Criptovalute

Le criptovalute sono asset digitali, che vengono utilizzati come scambio di valore e che dipendono su database di pubblico accesso e il ricorso ad algoritmi di crittografia.

Per moltissimi aspetti hanno le stesse funzioni delle valute classiche e anche per quanto concerne l’aspetto legato maggiormente agli investimenti le differenze sono in realtà poche.

Quello che differenzia questo nuovo modo di gestire i mezzi di pagamento è l’assenza dall’orizzonte di enti pubblici e statali a governare il fenomeno. Non ci sono infatti banche centrali o zecche statali che si preoccupano di controllare né la quantità di valuta in circolazione né i meccanismi attraverso cui queste valute possono essere utilizzate.

Le conseguenze di un approccio di questo tipo sono radicali e hanno aperto già ad un mondo di opportunità, sia per chi investe sia per il mondo dell’economia reale.

Criptovalute: la guida completa realizzata da TradingOnline.com
Criptovalute: asset finanziario o moda?

In aggiunta, alcune tecnologie nate in concomitanza con la prima criptovaluta – Bitcoin – hanno oggi superato il campo di applicazione per cui erano state concepite e sono una delle frontiere tecnologiche più avanzate per diversi settori.

  • Criptovaluta emergente
    21 Feb 2021

    Criptovaluta emergente

    Le criptovalute emergenti sono i cryptocoin non ancora conosciuti dai non addetti ai lavori, che a fronte di rischi importanti, possono offrire […]

  • Bitcoin
    20 Feb 2021

    Bitcoin

    Bitcoin è una criptovaluta, sistema di pagamento alternativo e riserva di valore, prima del suo settore per capitalizzazione e valore […]

  • Tassazione criptovalute
    17 Feb 2021

    Tassazione criptovalute

    Anche le criptovalute sono sottoposte, in quanto asset finanziario, a tassazione sulle plusvalenze. L’Agenzia delle Entrate è intervenuta più volte […]

  • Migliori Broker Criptovalute
    31 Gen 2021

    Migliori Broker Cripto...

    I broker criptovalute consentono di investire, con gli strumenti tipici della finanza, sulle valute digitali di nuova generazione. Un mercato, […]

    Cos’è una criptovaluta

    Le criptovalute sono degli asset digitali con delle caratteristiche in termini di design molto particolari: le transazioni sono registrate su un libro mastro “pubblico” e utilizzano su diversi livelli la crittografia per garantire la sicurezza del sistema.

    La definizione accademica di criptovaluta non rende però giustizia all’interezza del fenomeno e alla portata del suo utilizzo. Andremo pertanto a scomporre la definizione a caccia dei significati più importanti, quelli che fanno per l’appunto la differenza tra questo tipo di sistemi e quelli classici della fiat currency, ovvero le valute come siamo abituati ad intenderle da sempre.

    • Asset digitali

    Sebbene anche la valuta classica sia oggi in larghissima parte digitalizzata, le criptovalute hanno la particolarità di non esistere in alcuna forma fisica. Tutto il sistema – e le unità di valuta relative – è infatti di carattere digitale, iscritto da una parte su un ledger o libro mastro di pubblico accesso. Tutto dipende dal codice di programmazione stesso che governa la criptovaluta nello specifico.

    • Ledger

    Quello che in italiano può essere facilmente tradotto con libro mastro, ovvero la lista di tutte le transazioni che sono avvenute nel network. Il grosso delle criptovalute oggi ne utilizza uno pubblico e di libero accesso. Rimangono diametralmente opposti a quelli pur utilizzati dal sistema bancario, che sono invece privati e che non prevedono il complesso sistema di regole per iscrivere nuove operazioni.

    • Crittografia

    Le criptovalute rimangono degli asset che fanno ampio ricorso alla crittografia. Sia per iscrivere nuove operazioni nel ledger, sia, nella stragrande maggioranza dei casi, per coniare nuova moneta. La crittografia rimane centrale nel progetto, anche se per motivi molto diversi da quelli percepiti dal grande pubblico.

    Codice Bitcoin
    Le criptovalute devono la loro stessa essenza a del codice di programmazione

    • Blockchain

    La blockchain è uno degli aspetti fondamentali del funzionamento di ogni tipo di criptovaluta. È la serie di blocchi che da un lato registra tutte le operazioni e dall’altro tiene traccia della creazione di nuova moneta. Ci sono oggi metodi diversi per organizzare la blockchain, che rendono poi enormemente diversa la gestione dell’intero network. Sono problemi che riguardano però in modo molto marginale chi vuole soltanto investire nelle criptovalute.

    Principali caratteristiche delle criptovalute:

    Tipologia di asset Monetario, digitale
    Categoria di rischio Molto alta
    Orizzonte di investimento Lungo periodo, breve periodo a rischio aumentato
    Intermediari per l’investimento Broker in CFD, broker DMA, exchange criptovalutari
    Investimento minimo 100 USD
    CRIPTOVALUTE – Principali caratteristiche – Tabella sintetica

    Come funzionano le criptovalute

    Le criptovalute, sebbene oggi ne siano oltre 6.000, hanno caratteri comuni di base, sui quali poi entità diverse hanno costruito i propri differenti progetti. Alcune di queste caratteristiche coincidono con quelle delle valute classiche, altre meno, segnando il passo tecnologico di quella che per molti, giustificatamente, è una rivoluzione di enorme portata.

    • Scambio di valore

    Le criptovalute, che si tratti di Bitcoin o di progetti decisamente meno conosciuto come ad esempio Binance Coin, hanno come scopo principale quello dello scambio di valore. Più banalmente, possono essere utilizzate per scambiarsi ricchezza, ovvero per effettuare pagamenti.

    • Speculazione sul valore

    Tutte le criptovalute – fatta eccezione per gli Stable Coin – sono in regime di libera fluttuazione dei cambi. E pertanto possono essere utilizzate anche per fare trading, ovvero puntando sul loro rialzo o sul loro ribasso. Anche qui le funzionalità delle criptovalute ricalcano quelle delle valute tradizionali.

    In aggiunta, la grande volatilità degli asset in questione rende la speculazione sul breve assolutamente possibile: anzi, è proprio per questa sua caratteristica specifica che in moltissimi investono sulle criptovalute.

    • Smart Contract e App

    En passant segnaliamo che le criptovalute più evolute, a partire dalla seconda generazione, spesso integrano anche sistemi di supporto, sulle loro blockchain, di contratti ad esecuzione automatica o interi applicativi. È il caso ad esempio – per citare la più celebre – di Ethereum, che poi è stato l’apripista a tanti altri progetti di questo tipo.

    Smart contract
    Gli smart contract permettono già operazioni semi-automatiche di grande rilievo, che utilizzano poi la criptovaluta di riferimento come mezzo di pagamento

    • Wallet

    I partecipanti ai network di criptovalute sono tutti dotati di un indirizzo/wallet, che permette di ricevere e inviare valuta. Il funzionamento è sotto questo aspetto molto simile a quello del sistema bancario classico.

    • Sistema anti-inflattivo

    Tra le caratteristiche ulteriori di base di ogni o quasi sistema di criptovalute abbiamo anche algoritmi anti-inflattivi. Nel senso che in genere il numero massimo di token, ovvero di unità di base di moneta che può circolare, è finito. Questo vuol dire che rispetto alla base monetaria ufficiale di qualunque paese del mondo, sul lungo periodo, a domanda fissa, non può esserci inflazione.

    Questa caratteristica rende le criptovalute particolarmente allettanti per posizioni di lungo periodo, anche se – come dovrebbero sapere già gli esperti del mercato Forex – non è soltanto la quantità di circolante a poter influenzare il valore di una valuta.

    Investire in criptovalute: come si fa

    Le criptovalute oggi possono essere scelte per l’investimento attraverso diversi canali. Non solo i tradizionali broker in acquisto diretto (DMA), ma anche broker CFD e gli exchange.

    • Investire in modalità DMA

    Alcuni broker di qualità come eToro permettono di accedere a questo tipo di investimento attraverso un acquisto diretto, pur supportato dalle strutture finanziarie e di investimento che un buon broker mette a disposizione.

    • Investire in modalità CFD

    Con i contratti per differenza, che sono i classici contratti derivati che seguono l’andamento del sottostante pur non prevedendone l’acquisto diretto. È una modalità di investimento che è disponibile anche per altri tipi di asset. I broker CFD – notoriamente molto attenti alle novità che arrivano dai mercati – hanno tutti inserito nei loro listini anche le principali criptovalute. Capital.com offre un grande assortimento di criptovalute, tramite le quali investire anche al di fuori del circuito delle fiat currencies.

    • Exchange

    Sono degli hub virtuali che permettono lo scambio di criptovalute contro altre criptovalute. Potremo utilizzarli per comprare e vendere criptovalute, depositarle nei nostri wallet, per poi rivenderle ulteriormente. Alcuni sono diventati estremamente specializzati in investimenti e – seppur con evidenti limiti rispetto ai broker più scafati – permettono di utilizzare piattaforme ormai quasi professionali.

    Trading online in criptovalute

    ETORO

    eToro è il broker di Social Trading leader al mondo, ideale per i giovani traders che vogliono fare trading automatico copiando i più esperti.

    • Copia i traders migliori
    • CopyPortfolios
    • Azioni a 0 commissioni

    Inizia ora

    67% of retail CFD accounts lose money.

    CAPITAL.COM

    Capital.com è dotato di un sistema avanzato basato sull'intelligenza artificiale, utile a ridurre i rischi e massimizzare i profitti.

    • Deposito min. 20€
    • App educativa gratuita
    • 3.000+ assets

    Inizia ora

    75% of retail CFD accounts lose money.

    FP MARKETS

    FP Markets è ideale per chi vuole una piattaforma ricca di strumenti per il trading automatico come EA, MT4/5 e segnali.

    • Spreads 0.0 pips
    • MetaTrader 4/5
    • Segnali trading

    Inizia ora

    48% of retail CFD accounts lose money.

    TRADE.COM

    Trade.com è un broker multiassets per trading in CFD e DMA ricco di caratteristiche che lo rendono esclusivo.

    • MetaTrader 4
    • Segnali di trading
    • Corsi individuali gratuiti

    Inizia ora

    79,90% of retail CFD accounts lose money.

    Il trading online in criptovalute è un settore che ricalca, per larghissima parte, quello del Forex. Questa volta però non dovremo investire in coppie di valute fiat, ovvero di quelle rilasciate dalle banche centrali e utilizzare come valuta ufficiale da un qualunque stato.

    Questa volta, almeno da un lato della coppia, ci sarà una criptovaluta, sebbene poi il meccanismo di funzionamento sia ampiamente lo stesso.

    • Puntare sul rialzo di una determinata criptovaluta

    È il modo classico per fare trading sulle criptovalute. Se crediamo che in futuro il valore di un determinato cryptotoken sia destinato a salire, non ci resta che acquistarlo, direttamente o tramite CFD. Se e quando il valore della criptovaluta che abbiamo scelto salirà, potremo chiudere la posizione e incassare.

    • Puntare sul ribasso di una determinata criptovaluta

    L’investimento in criptovalute può essere effettuato anche allo scoperto. Si tratta di un sistema di vendita che viene gestito automaticamente dai broker per il trading in CFD e che è esclusivo di questo specifico canale. In questo modo, con le stesse modalità che utilizzeremo per l’investimento diretto, potremo puntare sul calo di valore di un determinato cryptocoin.

    Come dovrebbe essere chiaro già a questo punto della nostra trattazione, possiamo investire sulle criptovalute oggi, facendo trading online, allo stesso modo in cui investiamo su tutti gli altri asset che vengono trattati sui mercati. Bisogna necessariamente entrare nella concezione che le criptovalute sono asset a tutti gli effetti e che come tali vanno trattati.

    Trading criptovalute: esempio pratico d’investimento

    Bastano pochi minuti per fare la nostra prima operazione di trading sul mercato delle criptovalute. Allo scopo ci rivolgeremo ai servizi del broker leader eToro, broker che offre condizioni ideali per fare trading su criptovalute e su altri 2.200+ e più asset.

    • Primo passo: aprire un conto virtuale con eToro

    Basterà, per piazzare il primo ordine, avere a disposizione un conto demo gratis di eToro, conto che mette a disposizione istantaneamente 100.000 dollari USA di capitale virtuale. Non ci sono impegni: si può chiudere quando si preferisce e non dovremo per forza passare ad un conto reale.

    • Secondo passo: entrare nella piattaforma

    Le credenziali che abbiamo scelto durante la fase di registrazione saranno necessarie per fare il nostro ingresso all’interno della dashboard di trading di eToro. Una volta fatto il nostro ingresso all’interno della piattaforma, potremo individuare la criptovaluta più congeniale ai nostri investimenti.

    • Terzo passo: il listino delle criptovalute

    Passando da Mercati e poi a Criptovalute, potremo accedere al listino completo di eToro per il settore delle cryptocurrencies. Il broker in questione ne offre diverse, sia tra quelle più conosciute come Bitcoin, sia tra quelle meno conosciute come Binance Coin.

    Listini criptovalute - assortimento di eToro broker trading
    Raggiungere i listini non è difficile. Basta andare su Cripto, in alto.

    Noi per fare un ordine di prova sceglieremo Bitcoin Cash, progetto che è nato da una costola di Bitcoin main e che oggi offre buone prospettive.

    Scegliamo pertanto dal listino di eToro BCH, che è il ticker di Bitcoin Cash. Una volta clickato sul nome della criptovaluta, accederemo alla pagina di investimento.

    • Quarto passo: piazzare l’ordine

    eToro ordine criptovalute
    La schermata di ordine di eToro è semplice e lineare

    Dalla schermata che riportiamo in allegato possiamo impostare il nostro ordine:

    VOLUME: la quantità di denaro che vogliamo dedicare a questo investimento

    STOP LOSS: al raggiungimento di questo livello di perdita, la nostra posizione sarà chiusa automaticamente

    TAKE PROFIT: si tratta dell’ordine opposto allo stop loss. In questo caso la nostra posizione sarà chiusa automaticamente al raggiungimento di un determinato livello di guadagni.

    LEVA FINANZIARIA: impostandola in 1x, avremo accesso all’acquisto di Bitcoin diretto (trading in DMA) e senza CFD. In tutti gli altri casi, compresa la vendita allo scoperto (alla quale potremo accedere clickando su VENDI).

    Una volta che ogni tipo di dettaglio che abbiamo segnalato sarà corretto, basterà andare a clickare su APRI POSIZIONE per vedere la nostra posizione attiva e trasferita nella sezione portafoglio.

    Trading in criptovalute: Pro e contro

    Il trading in criptovalute può essere conveniente, anche se come ogni tipo di investimento, presenta taluni svantaggi, soprattutto in relazione a determinate categorie di investitori e risparmiatori.

    I vantaggi e gli svantaggi che andremo ad elencare dovranno essere valutati non soltanto in relazione all’investimento con il trading in quanto tale, ma anche in relazione all’altra modalità di investimento che abbiamo a disposizione, ovvero l’acquisto diretto tramite exchange.

    Vantaggi dell’investimento in criptovalute

    • Liquidità

    Il grosso degli scambi nel mondo delle criptovalute avvengono sulle piattaforme di trading finanziario. In aggiunta, i broker che offrono investimenti in criptovalute finiscono per operare come controparte di chi investe. Quando compreremo CFD (o criptovaluta direttamente), il broker ricomprerà il nostro investimento, ai prezzi di mercato, in qualunque momento.

    • Leva finanziaria

    Sebbene si tratti di una leva massima bassa, fissata da ESMA a 1:2, è comunque un ulteriore vantaggio rispetto a quello che viene offerto dagli exchange. La leva finanziaria, seppur applicata su titoli già relativamente volatili, può essere un ulteriore vantaggio rispetto all’investimento tradizionale comprando e vendendo direttamente criptovalute.

    • Vendita allo scoperto

    Come abbiamo già visto poco sopra, con gli stessi canali e le stesse modalità attraverso le quali puntiamo sul rialzo di una criptovaluta, con i broker per il trading online possiamo avere accesso anche alla vendita allo scoperto. Un potentissimo strumento che permette a tutti di puntare sul ribasso delle criptovalute. Per cavalcare i trend in entrambi i versi.

    • Costi ridotti

    Scegliendo i broker giusti possiamo fare trading spendendo molto meno in commissioni rispetto a quanto spenderemmo per fare le stesse operazioni presso gli exchange. Non tutti i broker sono competitivi, a livello di commissioni, su tutte le criptovalute. Cercando però bene si può risparmiare una somma importante su ogni operazione.

    Come comprare criptovalute

    Per comprare criptovalute ci si dovrà invece rivolgere al mondo degli exchange, hub virtuali che operano da vero e proprio borsino delle criptovalute e che tipicamente permettono anche di comprare e vendere criptovalute contro altre criptovalute.

    Seguiremo una prova di acquisto e di investimento in Bitcoin tramite il popolare exchange CoinBase, che offrendo in aggiunta ai suoi servizi di base anche una piattaforma semi-professionale, è quanto di più vicino esista all’investimento finanziario tramite exchange.

    • Primo passo: aprire un conto con CoinBase

    Aprire un conto con Coinbase è facile e non costa nulla, almeno fino al primo versamento. Nel caso in cui si dovesse inoltre optare per metodi di pagamento istantanei, si potrà iniziare a fare compravendita di criptovalute da subito.

    esempio di compravendita di criptovalute con il broker Capital.com
    La dashboard di investimento di CoinBase Pro

    • Secondo passo: utilizzare il navigatore per individuare Bitcoin

    CoinBase è un servizio altamente specializzato in criptovalute e pertanto offre a un gran numero di altcoin. Per trovare Bitcoin all’interno di questo listino sarà pertanto necessario inserire, come nella foto che alleghiamo, nella barra di ricerca il nome di Bitcoin. Dato che stiamo operando dall’Europa, ci sarà consentito di operare tramite BTCEUR, ovvero Bitcoin contro Euro e non Bitcoin contro Dollaro Usa.

    andamento criptovalute - sito capital.com
    I listini di CoinBase Pro

    • Terzo passo: inserire l’ordine

    Sulla colonna di sinistra è possibile inserire gli estremi dell’ordine. Dal volume di denaro che vogliamo investire in questa operazione, passando anche per take profit e stop loss. Proprio come faremmo con un normalissimo broker di criptovalute.

    come piazzare un ordine con capital.com - acquisto di criptovalute

    Una volta che tutti i dettagli saranno corretti, ci basterà clickare su Place Buy Order per vedere il nostro ordine eseguito.

    Nota importante: ©TradingOnline.com si è servito per la dimostrazione dell’exchange Coinbase, tuttavia è bene specificare che puoi acquistare realmente criptovalute anche con altri exchange. Noi reputiamo, ad ogni modo, Coinbase un exchange criptovalutario in grado di garantire – in modo sicuro – i nostri investimenti.

    Comprare criptovalute conviene?

    Comprare criptovalute invece di operare tramite trading online può essere conveniente? Non in molti casi. Gli exchange, compresi quelli ormai quasi finanziari come CoinBase, pagano infatti un ritardo rispetto alle piattaforme nate appositamente per investire, ritardo che non sarà colmato, almeno a nostro avviso, fino a quando non decideranno di organizzarsi come veri e propri intermediari finanziari.

    Rimane il fatto che comprare direttamente criptovalute potrebbe essere interessante, ad esempio, per tutti coloro i quali hanno bisogno di avere tra le mani l’asset e non una sua rappresentazione, per quanto di toccare con mano si possa parlare all’interno di un mercato di asset digitali.

    C’è anche da dire però che la presenza sul mercato di exchange ad alto tasso tecnologico, come quelli che d’altronde abbiamo già descritto, permette oggi di avere piattaforme simili a quelle di trading. Anche se comunque manca quel quid composto da indicatori e strumenti di analisi.

    In terzo luogo comprare criptovalute direttamente potrebbe essere interessante per chi vuole provare l’ebrezza di avere dei Bitcoin reali in portafoglio. Senza che questo però possa avere alcun tipo di ripercussione positiva sul proprio modo di investire.

    Gli exchange vanno pertanto completamente ignorati? Non è detto. Ma pensare che siano oggi la frontiera del mondo degli investimenti in criptovalute è, secondo noi, sbagliato.

    Imparare ad investire in criptovalute

    Le criptovalute vengono trattate come asset finanziari anche dalle strutture didattiche, che prendono la forma di corsi, di analisi, di libri e video.

    Abbiamo selezionato, purtroppo ancora una volta tra molti prodotti inadeguati e spacciati per rivelazione di questo o quel guru, i materiali didattici affidabili sulle Criptovalute, che permetteranno a chiunque di avvicinarsi a questo mondo con una solida formazione finanziaria e non tramite questo o quel trucco.

    Analisi criptovalute

    Il primo passo per imparare a fare trading con le criptovalute non può che essere una solida preparazione di base nel mondo del trading stesso. Gli strumenti che vengono utilizzati per le analisi infatti non cambiano da categoria di asset a categoria di asset e come dovrebbe essere chiaro ormai, le Criptovalute possono essere largamente trattate come una valuta appartenente al mondo del Forex.

    Certo, da Bitcoin, Ethereum & co. mancano sicuramente le banche centrali, ma questo non vuol dire che non ci siano notizie da seguire per fare una buona analisi fondamentale. Inoltre è il caso di ricordarsi che quando investiamo in una criptovaluta, tendenzialmente lo stiamo facendo contro una valuta fiat e pertanto anche l’analisi fondamentale sulla parte classica della coppia può essere di fondamentale aiuto.

    Rimane il punto di partenza più importante per chi vuole fare investimenti di breve e brevissimo periodo e anche per chi vuole cercare di individuare trend di durata più lunga.

    L’analisi tecnica ha anche l’enorme pregio di non variare da asset ad asset: gli strumenti che mette a disposizione sono uguali per tutti.

    Possono essere applicati con grande facilità utilizzando la piattaforma di trading giusta e possono essere di aiuto a chi vuole fare trading in criptovalute. Ricordandoci che anche le piattaforme proprietarie via web sono oggi dotate di questo tipo di strumenti, invitiamo tutti a farne un uso pratico con un conto demo trading gratuito, che permetterà a tutti di avere una palestra degli indicatori senza correre rischi.

    Corsi criptovalute

    Non crediamo nel fatto che si possa imparare a fare trading sulle criptovalute ignorando il resto. Per questo il primo dei corsi che proporremo ai nostri lettori è in realtà un corso completo di trading, che offrirà gli strumenti per muoversi sui mercati sia nel mondo delle criptovalute, sia negli altri.

    Il nostro corso rimane, almeno a nostro avviso, la prima tappa che chiunque dovrebbe affrontare, a prescindere da quale sia il mercato di riferimento e a prescindere da quali siano gli obiettivi finali sul mercato. Ci occupiamo anche – e profondamente – di criptovalute.

    Corso presente su udemy che offre un approccio maggiormente tecnologico al mondo delle criptovalute, con buoni spunti però per chi vuole investire in questo mondo. Secondo noi assolutamente consigliato, soprattutto per chi vuole comprendere l’asset sottostante.

    Corso a pagamento – e sicuramente caro per molti di voi – ma che ha il pregio di essere organizzato intorno alle necessità di chi vuole fare trading sulle criptovalute e non limitarsi agli aspetti tecnologici.

    Migliori libri sulle criptovalute + Pdf

    Anche per quanto riguarda i libri, non possiamo assolutamente essere soddisfatti della media dei prodotti in circolazione sulle criptovalute. In molti, anzi in troppi hanno provato a cavalcare un’onda, pubblicando libri che non solo non meritano di essere letti, ma che possono causare danni irreparabili alla struttura mentale e cognitiva di chi li legge. Per intenderci, i libri classici di chi vuole vendere un prodotto e non ha alcun interesse (o capacità) di spiegare alcunché.

    In una situazione mediamente non edificante, abbiamo però selezionato 5 libri che possono aiutarci a conoscere meglio l’argomento.

    • Investire in Bitcoin di Stefano Pepe

    Concentrato su Bitcoin ma con spunti che sono grosso modo validi per qualunque tipo di criptovalute. È stato uno dei primi ad occuparsi del mondo delle criptovalute in modo… finanziario. Da avere.

    • Investire in Bitcoin, piccolo manuale per divertirsi di Paolo Poli

    Il libro di Paolo Poli ha un approccio più discorsivo e ha sicuramente come target chi si sta avvicinando per la prima volta al mondo sia delle criptovalute sia degli investimenti. Consigliato, per chi ama una lettura non troppo impegnativa.

    • Tutto su Bitcoin, guida pratica per investire in criptovalute di Davide Capoti

    Libro di trading semi-operativo. Anche questo concentrato su Bitcoin, ma non possiamo pensare altrimenti, dato che BTC ha dominato (e probabilmente continuerà a dominare) in lungo e largo il mondo delle criptovalute.

    • Ethereum: La guida definitiva di Mark Gates

    Secondo noi da leggere. Anche e soprattutto per comprendere la portata di progetti di seconda generazione come Ethereum. Buon libro.

    • Guida introduttiva al mondo delle criptovalute di Federico Ruggieri

    Un’introduzione che sia di carattere tecnologico sia di carattere finanziario. Tanti i dettagli sul funzionamento delle criptovalute, che riteniamo importanti anche per chi volesse investire.

    • Criptovalute – la rivoluzione del denaro [PDFdi Franklin Templeton Investments

    Un PDF di Franklin Templeton che mai fu più apprezzato. Ottimo l’approccio analitico, ottimi gli spunti che offre. Da leggere tutto d’un fiato.

    • Andamento e sviluppo delle criptovalute nei mercati finanziari [PDFdi Francesco Esposito

    Una tesi di laurea, e quindi molto approfondita e soprattuto dotata di quella freschezza che i ventenni riescono ad imprimere alle loro ricerche. L’abbiamo letta tutta d’un fiato e vi abbiamo trovato spunti davvero interessanti. Consigliata.

    Migliori video sulle criptovalute

    Abbiamo raccolto qualche video che può indirizzarci a comprendere di più sulle criptovalute. Anche qui vale la nostra avvertenza: i contenuti a tema criptovalute sono troppo spesso inquinati da improvvisati guru della finanza. Dei quali però, puntualmente, dopo pochi mesi si smette di sentir parlare.

    • Investire in Criptovalute, da dove inizio? di Affari Miei

    Il metodo socratico di Affari Miei funziona, anche e soprattutto per un tema complesso come quello delle criptovalute. Da vedere.

    • Binance Futures: come trarre vantaggio.. di Cristian Palusci

    Un piccolo video di trading operativo, che consigliamo a tutti coloro i quali vogliono capire l’effettiva portata sul trading di questa nuova categoria di asset.

    • Blockchain e criptovalute: l’avvento del web 3.0 e della finanza decentralizzata di Italian Insurtech Association

    Un video più teorico che tecnico, che permette però di comprendere quali siano le implicazioni tecnologie e finanziarie delle criptovalute. Rimaniamo dei grandi fan del “conosci il tuo asset” di Warren Buffett e non possiamo che consigliare lo stesso ai nostri lettori

    • Cos’è la blockchain e cosa sono le criptovalute di EtherEvolution

    Buon video, utile soprattutto per chi non ha ancora compreso a fondo il funzionamento delle criptovalute, anche in senso finanziario.

    • Is Bitcoin a good investment? di Dave Ramsey

    Ci si perdoni il video in inglese, ma abbiamo una discreta passione per Dave Ramsey. Spiegazione calma e pacata e soprattutto priva di quell’entusiasmo che spesso rende le discussioni sulle criptovalute materiale per tifosi. Chi non capisce l’inglese può facilmente attivare i sottotitoli tradotti. Ne vale la pena.

    Criptovalute opinioni e recensioni

    Le criptovalute hanno fatto irruzione ormai da qualche anno nel mondo della finanza e – grazie all’enorme crescita che le ha caratterizzate nel giro di pochi mesi (a cavallo del 2018) hanno attirato capitali crescenti.

    Qui abbiamo raccolto le opinioni della nostra redazione su quello che è un mondo del quale si parla – troppo spesso – o con toni troppo entusiastici, o al contrario in toni eccessivamente catastrofisti.

    Il mondo delle criptovalute ha ormai la sua dignità finanziaria e pertanto deve essere considerato non più come un ospite momentaneo del mondo degli investimenti, ma come una categoria di asset assolutamente legittima, anche per i piccoli investitori.

    Conviene investire in criptovalute?

    Le criptovalute non sono e non dovrebbero essere per nessuno l’unico asset in portafoglio. Questo è assolutamente vero per qualunque categoria di asset, anche se ci sono caratteristiche precipue del settore che non possono essere ignorate nello scegliere o meno di investire in questo settore.

    • Altissima volatilità

    Le criptovalute hanno il difetto (e il pregio per chi investe sul breve e brevissimo periodo) di essere molto volatili. Il prezzo può modificarsi in modo sostanziale anche all’interno della stessa giornata di trading. Prima di investire parte del nostro capitale su questo tipo di asset, è necessario tenere conto di questa particolarità.

    • Settore che si comporta in blocco

    I legami tra le diverse criptovalute, a livello di valore sui mercati, sono importanti. Difficilmente infatti il settore riesce a crescere senza il traino di Bitcoin. E Bitcoin è l’unica delle criptovalute che riesce a muoversi in modo indipendente. Ad oggi le criptovalute “a se stanti”, ovvero non legate all’andamento dell’intero settore, sono poche.

    • Progetti non sempre solidi

    Le criptovalute sono ancora ad un livello embrionale. Nel senso che non sono state ancora esplorate tutte le possibilità offerte da questa tecnologia. E pertanto non possiamo sapere quali dei progetti attualmente sulla cresta dell’onda riusciranno a mantenersi anche sul medio e lungo periodo. Facile oggi puntare su Ethereum o su Ripple: ma siamo sicuri che riusciranno a rimanere rilevanti da qui a 10 anni?

    • Rischio elevatissimo

    Il che rende le criptovalute poco convenienti per chi ha invece un basso profilo di rischio. Ecco esclusa un’importante categoria di soggetti da quelli che potrebbero trovare conveniente l’investimento in criptovalute.

    La nostra opinione sulle criptovalute

    Quanto abbiamo appena affermato non può essere in alcun modo considerato come poco conveniente o poco intelligente. Da una prospettiva tecnologica e anche finanziaria le criptovalute possiedono caratteristiche molto interessanti, che sicuramente, intervengano i governi o meno, le renderà sempre più cruciali nel futuro.

    Come abbiamo poi visto, inoltre, molte criptovalute (vedi Ripple e ZCash) fanno in realtà parte a tutti gli effetti del circuito bancario internazionale, il che rende l’intero settore più forte e soprattutto più integrato di quanto vogliano far apparire i cryptolibertari e chi vede nelle criptovalute in generale un sistema per sganciarsi, magari parzialmente, dal sistema monetario internazionale.

    Chi è appassionato di novità non potrà che che continuare a seguire l’ascesa di questo straordinario settore – che oggi conta oltre 6.000 altcoin – molti dei quali già spariti dalla circolazione. Molte altre criptovalute, anche tra quelle che avranno impatto sul lungo e lunghissimo periodo dovranno ancora nascere.

    Il nostro consiglio non può pertanto essere che quello di seguire molto da vicino questo settore e continuare ad individuare opportunità di investimento.

    Elenco principali criptovalute

    Scegliere tra oltre 6.000 criptovalute attualmente disponibili potrebbe sembrare uno sforzo titanico. Sono però poche quelle ad aver totalizzato già una buona capitalizzazione di mercato. Di seguito indicheremo le 20 principali criptovalute, tra quelle che possono essere degne di attenzione da parte degli investitori.

    • Bitcoin

    Bitcoin è la prima nonché ancora più importante delle criptovalute. Capitalizzazione elevatissima di mercato, presenza diffusa su tutti i migliori exchange e soprattutto molto diffusa anche per l’utilizzo reale.

    • Ethereum

    La criptovaluta di seconda generazione per eccellenza. Molto diffusa a livello mondiale e in grado di offrire anche supporto per gli smart contract, nonché di fare da network per altre criptovalute in formato ERC20.

    • Tether

    Altissima capitalizzazione, per la criptovaluta stable coin per eccellenza. Altrettanto importanti le polemiche che riguardano il management però, che hanno avuto come conseguenza l’eliminazione di questa criptovaluta da alcuni exchange e broker.

    • XRP / Ripple

    Ripple è una criptovaluta interessante, perché già integrata come sistema di pagamento tra banche internazionali. Buon management e rete gestita in modo da supportare un gran numero di transazioni al secondo.

    • Bitcoin Cash

    Nato da una costola di Bitcoin, per una divisione interna che ha portato una parte dei contributor di BTC a separarsi nello sviluppo del proprio progetto. Ad oggi è una delle criptovalute più apprezzate dal mercato.

    • Binance Coin

    Intimamente legata all’omonimo exchange, Binance Coin è utilizzata largamente come tramite per gli investimenti sul suddetto exchange. Data la solidità del management e dell’exchange stesso, oggi è una delle criptovalute con la maggiore capitalizzazione di mercato.

    • Bitcoin SV

    Altro progetto nato da un fork di Bitcoin, che punta a preservarne la struttura originaria. Se sarà un successo o meno, solo il tempo potrà dirlo. Per ora il suo valore di mercato è interessante, nonostante la tecnologia implementata sia meno funzionale di quella di Bitcoin original.

    • Cardano

    Progetto completamente open source, per una criptovaluta di terza generazione che implementa Proof of Stake invece della solita Proof of Work delle prime criptovalute. Sistema che permette di gestire il network e le transazioni in modo più agevole.

    • Litecoin

    Litecoin è tra le prime criptovalute che hanno conquistato le luci della ribalta. Oggi ha perso parte della sua centralità, ma continua ad avere i suoi campi di applicazione.

    • EOS

    Criptovaluta di ultima generazione che permette di implementare smart contract e anche di supportare applicazioni decentralizzate. Sarà un sistema operativo decentralizzato nel futuro e sicuramente uno dei prodotti più interessanti dell’intero comparto.

    • TRON

    Nata per fornire un sistema di pagamento ai content creator, oggi è una potente rete decentralizzata, che non ha ancora dipanato completamente le sue potenzialità. Sicuramente uno dei prodotti da seguire.

    • Monero

    Nata con un obiettivo principale: quello di fornire transazioni davvero anonime, cosa che per l’appunto non è possibile con il resto delle criptovalute. Obiettivo raggiunto, almeno in parte, anche se sulla diffusione del coin in questione cominciano a vacillare le prime certezze.

    • Tezos

    Altra criptovaluta di ultima generazione che implementa il supporto per gli smart contract e soprattutto per gli applicativi distribuiti. Tra le caratteristiche più interessanti, la possibilità già prevista di aggiornamenti nel funzionamento.

    • Stellar

    Nata già nel 2014, questa criptovaluta è oggi di importantissima diffusione nei paesi in via di sviluppo, soprattutto per il sostegno ai progetti di aiuto internazionale. IBM ha adottato Stellar per il suo sistema di pagamenti internazionali.

    • NEO

    Nata già nel 2014, come AntShares e oggi ribrandizzata in NEO. Il progetto dietro questa criptovaluta è ambizioso – offrire un network per la gestione di smart contract e soprattutto di applicativi distribuiti e per la gestione di asset digitali.

    • IOTA

    Nata come sistema di pagamento per i sistemi IoT (Internet of Things), questa criptovaluta ha già ricevuto importanti riconoscimenti da Microsoft e da altre aziende del settore tech.

    • DASH

    Criptovaluta che fa della velocità di esecuzione delle transazioni il suo punto di forza. Oggi anche altre criptovalute hanno implementato tecnologie simili, ma Dash rimane comunque un punto di riferimento.

    • Ethereum Classic

    Progetto nato da un fork di Ethereum, che punta a preservarne le caratteristiche originali. Progetto nato per separazioni politiche, ma comunque di grandissima qualità e di grandissimo spessore.

    • ZCash

    Anche ZCash ha fatto, sin dal suo esordio, dell’anonimità presunta dei partecipanti uno dei suoi punti di forza. Questo ha reso la criptovaluta molto popolare, soprattutto in certi ambienti.

    • OMG Network

    Nata per lo storage e per lo spostamento di diritti di proprietà su rete Ethereum. Uno dei token ERC più famosi al mondo e sicuramente uno di quelli con il maggior valore.

    Criptovalute news

    In questa sezione la nostra redazione si occuperà di inserire e commentare tutto quanto arriva dai mercati a livello di news sulle criptovalute. Un commentario sempre aggiornato, da un punto di vista squisitamente finanziario.

    All’interno di questa specifica area tematica di TradingOnline.com trovi novità ed approfondimenti esclusivamente dedicati al mondo delle criptovalute con news ed approfondimenti analitici.

    Quotazione criptovalute

    Seguire le quotazioni delle criptovalute più importanti – quelle sulle quali investiamo – è di fondamentale importanza, sia per chi vuole investire sul breve e brevissimo periodo, sia per chi invece vuole operare sul mercato con un orizzonte di lungo e lunghissimo periodo.

    Per quanto concerne le quotazioni di Bitcoin, è assolutamente da sottolineare il fatto che siamo davanti ad un prodotto che è già finanziariamente solido e sul quale possono essere applicati tutti i principali strumenti che utilizziamo già per il Forex.

    Le quotazioni di questa criptovaluta vanno comunque seguite giorno per giorno e anche ora per ora da parte di chi vuole investire sul brevissimo periodo. La risorsa alla quale abbiamo puntato offre anche un’analisi dettagliata dei volumi e della quantità totale di circolante.

    Anche se il management di Ripple opera con un controllo piuttosto serrato sulla quantità di circolante, le fluttuazioni di questa criptovaluta vanno comunque seguite, perché di impatto importante per chi investe.

    Anche in questo caso la risorsa alla quale abbiamo puntato permette di analizzare non solo la variazione di prezzo, ma il volume, il montante in circolazione e la quantità di scambi anche su scala mensile.

    Conclusioni

    Le criptovalute sono oggi una categoria di asset legittima, che non lascerà l’Olimpo della Finanza. Siamo ormai ragionevolmente certi del fatto che non si tratta più di una moda, con molte delle criptovalute che hanno brillantemente superato i 5 anni di età.

    E molte altre continueranno a nascere, sfruttando l’enorme potenziale tecnologico di blockchain e crittografia. Un mondo che – lo ripetiamo ancora una volta – deve essere considerato come uno dei più interessanti.

    Vanno inoltre tenute in considerazione tutte le implicazioni a livello di indipendenza, orizzontalità e soprattutto per quanto concerne i meccanismi anti-inflattivi che questi asset incorporano.

    Le criptovalute più importanti si sono già rilevate come una buona riserva di valore e come bene anti-ciclico, in stile oro. Se continueranno ad esserlo nel corso dei prossimi anni, non possiamo prevederlo.

    Sta di fatto che quanto viene offerto già oggi da questo mercato è di importanza tale dal doverci confrontare con Bitcoin & co. senza più la possibilità di ignorare questi specifici asset.

    Glossario Criptovalute: domande frequenti

    Cosa sono le criptovalute? Sono asset digitali che vengono scambiati su network specifici e che possono funzionare come mezzo di scambio di valore.
    Quali sono le principali criptovalute per investimento? Bitcoin, Ethereum, Ripple, Litecoin e Dash. Sono queste quelle che tradizionalmente sono presenti presso i migliori broker.
    Quali broker offrono accesso a questo mercato? Tutti i principali broker in CFD e – come nel caso di eToro – anche da broker che offrono accesso in DMA.
    Quali alternative ci sono ai broker per investire in criptovalute? Gli exchange criptovalutari, anche se sono pochi quelli che offrono la possibilità di investire in borsa al top e con tutti gli strumenti necessari per l’analisi e la gestione degli ordini.
    Le criptovalute sono una truffa? Assolutamente no, anche se ci sono stati progetti a tema che si sono rivelati essere dei sistemi di multi-level marketing. Sempre in guardia quando ci si avvicina ad una nuova criptovaluta.
    Conviene investire in criptovalute? Dipende dalla tipologia di investitore. Sono asset rischiosi e volatili.
    Cosa fare quando il trend sulle criptovalute è negativo? Si può investire con vendita allo scoperto, ovvero puntando sul ribasso, cavalcando a scopo di profitto anche eventuali momenti ribassisti.
    Glossario sulle Criptovalute – Domande e Risposte comuni