipo di informazioni che offrono. Lo stesso vale per le altre elaborazioni complesse e per indicatori e oscillatori che si possono aggiungere liberamente sul grafico.

Come leggere correttamente un grafico forex

Non esiste una sola modalità di lettura per i grafici Forex: a seconda del tipo di grafico che avremo scelto, dovremo tenere conto di talune particolarità. Indicheremo pertanto le letture di base di ogni tipologia di grafico, rimandando poi ove necessario ad ulteriori approfondimenti.

  • Grafico a linea: lettura corretta

Il grafico a linea è il più semplice da leggere. È costituito da una semplice linea che unisce i punti di prezzo differenti che l’asset ha avuto in determinati momenti. Non vi è nulla da interpretare: quando la linea sale, vuol dire che il prezzo sta salendo, e viceversa.

  • Grafico a candele giapponesi: lettura corretta

Il grafico a candele giapponesi di base è un grafico che rappresenta prezzo di apertura, prezzo di chiusura e punti di massimo e minimo durante la stessa giornata di trading. Ci sono poi determinati pattern che indicano, con un buon grado di approssimazione, i rapporti di forza sui mercati.

Bearish engulfing pattern: è il pattern che vede una candela rossa di dimensioni superiori all’immediatamente precedente candela verde. Segnala un pattern dove i venditori sono tornati in controllo del mercato – indicando una situazione che lascia presumere ulteriori cali di prezzo.

Bullish Engulfing pattern: è un pattern speculare. Una posizione di candela rossa e breve viene immediatamente seguita da una candela verde che è molto maggiore per dimensioni. Indica che il mercato è tornato nelle mani dei compratori e che pertanto ci si attende un trend rialzista.

pattern candele giapponesi - infografica a cura di ©TradingOnline.com
I pattern più comuni del grafico a candele giapponesi

Bearish Harami: si ha quando abbiamo una candela rossa che è completamente contenuta nella precedente candela verde, durante un trend positivo. In questo caso a dominare è l’incertezza dei compratori. C’è da attendere in questo caso, secondo i manuali di scuola, ulteriori sviluppi sui mercati, che si presuppongono comunque ribassisti.

Bullish Harami: anche questa è una posizione completamente speculare alla Bearish Harami. In questo caso è la candela verde ad essere completamente inclusa nella candela rossa precedente, nel mezzo di un trend negativo.

Doji: è rappresentato semplicemente da una croce, che indica virtualmente che il prezzo di apertura e chiusura di una coppia è tecnicamente identico.

Come si usa un Grafico Forex

I grafici Forex possono essere utilizzati a diversi scopi: possono essere uno storico dei prezzi, un metodo per individuare trend e per stabilire anche quanto a lungo dureranno.

Soprattutto per questa ultima funzionalità, dovrebbe essere spesa qualche parola: si conoscono ormai molto bene i funzionamenti dei grafici Forex e quello che riescono a segnalare. Possono essere un utilissimo strumento di investigazione della realtà e di informazione sulle possibilità future.

Non possiamo però dare né ai grafici in senso stretto, né agli indicatori e agli oscillatori che possono includere il certificato di infallibilità. Possono esserci imprevisti, possono esserci questioni più profonde che i grafici non riescono a catturare, così come semplicemente possono esserci degli andamenti che smentiscono le teorie prevalenti.

Non siamo nel campo della matematica, ma della probabilità: i grafici possono essere, con le diverse letture che se ne possono dare, molto utili. Ma guai a ritenerli infallibili in qualunque tipo di informazione siano pronti ad offrirci.

  • Applicare i grafici Forex su MetaTrader

MetaTrader offre diverse funzionalità sui grafici, che possono essere facilmente utilizzate anche da chi è completamente a digiuno di informazioni su questa piattaforma. Non appena apriremo la piattaforma, ci troveremo davanti ad un grafico EUR/USD, o dell’altra coppia che secondo il broker è maggioritaria.

Aggiungere un altro grafico: per aggiungere un altro grafico dovremo andare sul Market Watch / Vista del Mercato, la colonna di sinistra dove sono elencati i titoli disponibili, cliccare con il tasto destro e selezionare Finestra Grafico. Il grafico a questo punto verrà inserito nella parte centrale della piattaforma.

Interfaccia metatrader grafici - a cura di ©TradingOnline.com
La legenda per l’interfaccia di MetaTrader

Modificare il tipo di grafico: appena il grafico sarà aperto, verrà rappresentato con un Grafico a barre, che potrebbe essere non quello ideale per le nostre operazioni. Dalla barra superiore (lo abbiamo indicato nello screenshot), potremo indicare il grafico a candele giapponesi e anche quello a linea.

Modificare la rappresentazione grafica: il grafico di MetaTrader è su sfondo nero, con candele positive nere e candele negative bianche. Possiamo modificare questa impostazione dei colori andando sul menù superiore, scegliendo Grafici e poi Proprietà. Potremo così scegliere qualunque tipo di combinazione di colore.

Inserire indicatori e oscillatori: per inserire direttamente a grafico gli indicatori e gli oscillatori, dovremo andare su Inserisci e scegliere lo strumento che vogliamo applicare. Per rimuoverlo invece ci basterà cliccare con il tasto destro sul grafico e scegliere Rimuovi indicatore.

  • Applicare i grafici su ProCharts

Anche ProCharts dell’affidabile piattaforma trading eToro offre un sistema semplice per cambiare tipo di grafico e per applicare i principali indicatori. Per modificare il tipo di rappresentazione, dovremo cliccare sul bottone che sulla parte in alto, tra gli strumenti a mano libera e l’indicatore temporale. Dalla sezione Tipo di Grafico potremo scegliere tra candele piene, candele vuote, linea e barra.

eToro procharts inserisci grafici - a cura di ©TradingOnline.com
In alto, in blu, la sezione dove inserire grafici e modificare rappresentazione

Aggiungere indicatori e oscillatori: sempre dalla stessa schermata di Impostazioni, potremo scegliere nelle sezioni Studi – parte 1 e Studi – parte 2 i diversi indicatori e oscillatori presenti sulla piattaforma. Gli indicatori possono essere rimossi semplicemente clickando con il tasto destro e poi scegliendo Rimuovi.

Mettere due grafici in parallelo: sempre dalla sezione Impostazioni, sarà possibile scegliere un grafico da mettere a confronto, che è limitato però nella rappresentazione al grafico a linee. Può essere comunque utile aggiungerlo al nostro grafico, per comparare rapidamente l’andamento delle due diverse valute e coppie.

Grafici forex videocorsi

Abbiamo selezionato tre diversi video di approfondimento sui grafici Forex, gratuiti e consultabili direttamente su YouTube, una piattaforma che permette anche di aggiungere dei sottotitoli automatici nel caso dei video inglesi.

  • Come Leggere i Grafici – Analisi Tecnica

Un buon video per chi vuole un’infarinatura di base su come leggere i grafici e su come utilizzarli per fare previsioni. Un buon video, un altrettanto buono punto di partenza per chi vuole saperne di più e vuole cominciare a cimentarsi con l’analisi tecnica.

  • The Ultimate beginners guide to reading a candlestick chart

In poco più di 15 minuti tutto quello che c’è da sapere sulla lettura dei grafici a candela. Probabilmente il miglior video mai pubblicato sull’argomento e un’ottima base sulla quale iniziare a studiare i grafici a candela giapponese. In inglese, ma facile da seguire. In alternativa, si possono sempre aggiungere i sottotitoli.

  • How to use Renko Charts in Forex

Video immediatamente operativo che spiega il funzionamento tecnico dei grafici Renko, in situazione di mercato reale e in fase di live trading. Forse difficile da seguire per chi non ha già grande esperienza, ma comunque utile da guardare per diversi spunti inclusi nel video. Solo 11 minuti, ma di pura informazione.

Corsi trading sull’uso dei grafici forex

Abbiamo anche individuato 3 diversi corsi, liberamente consultabili online, che possono offrire un ulteriore approfondimento sull’argomento grafici Forex.

  • Charting Basics di Corner Trader – QUI

eBook che affronta tutte le principali tipologie di grafici Forex, fornendo le basi per comprendere informazioni e previsioni che ciascuno può offrire a chi fa trading.

  • Guida all’analisi tecnica di Banca Sella – QUI

In questo testo sono presenti anche approfondimenti sui grafici e sulle diverse tipologie di organizzazione degli stessi. Sono anche inclusi degli approfondimenti sui principali indicatori che possono essere inseriti a grafico.

Il corso preparato dalla nostra redazione che affronta in modo organico tutti gli argomenti, principali e particolari, del trading online. Al suo interno è possibile anche scaricare un ebook formativo, completo e gratuito, che affronta il tema dei grafici forex.

Potrebbe interessarti anche:

Grafici forex: strumenti integrativi per fare analisi

Il grafico Forex non deve essere analizzato soltanto ad occhio nudo. Tutte le principali piattaforme integrano la possibilità di inserire oscillatori e grafici, per una lettura maggiormente proficua dell’andamento dei prezzi.

  • Indicatori

Sono strumenti di analisi automatica che hanno come obiettivo primario l’indicazione del trend, basandosi su calcoli matematici di diversa natura. L’importanza nell’individuare un trend è la seguente: il modo più conveniente per posizionarsi su qualunque tipo di mercato è seguendo un trend che non si è ancora invertito.

Avere nella nostra faretra digitale degli strumenti utili all’individuazione, anche grafica, di suddetti trend è molto vantaggioso. Ci sono decine, se non centinaia di indicatori che sono stati sviluppati negli anni. Taluni tendono ad offrire risultati in determinati contesti, altri invece funzionano al meglio in circostanze diverse. Non possono essere ritenuti mai degli strumenti affidabili al 100% per le previsioni future, pur offrendo (e qui abbiamo l’utilità) degli utilissimi insight su come dovrebbe muoversi il mercato in futuro.

  • Oscillatori

Sono un sottogruppo di indicatori che basano il loro funzionamento sull’indicazione del momentum, ovvero sull’indicazione dei momenti nei quali un determinato asset è in oversell overbuy. Integrandoli nel grafico possono offrire indicazioni importanti sui punti in cui il trend potrebbe capovolgersi, dandoci pertanto indicazioni relativamente chiare sul momento di ingresso e di uscita ideali durante le nostre fasi di trading.

Gli indicatori stocastici, in aggiunta a strumenti come l’indice RSI, la divergenza/convergenza tra medie mobili (MACD) e l’indice CCI sono gli oscillatori più comuni tra quelli inseriti automaticamente, dalle principali piattaforme, all’interno dei grafici Forex.

  • MetaTrader

La piattaforma più conosciuta che permette di inserire direttamente sul grafico – o in una finestra separata – indicatori e oscillatori è MetaTrader. Una piattaforma di trading molto tecnica, che è da sempre il faro dell’analisi tecnica e degli strumenti ad essa connessa, da poter applicare direttamente sul grafico oppure ancora in finestre separate.

MetaTrader ha un importante vantaggio competitivo anche grazie alla possibilità di poter scaricare, in formato Expert Advisor, nuovi oscillatori e indicatori, creati da indipendenti e liberamente applicabili sul grafico. Più che l’offerta di indicatori e oscillatori già presenti, a fare la differenza a favore di MetaTrader è la duttilità della piattaforma offerta.

Grafici forex: perchè sono importanti?

I grafici sono importantissimi per diversi motivi: sono lo strumento di base per l’analisi tecnica, offrono uno storico dei prezzi, permettono di analizzare quello che avviene in concomitanza di determinate notizie e anche di analizzare le proprie strategie.

  • Strumento di base per l’analisi tecnica

Tutto quanto concerne l’analisi tecnica parte dall’analisi del prezzo e del movimento dello stesso nel tempo. In aggiunta, l’analisi tecnica può rifarsi ad altri tipi di dati, come i volumi, che possono essere rappresentanti comunque sul grafico. Sempre sul grafico Forex l’analisi tecnica applica i suoi indicatori e i suoi strumenti.

  • Cosa avviene in relazione al calendario economico

Dato che i grafici Forex archiviano i prezzi, al secondo, anche del passato lontano, possono essere facilmente utilizzati per analizzare cosa è avvenuto in passato in concomitanza di determinate notizie, secondo il calendario economico. Siamo curiosi di sapere come i dati sulla disoccupazione USA impattano sul Dollaro Statunitense? Basta andare a ritroso nel grafico al giorno della pubblicazione di quei dati. I grafici sono pertanto importantissimi anche per l’analisi fondamentale.

  • Analizzare le proprie strategie

Tramite piattaforme evolute come MetaTrader, si possono anche confrontare gli andamenti delle proprie strategie automatiche e semi-automatiche su quanto è avvenuto in realtà in passato. Anche se gli andamenti passati non possono essere garanzia di quelli futuri, i grafici Forex rappresentano comunque la migliore base di dati per fare questo tipo di valutazioni.

Considerazioni finali

Imparare ad utilizzare i grafici Forex è il primo passo per un approccio scientifico e informato al mercato valutario. Anche se possono sembrare complessi, soprattutto a chi si avvicina per la prima volta a questo mercato, con i giusti strumenti possiamo procedere per gradi, fino ad una completa comprensione degli stessi.

Qualunque siano le strategie e la modalità di trading da noi scelta, partire dai grafici Forex Ã¨ utile, se non addirittura fondamentale. Non è mai possibile prendere delle buone decisioni senza consultare prima lo storico dei prezzi che viene rappresentato, in diverse modalità, dai grafici.

Bisogna investire il proprio tempo al fine di comprendere effettivamente come funzionano questo tipo di grafici e che tipo di aiuto – per l’analisi tecnica, ma anche fondamentale – possono offrirci. Oggi abbiamo la grande fortuna di poter scegliere tra piattaforme di qualità, che ci offrono strumenti rapidi, semplici e utili, soprattutto a livello di rappresentazione grafica.

Non approfittarne vuol dire presentarsi sul mercato del Forex con armi spuntate e senza alcun tipo di possibilità di competere con i migliori – ovvero i trader che fanno sempre un uso massiccio dei grafici per orientare le proprie decisioni di investimento.

Non cadiamo però nella tentazione di credere che il grafico abbia necessariamente tutte le risposte. A meno di non fare trading Forex di brevissimo periodo, l’analisi del grafico non può essere sufficiente per impostare strategie, aprire posizioni nel modo corretto e cercare di prevedere l’andamento futuro dei prezzi.

FAQ Grafici Forex: domande e risposte comuni

Cosa sono i grafici Forex?

Sono la rappresentazione visiva dell’andamento dei prezzi di una coppia Forex. Possono rappresentare anche il prezzo di apertura e di chiusura di una coppia e altri tipi di informazioni, come i volumi.

I grafici Forex sono utili?

Sono utili per l’applicazione degli indicatori e per l’analisi tecnica. Anche chi vuole posizionarsi sul lungo periodo dovrebbe farvi ricorso, analizzarli e studiarli.

Quali sono le migliori piattaforme per la lettura dei grafici Forex?

MetaTrader è quella ritenuta migliore dai professionisti e semi-professionisti. ProCharts di eToro è una concorrente molto valida, anche perché accessibile via web.

Che tipo di rappresentazioni esistono sul grafico Forex?

Le più popolari sono tre: grafico a linea, grafico a barra OHCL e grafico a candele giapponesi. Esistono poi delle elaborazioni ulteriori che partono da questi strumenti di base.

I grafici Forex sono attendibili?

Sono sicuramente attendibili per i prezzi riportati. Discorso diverso per gli indicatori: sono elaborazioni matematiche, da non prendere mai come previsione certa del futuro. Gli indicatori servono per leggere il grafico, non per prevederlo con certezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *