Ilija Batljan lascia la carica di CEO della svedese SBB

Avatar di Moreno La Guardia
Written by Moreno La Guardia
Durante le prime fasi della mia carriera giornalistica, mi sono concentrato prevalentemente sull'universo delle criptovalute. Successivamente, ho ampliato il mio campo d'azione approdando a TradingOnline.com, dove mi occupo attualmente delle tematiche legate al settore tecnologico e all'innovazione.
Scopri i nostri principi editoriali

Nel tardo pomeriggio di venerdì è stata annunciata la decisione del CEO e principale azionista, Ilija Batljan, di dimettersi.

Attraverso un comunicato stampa, SBB ha reso noto che il consiglio di amministrazione e Batljan hanno concordato che la nomina di una nuova dirigenza rappresenti la scelta più idonea per l’azienda. Batljan sarà sostituito da Leiv Synnes, il quale ha ricoperto il ruolo di responsabile finanziario presso il colosso immobiliare Akelius dal 2004. Da diversi mesi, Synnes è anche membro del consiglio di amministrazione di Castellum, dove Akelius è recentemente divenuto il principale azionista.

Batljan, in quanto fondatore e principale azionista di SBB, ha dichiarato che è suo compito assumersi la responsabilità in un periodo di difficoltà.

Immagine di copertina, "SBB, Batljan, CEO dell'azienda immobiliare svedese ha annunciato le sue dimissioni", sfondo di alcuni grattacieli ripresi dal basso.
Batljan è stato l’artefice del grosso indebitamento che ha portato l’azienda sull’orlo del fallimento.

Le dimissioni di Batljan

Ilija Batljan, 55 anni, è stato il principale motore dietro l’indebitamento per la rapida espansione di SBB, diventando il fulcro delle turbolenze dell’azienda. La sua credibilità è stata compromessa dopo una serie di dichiarazioni in cui minimizzava le vulnerabilità dell’azienda.

Pochi giorni prima che il rating di credito dell’azienda fosse declassato a spazzatura, vantava che SBB soddisfacesse “tutti i criteri” per convincere S&P Global Ratings a revocare il rating negativo. Secondo il sito web dell’azienda, Batljan possedeva l’8,3% delle azioni di SBB e quasi il 32% dei voti al 26 aprile.

La mossa a sorpresa è arrivata dopo che Batljan è stato a Londra questa settimana per parlare con vari investitori riguardo alla vendita di asset singoli e forse dell’intera azienda. Alcune fonti, che hanno richiesto l’anonimato in quanto le riunioni non erano pubbliche, hanno rivelato che il gruppo di investimento canadese Brookfield Asset Management è tra gli investitori che stanno valutando il portafoglio immobiliare dell’azienda.

Synnes, il nuovo CEO, ha deciso di lasciare il suo incarico di direttore finanziario presso l’azienda di proprietà immobiliare Akelius, dove ha ricoperto diversi ruoli nel corso degli ultimi 19 anni. Secondo una dichiarazione del presidente di SBB, Lennart Schuss, con la nomina di Leiv Synnes come nuovo CEO, SBB acquisisce una nuova forza altamente qualificata che potrà gestire l’azienda con piena dedizione e offrire supporto al consiglio di amministrazione nella revisione strategica.

Immagine di un salvadanaio e un post it con su scritto "BAD CREDIT".
Il credito dell’azienda è stato recentemente declassato a “spazzatura”.

L’improvviso aumento dei tassi di interesse

L’aumento dei tassi di interesse ha inflitto un duro colpo al gigante immobiliare svedese sulla borsa di Stoccolma nell’ultimo anno. Mercoledì, il Finansavisen ha scritto come il collasso finanziario della SBB abbia causato un effetto a catena sulle attività private di Ilija Batljan.

Martedì, Batljan ha inviato un messaggio a Nordea e al Nordic Trustee comunicando che l’azienda doveva posticipare i pagamenti degli interessi sul prestito ibrido di 750 milioni di corone svedesi.

Batljan sta posticipando il termine di pagamento degli interessi, inizialmente previsto per il 15 giugno, e ha anche informato che posticiperà tutti i pagamenti degli interessi successivi fino a nuovo avviso. Tuttavia, va sottolineato che ovviamente gli interessi sul prestito continuano ad accumularsi nonostante il rinvio dei pagamenti.

In un messaggio pubblicato sul sito web di IB Invest, si fa riferimento ai pagamenti dei dividendi differiti da parte della SBB come causa principale dei problemi di IB Invest.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *