test Page

Avatar di Lengin
Written by Lengin
Scopri i nostri principi editoriali

Abbiamo selezionato le migliori piattaforme per fare trading online in Italia con PRO e CONTRO. Sono tutte piattaforme sicure e regolamentate in Europa secondo normativa ESMA e sono tutte regolarmente registrate in Italia sui registri CONSOB0.

Lo staff di TradingOnline.com® aggiorna costantemente questa classifica attribuendo un valore di rating basato su una serie di criteri scientifici validati nel corso degli anni. Attraverso questa guida completa troverai tutti gli strumenti utili per scegliere la piattaforma trading di fiducia, anche grazie al motore di ricerca che abbiamo messo a punto1. E quali sono le caratteristiche della piattaforma trading preferita dai traders italiani? Secondo una nostra ricerca2 è emerso che sono l’assenza di costi e le commissioni basse.

Le Migliori Piattaforme Trading di Giugno 2024

  1. 🥇FP Markets: Miglior piattaforma ideale per auto-trading con spreads da 0.0 pips;
  2. 🥈eToro: Piattaforma leader del mercato con servizio Social e Copy Trading;
  3. 🥉Capital.com: Unica piattaforma con intelligenza artificiale e strumenti innovativi;
  4. 🏅Trade.com: multi-broker con segnali trading central e corsi di trading gratuiti;
  5. 🏅Skilling: spreads da 0.1 pips, trading algoritmico e strumenti avanzati;
  6. 🏅Bitpanda: broker di fama mondiale, sicuro, fondi protetti e commissioni competitive;
  7. 🏅Avatrade: Piattaforma trading storica, con tanti strumenti anche di trading automatico;
  8. 🏅Scalable Capital: Ottima piattaforma con bonus gratis fino a 50€;
  9. 🏅Degiro: Piattaforma per investire in azioni ed ETFs a commissioni basse;
  10. 🏅Freedom24: broker per comprare azioni in IPO.

Di seguito l’analisi specifica di tutte le piattaforme: per leggere la parte che ti interessa, clicca sulla corrispondente barra viola.

FP Markets

  • Grafici: 10
  • Sicurezza: 10
  • Facilità d’uso: 8.5
  • Analisi tecnica: 10
  • Analisi fondamentale: 8.5
piattaforme trading fp makets
Piattaforma FP Markets
  • Un autentico broker ECN;
  • Spread a partire da 0.0 pips sul Forex;
  • Integrazione completa con MetaTrader rev. 4 e 5, TradingView e cTrader;
  • Conto demo gratuito disponibile qui.

FP Markets è il nostro broker di riferimento quando si tratta di trading su MetaTrader, in particolare per quanto riguarda il Forex. L’offerta di questo broker di origini australiane include anche CFD su altre categorie di strumenti finanziari, ma la combinazione di broker e piattaforma è ottimizzata per offrire l’esperienza migliore possibile a chi si specializza sul mercato delle valute.

eToro

  • Grafici: 10
  • Sicurezza: 10
  • Facilità d’uso: 10
  • Analisi tecnica: 8.5
  • Analisi fondamentale: 9
piattaforma trading etoro
Piattaforma eToro
  • Oltre 2.500 azioni ed ETF reali acquistabili senza commissioni;
  • CopyTrading: copia in automatico le operazioni di altri utenti, senza costi extra;
  • Acquista e vendi criptovalute con funzionalità di staking automatico e costi minimi;
  • Conto demo gratuito disponibile qui.

eToro si è affermato come uno dei migliori broker ibridi, che offrono la possibilità di investire su azioni, ETF e criptovalute reali, ma anche su migliaia di CFD legati al mondo del Forex, delle materie prime e degli indici di Borsa. Un’ottima scelta a tutto tondo, ulteriormente migliorata dalle funzionalità di CopyTrading.

Capital.com

  • Grafici: 9,5
  • Sicurezza: 10
  • Facilità d’uso: 8.5
  • Analisi tecnica: 9.5
  • Analisi fondamentale: 9
piattaforme trading capital.com
Piattaforma Capital.com
  • AI che analizza i dati sull’operatività degli utenti e fornisce consigli mirati;
  • App gratuita per la formazione Investmate, con lezioni interattive e quiz;
  • Compatibilità completa con TradingView: collega il conto e fai trading direttamente da TV;
  • Conto demo gratuito disponibile qui.

Capital.com è uno specialista dei CFD, e riteniamo che oggi sia il servizio migliore per chi vuole basare la sua operatività proprio su questi contratti. Offre un ottimo ventaglio di strumenti negoziabili, e gli utenti possono scegliere di operare con tre piattaforme: il web trader di proprietà, molto pratico e intuitivo, oppure la celebre TradingView, e infine la classica MetaTrader.

Trade.com

  • Grafici: 8
  • Sicurezza: 10
  • Facilità d’uso: 7.5
  • Analisi tecnica: 8.5
  • Analisi fondamentale: 8.5
trade.com piattaforme trading
Piattaforma Trade.com
  • Sia azioni ed ETF reali che operatività sui CFD;
  • Possibilità di investire in società pre-IPO in vista della quotazione;
  • Web trader proprietario o MetaTrader 4;
  • Conto demo gratuito disponibile qui.

Trade.com è un broker storico e molto particolare, che ha letteralmente diviso in categorie la sua offerta. Da una parte offre un’area più dedicata ai CFD e al trading speculativo, resa particolarmente competitiva dalla partnership con MetaTrader. Dall’altra parte è anche un broker molto solido per gli investimenti in azioni, opzioni, ETF e futures quotati in Borsa, grazie alla partnership con Interactive Brokers.

Skilling

  • Grafici: 9
  • Sicurezza: 10
  • Facilità d’uso: 9.5
  • Analisi tecnica: 9.5
  • Analisi fondamentale: 9
piattaforme trading skilling
Piattaforma Skilling
  • Grafici di TradingView inclusi nella piattaforma di proprietà;
  • Sistema di copy trading avanzato e piattaforma cTrader;
  • Trading automatico e algoritmico di livello professionale;
  • Conto demo gratuito disponibile qui.

Skilling è un broker di CFD nato nel 2016, rapidamente cresciuto sia in Europa che fuori. Il punto forte della sua offerta è il fatto di poter usare tre delle migliori piattaforme in assoluto per fare trading: il web trader, che incorpora i grafici di TradingView, la professionale cTrader oppure la più classica MetaTrader 4.

Bitpanda

  • Grafici: 8
  • Sicurezza: 10
  • Facilità d’uso: 9
  • Analisi tecnica: 9.5
  • Analisi fondamentale: 9
Piattaforma Bitpanda

Bitpanda è nato come un exchange di criptovalute ma è cresciuto per accogliere una lunga serie di altri servizi, tra cui la possibilità di investire in azioni ed ETF in un modo estremamente efficiente: non solo si pagano zero commissioni sull’acquisto, ma non si pagano costi di cambio valuta ed è persino possibile acquistare azioni frazionate. Oggi, quello che una volta era solo un exchange, è diventato uno dei più completi intermediari finanziari a livello europeo.

AvaTrade

  • Grafici: 8
  • Sicurezza: 10
  • Facilità d’uso: 8
  • Analisi tecnica: 9.5
  • Analisi fondamentale: 8
logo avatrade
Piattaforma AvaTrade

AvaTrade è un broker storico che ha da sempre puntato su due grandi punti di forza: il trading di CFD su MetaTrader, una piattaforma con cui la collaborazione va avanti da oltre dieci anni, e il trading di opzioni attraverso la piattaforma dedicata AvaOptions.

Scalable Capital

  • Grafici: 8
  • Sicurezza: 10
  • Facilità d’uso: 8
  • Analisi tecnica: 7.5
  • Analisi fondamentale: 8
piattaforme trading scalable capital
Piattaforma Scalable Capital

Scalable Capital è una società fintech tedesca pensata per democratizzare e rendere facile per tutti gli investimenti di lungo termine. L’alto livello di innovazione di questo servizio ha portato alcuni colossi della tecnologia, tra cui Tencent, a essere tra gli investitori che ne sostengono la crescita.

DEGIRO

  • Grafici: 7
  • Sicurezza: 10
  • Facilità d’uso: 7.5
  • Analisi tecnica: 8
  • Analisi fondamentale: 9.5
piattaforme trading degiro
Piattaforma DeGiro

Degiro è un broker quotato in Borsa in Germania, ed è parte di un gruppo bancario europeo. Questo permette a ogni utente di ricevere un IBAN unico legato al suo conto, facilitando molto le operazioni di deposito e prelievo. È un broker che non offre CFD, ma solo strumenti quotati in Borsa: per chi vuole costruire un piano di accumulo a lungo termine e non vuole fare trading speculativo, è indubbiamente un ottimo servizio. Il broker adotta una piattaforma proprietaria che cerca di combinare un servizio di livello professionale con una buona facilità di utilizzo.

Freedom24

  • Grafici: 7
  • Sicurezza: 10
  • Facilità d’uso: 7.5
  • Analisi tecnica: 8
  • Analisi fondamentale: 8
piattaforme trading freedom finance
Piattaforma Freedom
  • Interessi sulla liquidità non investita;
  • Costi chiari ed estremamente bassi sugli investimenti in azioni ed ETF;
  • Primi 30 giorni completamente senza commissioni;
  • Sito ufficiale del broker disponibile qui

Freedom24 è un servizio non molto conosciuto in Italia, ma che ha riscosso un grande successo negli Stati Uniti dove è anche quotato in Borsa. La piattaforma proprietaria che Freedom24 mette a disposizione è ottimizzata per essere utilizzata soprattutto da mobile. L’esperienza è chiaramente di ispirazione americana, sia per la UX che per la struttura di costi e la scelta degli strumenti finanziari. Complessivamente una piattaforma di trading solida, soprattutto per chi è interessato alle azioni americane.

Recensione del broker: Freedom24 recensione con opinioni

Le Top 10 Piattaforme Trading a Confronto

#🥇Capital.comFP MarketseToroTrade.comSkillingBitpandaAvaTradeDegiroFreedom24Scalable Capital
SitoVai al SitoVai al SitoVai al SitoVai al SitoVai al SitoVai al SitoVai al SitoVai al SitoVai al SitoVai al Sito
Assets3.700+11.000+5.000+2.200+1.000+2.500+1.000+4.000+3.000+10.000+
Dep. Min.20€ a carta100$100$100$100€10€100$1€1€1€
ItalianoSiSiSiSiSiSiSiSiSiSi
CryptoSiSiSiSiSiSiSiNoNoSi
CorsiSiSiSiSiSiNoSiSiSiNo
cTraderNoSiNoNoSiNoNoNoNoNo
TradingViewSiSINoNoSiSiNoNoNoNo
SegnaliSiSiNoSiSiNoSiNoNoNo
MetaTraderSiSiNoSiSiNoSiNoNoNo
Auto-TradingSiSiNoNoSiSiSiNoNoNo
Social TradingNoSiSiNoSiNoSiNoNoNo
Licenza EUSiSiSiSiSiSiSiSiSiSi
Analisi e confronto migliori piattaforme per fare trading online

Il motore di ricerca delle piattaforme trading online

Utilizzando i filtri disponibili qui in basso puoi personalizzare la tua ricerca, dando vita ad una serie di risultati perfettamente in linea con le tue preferenze.

Come capire se è una piattaforma affidabile

In questa pagina abbiamo fatto la selezione di quelle che per noi rappresentano le migliori soluzioni per fare trading online. Se un broker è regolamentato a livello Europeo da ESMA e registrato in Italia su CONSOB, garantisce il più alto standard in termini di affidabilità e sicurezza.

Perché usare una piattaforma trading regolamentata?

La scelta di una piattaforma di trading autorizzata non attiene soltanto a cavilli e burocrazia. In primo luogo la legge è estremamente chiara sul punto: tutti i broker e tutte le piattaforme che hanno clienti europei devono necessariamente dotarsi di una licenza che sia rilasciata da uno dei paesi membri dell’UE.

In secondo luogo la presenza della licenza permette di essere certi del fatto che le garanzie per il capitale e per l’investitore riconosciute e imposte dall’UE siano effettivamente operative.

Parliamo di tutele quali la protezione dal saldo negativo, la separazione netta tra capitali societari e quelli degli investitori, la best execution policy e tanti altri sistemi che sono ad esclusivo vantaggio di noi che investiamo.

In assenza di licenza europea e autorizzazione siamo dunque esposti a rischi importanti, che nel caso migliore si traducono nell’impossibilità di godere delle tutele che vengono approntate dalla UE.

Nel caso peggiore, il rischio è quello di trovarsi davanti degli intermediari assolutamente irregolari se non addirittura vere e proprie truffe di trading online, ovvero broker che operano con strutture fantasma e che hanno come unico scopo quello di sottrarci denaro. Una situazione pertanto che deve essere assolutamente monitorata prima di scegliere una piattaforma di trading.

Le licenze a cui fare riferimento in ambito europeo per le piattaforme di trading rimangono:

  • CySEC: è la più comune, data la legislazione di favore che Cipro accorda agli intermediari finanziari. Il grosso dei broker e delle piattaforme sceglie di operare proprio da quel paese e con questa licenza;
  • BAFIN: è la licenza rilasciata dalle autorità di controllo tedesche, che però è piuttosto rara, dato l’elevatissimo livello di tassazione su questo genere di imprese nella Repubblica Federale Tedesca;
  • CNMV: rilasciata dalle autorità di Madrid, anche questa particolarmente rara, soprattutto tra i broker di trading online puri e relative piattaforme;
  • CONSOB: anche la nostra authority di vigilanza sui mercati ha una licenza molto poco appetibile. Perché per l’appunto sono in pochi i broker ad avere la sede principale in Italia, complice un livello di tassazione tra i più alti al mondo.

Per quanto concerne la CONSOB, questa tiene un registro degli operatori esteri autorizzati, dove è possibile consultare gli operatori, piattaforme e broker, che sono stati autorizzati da paesi con licenze compatibili con quelle italiane.

I temi dell’educazione finanziaria e dell’attenzione al rischio

Un’altra questione di assoluta importanza, specie quando si inizia ad approcciare nel trading, è quello relativo all’educazione finanziaria, TradingOnline.com consiglia quindi i suoi utente a prendere in considerazione corsi educazionali al fine di ottenere specifiche competenze. Il trading non è un gioco. Su questo sito pubblichiamo guide informative gratuite utili all’apprendimento della disciplina. La stessa CONSOB3, in collaborazione con atenei, enti di ricerca e istituti scolastici, condivide sapere ed aree tematiche squisitamente legate all’educazione e la disciplina finanziaria.

Un altro aspetto che ci teniamo a sottolineare particolarmente in questa pagina delle migliori piattaforme per il trading, c’è quello dell’attenzione al rischio derivante dall’investimenti: ESMA4 – ente di controllo sui mercati finanziari in Europa – invita gli utenti a prendere seria consapevolezza dei rischi derivanti dal trading, che bisogna sempre equiparare ad ogni altra tipologia di investimento.

Come scegliere la piattaforma in base alla propria esperienza

La scelta della piattaforma trading dovrebbe sempre essere fatta in base al proprio livello di esperienza e abilità. Non tutte le piattaforme sono uguali: alcune sono più intuitive e facili da usare, mentre altre offrono una vasta gamma di strumenti avanzati ma possono risultare complicate per i principianti. Scegliere una piattaforma troppo complicata quando si è poco esperti può causare errori, confusione ed esposizione a strumenti per i quali non si è pronti; nello stesso modo, una piattaforma troppo basilare limita le possibilità di un trader esperto in termini di strategie e studio dei mercati.

In generale, possiamo distinguere tre livelli di esperienza:

  • Principiante: un trader che ha meno di 6 mesi di esperienza quotidiana sui mercati, oppure che ha sempre e soltanto utilizzato un conto demo ma non ha mai provato a fare trading con denaro reale. Rientra in questa categoria anche chi ha fatto trading sporadicamente nel corso degli anni, ma senza mai prenderla come un’attività seria;
  • Intermedio: un trader che ha tra 6 mesi e 5 anni di esperienza quotidiana sui mercati, ha una comprensione completa delle basi dell’analisi tecnica e dell’analisi fondamentale, ma ha delle performance altalenanti e non ha seguito un percorso di studi specifico per imparare questa attività;
  • Trader esperti: un trader con oltre 5 anni di esperienza quotidiana sui mercati, che ha già dei trading system molto comprovati da cui riesce a generare performance relativamente costanti nel corso del tempo. La comprensione della teoria arriva anche agli argomenti più complessi ed è accompagnata da altrettanta pratica.

Di seguito sono riportati i consigli specifici per ciascun livello di esperienza, accompagnati dalle migliori piattaforme.

Livello principiante

Nel caso di un principiante, le piattaforme raccomandate sono:

Quando ci si avvicina al mondo del trading online è molto importante farlo con delle piattaforme semplici da utilizzare: non piattaforme che offrono pochi strumenti, ma gli strumenti giusti per chi si sta approcciando ai mercati per la prima volta.

  • Semplicità di utilizzo

Meglio evitare piattaforme come MetaTrader, cTrader o TradingView, che per quanto estremamente popolari sono anche pensate per trader esperti. La cosa migliore è puntare su broker che hanno delle piattaforme proprietarie pensate per essere molto semplici da utilizzare e che permettano di navigare facilmente tra uno strumento e l’altro. Pochi pulsanti e molto chiari, insieme a una struttura intuitiva, sono esattamente ciò di cui c’è bisogno.

confronto tra una piattaforma semplice e adatta ai principianti e una più avanzata adatta a trader intermedi o esperti
Una veste grafica più intuitiva è un grande aiuto per un trader principiante
  • Conto demo

Per un principiante, è fondamentale scegliere una piattaforma che offra un conto demo. Un conto demo consente di praticare il trading con denaro virtuale, fornendo un’opportunità preziosa per familiarizzare con la piattaforma e testare strategie senza rischiare denaro reale. Questa funzione è particolarmente utile per acquisire fiducia e competenze prima di passare a un conto reale.

  • Strumenti di trading di base

Funzionalità come la possibilità di impostare ordini di stop-loss e take-profit, visualizzare grafici e accedere a dati di mercato essenziali sono fondamentali. Positiva anche la presenza dei principali indicatori di trading e dei dati di bilancio delle imprese, per iniziare a imparare a usare questi strumenti utilizzando il già citato conto demo.

  • Formazione

Molti broker oggi offrono formazione gratuita di ottima qualità, proprio per aiutare i clienti a migliorare e quindi a continuare a usare il servizio. I corsi e i materiali didattici ben strutturati forniscono una panoramica completa dei concetti chiave del trading, come l’analisi tecnica e fondamentale, gli ordini di mercato, la gestione del rischio e le strategie di trading di base. Un servizio che spicca in questo ambito è Capital.com, grazie all’app gratuita Investmate che permette a tutti gli utenti di imparare il trading con piccole lezioni quotidiane.

Livello intermedio

Nel caso di un trader intermedio, le piattaforme raccomandate sono:

Il livello più difficile da cui uscire è quello del trader intermedio. Quasi tutti i trader che riescono a essere sufficientemente costanti nell’apprendimento delle basi e nell’allenamento con il conto demo arrivano ad avare una comprensione sufficiente dei mercati per potersi affrancare dal livello di principianti, ma sono ancora molto distanti dal livello di abilità e competenza di un trader istituzionale che lavora a Wall Street. Per questo, circondarsi degli strumenti giusti diventa molto importante.

  • Analisi tecnica e fondamentale

Dopo aver fatto pratica con le piattaforme più intuitive, è importante passare a quelle che accorciano la distanza tra la finanza istituzionale e i trader al dettaglio. Il passaggio a cTrader, TradingView e MetaTrader diventa quasi una scelta obbligata per fare il salto di qualità. Inizialmente può essere difficile prendere la mano con questi software, ma le loro funzionalità di analisi tecnica sono notevolmente più avanzate rispetto a quelle presenti sulla quasi totalità delle piattaforme proprietarie.

  • Trading automatico

Sfruttare il trading automatico, in un primo momento passivamente -cioè sfruttando i sistemi di altri- è un modo molto intelligente per imparare da persone che hanno grande esperienza sui mercati. Un trader principiante finirebbe quasi certamente per non capire al 100% quello che sta facendo e cosa sta automatizzando, ma un trader di livello intermedio ha le capacità giuste per poterlo sfruttare. L’obiettivo non è solo automatizzare le operazioni, ma capire da vicino come funzionano le strategie di trading create dai grandi esperti della materia. Ancora una volta, una piattaforma come MetaTrader abbinata a FP Markets, è in grado di offrire queste funzionalità.

  • Dati e statistiche

Uno dei problemi principali che i trader di livello intermedio affrontano, talvolta anche senza saperlo, è la raccolta di dati. È fondamentale raccogliere dati sulla propria attività di trading, per capire quali siano realmente le strategie che stanno funzionando e quelle che non stanno funzionando. Ovviamente si può tenere traccia manualmente dei risultati, ma è un’operazione che consuma tempo e può essere facilmente automatizzata lasciando che sia la propria piattaforma di trading a occuparsene. In questo caso la scelta migliore è Capital.com, che oltre a raccogliere dati in automatico ha un sistema integrato di intelligenza artificiale che fornisce analisi mirate in base ai numeri.

Livello esperto

Per i trader più esperti, le piattaforme che consigliamo sono:

Quando si diventa dei veri esperti di trading online, quello che cambia non è tanto la piattaforma che si utilizza ma gli strumenti, all’interno di quelli disponibili sul software, che si utilizzano. Inoltre aumentano le opportunità di monetizzare la propria attività sui mercati, ad esempio fornendo segnali di trading e strategie automatiche anziché affidarsi ad altre persone.

  • Forex robot e bot automatici

Un trader esperto sa esattamente quali sono le sue strategie più efficaci e ha semplicemente bisogno di automatizzarle in modo da potersi concentrare sulle decisioni critiche e non sull’esecuzione. Questo è il momento migliore per passare al lato attivo del trading automatico: anziché utilizzare i bot di terze parti, cominciare a sviluppare i propri robot di trading. Questi possono anche essere venduti ad altri utenti delle piattaforme più note, costruendo un’attività parallela a quella di trading.

infografica su come approcciare il trading automatico e le piattaforme che lo offrono a diversi livelli di esperienza
Un trader avanzato passa il suo tempo a elaborare nuove strategie, mentre le altre sono automatizzate
  • Strumenti derivati avanzati

Ci sono strumenti che solo un trader avanzato sa maneggiare in modo appropriato, bilanciandone i rischi con le opportunità. Un esempio sono le opzioni, che possono essere tanto utilizzare per l’attività speculativa quanto per la copertura dei rischi associati ad altre operazioni di trading. In questo caso vale la pena di provare le opzioni di AvaOptions, messe a disposizione dal broker AvaTrade. Per chi ha già maturato l’esperienza necessaria sui mercati, sono strumenti che possono aprire un ampio ventaglio di nuove possibilità.

  • Copy trading attivo

Per ogni trader esperto ci sono decine o centinaia di trader principianti, che sarebbero felici di replicare in automatico le sue operazioni. Le opportunità che ne derivano non sono da sottovalutare: aprendo un conto su eToro, ad esempio, è possibile farsi copiare in automatico da altri trader e ricevere delle ricompense proporzionali al capitale investito nella copia. Se si è in grado di generare risultati per le altre persone, questa può trasformarsi in un’opportunità importante.

Come deve essere la piattaforma ideale secondo i nostri lettori [SONDAGGIO]

Abbiamo selezionato un campione causale di 1.000 lettori ed abbiamo posto loro alcune domande per capire quali sono le tendenze del mercato in relazione alle piattaforme di trading online. Le domande sono le seguenti:

  1. Quanto reputi importante l’assistenza clienti in una piattaforma?
  2. Quanto sono importanti le commissioni nel processo di scelta di una piattaforma?
  3. Sei soddisfatto della tua attuale piattaforma o pensi di cambiarla nel 2024?

Le risposte, in termini di percentuali, sono state le seguenti:

Risposte alla domanda 1:

Risposte alla domanda 2:

Risposte alla domanda 3:

Il risultato della nostra ricerca

Nel mese di novembre il nostro direttore responsabile, Alessio Ippolito, ha intervistato un campione di 500 lettori iscritti alla nostra newsletter, al fine di capire meglio quali sono le caratteristiche preferite dai traders in fase di scelta di una piattaforma trading cosiddetta “migliore“: in altre parole l’obiettivo del sondaggio è quello di capire se le preferenze di scelta dei traders sono oggi cambiate.

Novità di Giugno 2024

Anche a giugno confermiamo in classifica la piattaforma FP Markets in quanto abbiamo registrato un’ottima risposta da parte dei nostri lettori, che si sono detti entusiasti della componente algoritmica della stessa. Dopo esser stati a lungo attenzionati e testati, abbiamo deciso di introdurre altri due broker nella nostra lista dei migliori e sono Avatrade e Bitpanda.

Abbiamo poi rivisto completamente l’organizzazione contenutistica della pagina, eliminando informazioni obsolete e ridondanti, cancellato paragrafi e aggiunti di nuovi; infine ci siamo occupati nella correzione di refusi, omissioni e controllati eventuali errori ortografici.

Considerazioni finali

Scegliere la miglior piattaforma trading per in base alle proprie necessità nonchè al livello di esperienza è il primo passo per iniziare a fare trading on line col piede giusto. Non tutte quelle che vengono proposte – anche nel caso in cui a farlo fossero gruppi bancari o di trading di grande reputazione – sono in grado oggi di offrire il meglio a chi investe.

Il direttore di Tradingonline.com – Alessio Ippolito

FAQ

Che cosa sono le piattaforme di trading?

Sono SW (software) che permettono di inserire ordini e di gestire portafogli sul mercato.

Sono facili da usare?

Dipende dalla tipologia di piattaforma. Le migliori hanno comunque ampia documentazione e corsi per impararne l’utilizzo.

Conviene utilizzare piattaforme extra-UE e offshore?

A questo tipo di operatori sono collegati rischi importanti che non dovrebbero essere valutati.

Si possono provare gratis le piattaforme di trading online?

Assolutamente sì. Tutti i migliori broker offrono un conto trading online demo.

Risorse e approfondimenti

https://www.consob.it/web/consob-and-its-activities/investment-firms-without-branches

https://www.consob.it/web/area-pubblica/educazione-finanziaria