Pubblicato il

Ichimoku

Indicatori Trading

L’Ichimoku, ovvero Ichimoku Kinko Hyo, è un indicatore di trading basato sull’analisi delle medie mobili per fornire una visione del mercato chiara ed efficace agli investitori.

Questo strumento è stato sviluppato nel 1930 da Goichi Hosoda, un giornalista giapponese, per poi divenire di uso comune alla fine degli anni ’60, dopo essere stato perfezionato e testato per oltre 30 anni.

Il significato della parola Ichimoku è “equilibrio del grafico con uno sguardo”, questa definizione si addice particolarmente a questo indicatore che permette di identificare con un colpo d’occhio l’andamento passato e futuro del prezzo di un asset.

Nonostante la maggior parte delle strategie di trading online prevedano la combinazione di più indicatori per ottenere segnali più affidabili, l’Ichimoku è spesso utilizzato in solitaria. Quest’ultimo è considerato dagli investitori più esperti un indicatore particolarmente completo grazie alla sua composizione, formata da 5 diversi elementi che permettono al trader di svolgere un’analisi di prezzo più che accurata.

Cos'è e come si utilizza l'indicatore trading Ichimoku - guida completa con spiegazione pratica a cura di ©TradingOnline.com.
La guida completa all’indicatore Ichimoku a cura degli esperti di ©TradingOnline.com – Cos’è, come funziona e usarlo al meglio

Proseguendo nella lettura potrai approfondire ulteriormente il funzionamento dell’Ichimoku Cloud, la “nuvola” formata dall’indicatore che indica l’andamento futuro del prezzo in base al colore che essa assume.

Cos’è Ichimoku

L’Ichimoku è un indicatore di trading tra i più versatili che attraverso la creazione di livelli di supporto e di resistenza, permette di identificare la direzione futura del trend tramite l’analisi dei prezzi toccati nei periodi precedente. Questo strumento utilizza 5 medie mobili modificate per generare segnali di buy o sell sui mercati finanziari analizzati.

L’indicatore Ichimoku Kinko Hyo è composto dunque da 5 linee:

  1. Tenkan-sen, è calcolata tramite la media fra i massimi e i minimi degli ultimi 9 periodi diviso 2. Questa linea segue in maniera molto ravvicinata l’andamento del prezzo corrente, con un comportamento simile ad una media mobile a brevissimo periodo. Si tratta della linea più reattiva al prezzo attuale del grafico;
  2. Kijun-sen, detta anche “standard line” o “base line, viene calcolata allo stesso modo della Tenkan-sen, ma considerando gli ultimi 26 periodi invece che gli ultimi 9. Anche la Kijun-sen ha un comportamento simile ad una media mobile a medio-breve periodo. L’inclinazione delle prime due linee fornisce indicazione sul momentum del prezzo: più sono ripide, maggiore è la spinta direzionale.

La particolarità di questo indicatore è l’Ichimoku Cloud, ovvero la nuvola Ichimoku, così soprannominata perché nel grafico assume la sembianze di una nuvola delimitata da due linee: la Senkou Span A e la Senkou Span B.

  1. Senkou Span A è la prima linea di delimitazione della Ichimoku Cloud ed è la media fra la Tenkan-sen e la Kijun-sen proiettata in avanti di 26 periodi;
  2. Senkou Span B è la seconda linea che delimita la nuvola Ichimoku ed è calcolata dividendo per 2 la media dei massimi e dei minimi degli ultimi 52 periodi, dopodiché viene anch’essa traslata in avanti di 26 periodi.

Lo spazio tra le due Senkou Span è detto Kumo, ovvero nube, e forma la Ichimoku Cloud, il cui colore indica l’andamento futuro delle quotazioni sul mercato.

  1. Chikou Span,  nota anche col nome “lagging line” o “linea di ritardo”, la quale mostra il movimento attuale dei prezzi ma è tracciato nel passato di 26 periodi.

Il Kumo, ovvero la nube disegnata nel grafico, oltre a indicare il trend futuro dell’asset, è inoltre utilizzata come area di supporto e di resistenza.

Nonostante l’utilizzo delle nuvole Ichimoku possa sembrare inizialmente complesso, in realtà l’indicatore è di facile lettura ed è molto apprezzato nel mondo del trading per la sua completezza che permette agli investitori di creare strategie che si basino su un solo strumento. 

La principale differenza tra le medie mobili tradizionali (SMA, EMA e WMA)  e quelle che vengono tracciate in Ichimoku risiedono principalmente nel metodo di calcolo: se le primo sono realizzate assegnando ad ogni candela un valore specifico, le seconde sono calcolando la media di tutti i massimi e i minimi nel periodo selezionato.

Questo indicatore fornisce ai trader una buona comprensione del grafico ad una prima occhiata mostrando la tendenza passata e quella prevista in futuro. Ichimoku Kinko Hyo è un indicatore completo che deve essere, però, utilizzato solo in presenza di una chiara e definita tendenza di mercato, in mercati dove la volatilità è alta e la tendenza è incerta è consgliato procedere diversamente, utilizzando un oscillatore.

Ichimoku come funziona

Per utilizzare correttamente l’indicatore Ichimoku occorre comprendere a fondo il significato dei movimenti delle sue cinque linee. Inoltre, la nuvola (Kumo) assume una differente colorazione in base all’andamento futuro previsto dall’indicatore.

L’Ichimoku Cloud assume un colore verde se l’indicatore prevede un trend futuro rialzista, ovvero una fase di mercato bullish. La nuvola Kumo, invece, è di colore rosso se l’andamento futuro previsto dall’indicatore è di un mercato bearish, ovvero al ribasso.

L’Ichimoku è un indicatore completo ma complesso perché ognuna delle 5 linee di cui lo strumento è composto fornisce segnali utili per l’operatività giornaliera dell’investitore. Le linee Tenkan-sen e Kijun-sen sono considerate supporti nel caso in cui il mercato si trova in una fase rialzista, la loro funzione è da resistenza dinamica, invece, se il mercato è in una fase ribassista.

La prima linea ad essere incontrata dal prezzo è sempre la Tenkan-sen, poiché si muove più vicino al prezzo avendo un comportamento simile ad una Media Mobile a 9 periodi.

Questo strumento prevede un entrata rialzista sul mercato quando la linea di prezzo attraversa dal basso verso l’alto la Tenkan-sen e viceversa, segnala una fase di mercato ribassista se la linea di prezzo supera la Tenkan-sen dal basso verso l’alto.

Al verificarsi del raggiungimento della Kijun-sen, dopo il breakout della prima linea, l’indicatore ci indica che il nuovo trend si sta consolidando aumentando la sua spinta direzionale.

Tenkan e Kijun sono due tra le linee più importanti che compongono l’indicatore. Il crossover tra prezzo e Tenkan-sei non è infatti l’unico evento che genera un punto di ingresso nel grafico attraverso queste due linee.

Secondo lo sviluppatore dell’Ichimoku, si individua un segnale di buy quando la linea rossa (Tenkan) attraversa dal basso verso l’alto la linea blu (Kijun), viceversa, quando l’attraversamento avviene dall’alto verso il basso, l’indicatore Ichimoku segnala un eventuale punto di ingresso per un’operazione di sell. Le linee Tenkan-sen e Kijun-sen sono la rappresentazione di ciò che accade nel presente nel mercato di un asset.

I termini presente, passato e futuro sono ricorrenti quando si parla di questo indicatore giapponese, considerato dai trader più esperti uno dei migliori a disposizione per compiere analisi complete, senza avvalersi dell’utilizzo di ulteriori strumenti di trading.

Le prime due linee di Ichimoku rappresentano dunque il presente, Senkou Span A e B, invece, rappresentano il futuro del mercato. La linea Chikou Span rappresenta il passato del prezzo odierno, ovvero il prezzo attuale traslato nel passato di 26 periodi.

Le due linee che prevedono la componente futura dell’Ichimoku fungono da delimitazione della nube Kumo, come si può vedere nell’immagine sottostante.

Ichimoku Cloud - Immagine a cura di ©TradingOnline.com
Come si presenta l’Ichimoku Cloud su EUR/USD, il colore verde indica un trend rialzista

La funzione dell’Ichimoku Cloud è indicare l’andamento futuro del prezzo in base al colore che la nuvola assume, se la Senkou Span A è al di sopra della Senkou Span B la nuvola assumerà un colore verde. Kumo (la nuvola) assume invece una colorazione rossa se la Senkou Span B (SSA) è sopra la Senkou Span A (SSA).

Il ragionamento dello sviluppatore dell’Ichimoku che sta dietro al significato del colore della nuvola è che se la SSA attraversa dal basso verso l’alto la SSB, il trend futuro sarà rialzista secondo le indicazioni fornite dall’indicatore. Al verificarsi del breakout della SSB dall’altro verso il basso, invece, sempre da parte della SSA, lo strumento restituisce un segnale di sell

Nel caso in cui la linea di prezzo si trova all’interno della nuvola dell’indicatore, il trend di fondo è laterale ed è sconsigliato aprire nuove operazioni fino ad una nuova spinta direzionale.

La volatilità è un altro dei fattori analizzato dall’indicatore Ichimoku ed è monitorata dai trader online attraverso l’ampiezza del Kumo, più è ampia la nuvola e maggiore sarà la volatilità sui mercati. Viceversa una nuvola che si presenta molto stretta indica che il mercato analizzato sta attraversando una fase di scarsa volatilità.

Anche la Chikou Span, ovvero la rappresentazione del passato nel grafico, fornisce punti di ingresso per eventuali trade. Questa linea rappresenta il prezzo odierno spostato nel passato di 26 periodi.
Il breakout della Chikou Span da parte della linea di prezzo genera spesso importanti inversioni di tendenza sul grafico analizzato.

Quest’ultima linea è, inoltre, in grado di fornire precise indicazioni sulla fase attuale del prezzo:

  • Se si trova al di sotto della linea di prezzo corrente, il grafico si trova in una fase ribassista;
  • Se la Chikou Span è al di sopra del prezzo attuale, il mercato è in fase rialzista;
  • Se la line si sovrappone al prezzo corrente, il mercato sta attraversando una fase laterale.

Come si calcola ichimoku 

Nello sviluppo dell’indicatore Ichimoku, ognuna delle 5 linee presenta un calcolo differente. È importante che un investitore che utilizza questo strumento per l’analisi grafica conosca come sono calcolate le singole linee, per comprendere meglio il funzionamento dell’indicatore nella sua interezza e il significato dei segnali che vengono generati.

La prima linea, ovvero la Tenkan-sen, è così calcolata:

(Max + Min ultimi 9 periodi) /2

La Tenkan-sen è ottenuta da una media modificata degli ultimi 9 periodi analizzati diviso per 2. Trattandosi di una linea che prende in considerazione uno spazio temporale di brevissimo termine,  a livello grafico è uno strumento che assomiglia molto alle medie mobili brevi. Questa linea si presenta di colore rosso nel grafico e si muove molto vicino alla linea di prezzo, risultando molto più sensibile alle variazioni di prezzo di breve termine.

La seconda linea, la Kijun-sen, segue il seguente calcolo:

(Max + Min ultimi 26 periodi) /2

La Kijun-sen è anch’essa una media modificata ma che analizza un periodo più lungo rispetto alla Tenkan-sen. Il calcolo è simile a quest’ultima, ma i periodi analizzati in questo caso sono 26. Questa linea reagisce con meno reattività alle variazioni di breve periodo del prezzo, andando in parte a ridurre gli spike, ovvero le punte speculative causate dalla volatilità che non influenzano l’andamento reale del prezzo.

La Senkou Span A è una linea creata da Goichi Hosoda che calcola una media tra TenkanSen e KijunSen proiettata in avanti di 26 periodi, il suo calcolo è quindi così composto:

(Tenkan-sen + Kijun-sen) /2 portata in avanti di 26 periodi

Questa linea rappresenta la prima delimitazione della nuvola Kumo ed è di colore rosso di default. La Senkou Span B è la seconda linea che delimita l’Ichimoku Cloud e presenta un calcolo simile alla Tenkan-sen e alla Kijun-sen:

(Max + Min ultimi 52 periodi) /2 portata in avanti di 26 periodi

Anche questa linea è proiettata in avanti di 26 periodi ed è la seconda e ultima limitazione della nuvola Kumo. Di default è rappresentata dal colore verde nel grafico. La Chikou Span, infine, detta anche linea di ritardo, non presenta un calcolo da eseguire per essere rappresentata sul grafico. Si tratta infatti del prezzo attuale spostato indietro di 26 periodi, per questo motivo è la linea che rappresenta idealmente il passato nell’indicatore.

Non è compito del trader svolgere i calcoli dell’Ichimoku, le piattaforme di trading moderne sono dotate di algoritmi adatti, ma comprendere a fondo come funziona lo strumento aiuta a individuare i fattori del grafico che influiscono maggiormente sulla sua analisi.

Ichimoku grafico

Il grafico dell’indicatore Ichimoku, che abbiamo ricavato dal broker eToro, è composto da 5 linee sovrapposte al grafico, come si può vedere nell’immagine sottostante.

Ichimoku grafico - Immagine a cura di ©TradingOnline.com
Rappresentazione grafica dell’indicatore Ichimoku su EUR/USD su piattaforma eToro

A differenza di altri strumenti, che utilizzano schermate al di sotto del grafico reale, questo indicatore si muove insieme alla linea di prezzo, restituendo all’investitore una schermata che inizialmente può risultare caotica ma, ad un occhio esperto, permette una rapida comprensione dell’andamento.

Le prime due linee blu e rossa, rispettivamente Tenkan-sen e Kijun-sen, si muovono più vicino alla linea di prezzo essendo una variante delle più utilizzate medie mobili. Le linee Senkou Span A e Senkou Span B sono di colore rosso la prima e verde la seconda. Esse delimitano la nuvola Kumo che può assumere una colorazione verde o rossa in base al trend del mercato.

Se la Ichimoku Cloud è rossa, l’indicatore prevede un futuro trend ribassista. In presenza, invece, di una nuvola verde, si ha un trend rialzista. Di colore nero la lagging span, ovvero la linea di lagging, questa linea rappresenta il prezzo attuale di 26 periodi nel passato.

Come si usa Ichimoku

L’indicatore Ichimoku è uno strumento completo ed efficace per l’analisi dei mercati. I trader possono ottenere punti di ingresso e differenti visuali del mercato a seconda delle linee prese in considerazione.

Si considera la tendenza di fondo ribassista quando la Senkou Span B (SSB) è superiore alla Senkou Span A (SSA). Invece, se SSA è al di sopra di SSB, l’andamento di fondo del grafico è rialzista.

Può capitare che il prezzo navighi all’interno della nuvola Kumo, in questo caso Ichimoku ci sta indicando che il mercato è in una fase di lateralità. Al breakout di una delle due linee che delimitano l’Ichimoku Cloud (SSA e SSB) si verifica un possibile punto di ingresso per un nuovo trend della stessa direzione in cui è avvenuta la rottura.

Indicatore Ichimoku: dove si usa?

TradingOnline.com ti consiglia di fare trading solo con broker certificati ed attentamente valutati dalla nostra redazione, utili per fare analisi tecnica di qualità direttamente sui grafici delle piattaforme trading. Ichimoku, come gli altri migliori indicatori spiegati sul nostro sito, può esser usato sui seguenti broker:

ETORO

eToro è il broker di Social Trading leader al mondo, ideale per i giovani traders che vogliono fare trading automatico copiando i più esperti.

  • Copia i traders migliori
  • CopyPortfolios
  • Azioni a 0 commissioni

Inizia ora

67% of retail CFD accounts lose money.

CAPITAL.COM

Capital.com è dotato di un sistema avanzato basato sull'intelligenza artificiale, utile a ridurre i rischi e massimizzare i profitti.

  • TradingView + MetaTrader4
  • App educativa gratuita
  • Trading con algoritmi [New]

Inizia ora

75% of retail CFD accounts lose money.

FP MARKETS

FP Markets è ideale per chi vuole una piattaforma ricca di strumenti per il trading automatico come EA, MT4/5 e segnali.

  • Spreads 0.0 pips
  • MetaTrader 4/5
  • Segnali trading

Inizia ora

48% of retail CFD accounts lose money.

TRADE.COM

Trade.com è un broker multiassets per trading in CFD e DMA ricco di caratteristiche che lo rendono esclusivo.

  • MetaTrader 4
  • Segnali di trading
  • Corsi individuali gratuiti

Inizia ora

79,90% of retail CFD accounts lose money.

Come fare trading con Ichimoku

L’analisi del grafico mediante lo studio della posizione delle linee Ichimoku può dare ai trader una chiara visione dei trend in atto per un determinato asset. In particolare, è facilmente riconoscibile un trend laterale in un grafico: le linee dell’indicatore sono orizzontali ed il prezzo fluttua intorno ad esse. In un mercato a tendenza laterale l’Ichimoku Cloud si presenta molto sottile e cambia spesso il suo colore.

Se il prezzo è al di sopra della nuvola, invece, si tratta di un chiaro trend rialzista, il quale assume più forza e direzionalità se anche la  Chinkou Span, o linea di lagging, si trova al di sopra del prezzo. 

Se la linea di prezzo rimane sotto la nuvola Kumo, il trend è ,invece, ribassista. La conferma da parte delle linea di lagging sotto la linea di prezzo rende la tendenza in corso più forte.

Gli avvicinamenti della linea di prezzo all’Ichimoku Cloud (nuvola) sono monitorati con molta attenzione dai trader esperti, poiché potrebbe trattarsi di un momento decisivo per la ridefinizione del trend. Un rimbalzo del prezzo sulla nuvola consolida il trend in corso, generando un punto di ingresso per strategie di trend following. Un breakout della nuvola, invece, genera un segnale di inversione della tendenza in atto.

Analizziamo ora nel dettaglio le casistiche che portano all’apertura di posizioni short o long attraverso i punti di ingresso forniti da Ichimoku.  

Ichimoku: Segnale di acquisto (buy)

Un primo segnale long generato dall’indicatore Ichimoku è l’attraversamento della Tenkan-sen dal basso verso l’alto sulla Kijun-sen, come nell’immagine sottostante.

Ichimoku: Segnale di acquisto (buy) tramite crossover Tenkan-Kijun - Immagine a cura di ©TradingOnline.com
Crossover tra Tenkan-Sen e Kijun-sei che genera un punto di ingresso per un’operazione long nel grafico EUR/USD

Questo segnale, però, assume forza e importanza differente in base alla posizione degli altri strumenti che compongono l’indicatore:

  • Un attraversamento rialzista sopra la nube di Ichimoku è un segnale forte di buy;
  • Un cross rialzista sotto la nuvola di Ichimoku è un segnale long debole;
  • Un breakout rialzista nella Ichimoku Cloud è un segnale neutro, poiché il vero trend non è ancora definito

La schermata qui sotto mostra un altro celebre segnale di acquisto generato dalla Ichimoku: la Chikou Span, ovvero la linea di lagging, incrocia dal basso verso l’alto la linea di prezzo, individuando un forte e chiaro punto di ingresso per un’operazione long.

Ichimoku: Segnale di acquisto (buy) tramite crossover Chikou-Candlestick - Immagine a cura di ©TradingOnline.com
Crossover tra Chikou Span (linea nera) e linea di prezzo – ovvero il candlestick- genera un forte movimento rialzista

Il segnale più forte generato dall’indicatore Ichimoku non riguarda, però, le linee Tenkan-sen, Kijun-sei e Chikou Span, bensì la nuvola Kumo: un attraversamento da parte della linea di prezzo sulla nuvola, se avviene dal basso verso l’alto, indica una forte spinta direzionale di un mercato rialzista.

Ichimoku: Segnale di vendita (sell)

Il segnale short più importante generato dall’Ichimoku è il breakout dall’alto verso il basso della nuvola Kumo da parte della linea di prezzo. Questo segnale genera un chiaro e forte segnale short con forte direzionalità.

L’immagine sottostante indica un ulteriore segnale di sell fornito dall’indicatore: il crossover tra Tenkan-sen e Kijun-sen.

Ichimoku: Segnale di vendita (sell) tramite crossover Tenkan-Kijun - Immagine a cura di ©TradingOnline.com
Segnale di vendita generato dal crossover dall’alto verso il basso della Tenka-sen (in blu) sulla Kijun-sei (in rosso)

Un attraversamento della Tenkan-sen dall’alto verso il basso sulla Kijun-sen genera un segnale di vendita per seguire una nuova spinta direzionale ribassista.
Sull’affidabilità del segnale ricevuto incide la posizione della nuvola Kumo:

  • Se la nuvola Kumo si trova al di sotto della linea di prezzo, il segnale di sell è forte;
  • Se la nuvola è collocata sotto la linea di prezzo, il segnale short è debole;
  • Se il breakout avviene all’interno della nuvola Kumo, il trend è laterale e dunque il segnale è neutro.

Esiste un ulteriore evento che crea una situazione ideale per un trade ribassista, ovvero il breakout della Chikou Span. Una rottura della linea di lagging dall’alto verso il basso da parte della linea di prezzo è percepito agli occhi dei trader più esperti come un punto di ingresso per un’operazione di vendita.

Consigli Utili

Il settaggio corretto dell’indicatore Ichimoku è quello consigliato da Goichi Hosoda, il suo sviluppatore, ovvero inserendo i valori standard 9,26,52 periodi. Più precisamente l’impostazione standard prevede la Tenkan-sen a 9 periodi, Kijun-sen e Chikou Span a 26 periodi e SSB a 52 periodi.

L’investitore può modificare il settaggio standard a suo piacimento ma è sconsigliato perché impostazioni più alte riducono i segnali ricevuti e impostazioni più basse, invece, aumentano il rumore di fondo del grafico.

Nell’Ichimoku e la nuvola Kumo a svolgere la funzione di supporto e resistenza di prezzo, permettendo di identificare il trend di un grafico ad una prima occhiata.

Una delle traduzioni della parola Ichimoku è proprio “in un colpo d’occhio”, se non si è in grado di comprendere l’andamento del prezzo in pochi secondi dall’apertura dello strumento, allora è sconsigliato aprire un’operazione.

Conclusioni

Il sistema progettato da Goichi Hosada è un indicatore sofisticato che consente l’utilizzo di molte strategie grazie ai suoi numerosi elementi di cui è composto. Il suo utilizzo è però complesso e l’investitore, prima di aprire qualsiasi operazione, deve analizzare una moltitudine di fattori.

Un esperto utilizzatore delle linee Ichimoku, prima di entrare nel mercato, analizza inizialmente la posizione del prezzo, ovvero se esso è sopra, sotto o all’interno rispetto allIchimoku Cloud. In realtà sono molti altri i fattori da analizzare: il colore della nuvola Kumo, gli incroci tra la Tenkan-sen e la Kijun-sen e la posizione del prezzo rispetto la Chikou Span.

Grazie a queste possibili combinazioni tra i suoi elementi, Ichimoku è un indicatore completo che permette al trader di utilizzarlo come unico strumento nelle sue analisi. Esistono inoltre strumenti di trading meno complessi ma ugualmente validi per l’analisi tecnica dei mercati finanziari, si tratta di indicatori come RSI, MACD o CCI.

Ti consigliamo quindi di approfondire questi altri indicatori con guide dettagliate nella nostra categoria “Indicatori e oscillatori”.

L’ultimo consiglio è testare sempre tutte le nuove strategie in un ambiente privo di rischi, come una piattaforma demo. Anche l’Ichimoku, pur essendo un indicatore completo, non mette al riparo al 100% dai rischi di subire perdite. Bisogna sempre comprendere a fondo il funzionamento di un indicatore prima di utilizzarlo ponendosi dei chiari limiti come l’utilizzo di stop loss e take profit per ogni operazione aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *