Pubblicato il

Comprare azioni Intesa San Paolo

Azioni

Intesa Sanpaolo è il primo gruppo bancario in Italia nel settore privato, con una presenza diffusa su tutto il territorio nazionale, alla quale si accompagna anche un’importante struttura commerciale nelle assicurazioni nell’investment banking.

Chi vuole investire sul settore bancario nazionale dovrà per forza di cose fare i conti con le previsioni e le analisi che riguardano il titolo della banca di Torino, che con una serie di fusioni e di acquisizioni durate più di un decennio oggi si impone sul mercato come gruppo di riferimento a livello nazionale.

INTESA SAN PAOLO: la nostra analisi tecnica e finanziaria completa e guida alla compravendita. Conviene comprare azioni Intesa ISP oggi? Guida a cura di ©TradingOnline.com

I broker e gli intermediari finanziari che offrono accesso a questo titolo sono diversi, anche se non tutti a condizioni vantaggiose. Nel nostro approfondimento troveremo un’indicazione sui migliori canali da utilizzare, nonché una disamina tecnica e fondamentale dello stato del titolo oggi sul mercato. Tutti elementi fondamentali per chi sta decidendo di investire sulle azioni Intesa Sanpaolo.

Azioni Intesa San Paolo – Principali caratteristiche:

📱ISIN & Sigla:IT0000072618 : ISP
🏦Dov’è quotata ISP:Borsa di Milano
💰Capitalizzazione:45 miliardi di euro ca.
⚡Come comprare azioni ISP:Trading in CFD / Azioni Pure / In banca e Posta
👍Conviene comprare oggi:Sì, sia sul breve che sul lungo periodo
📈Target price medio ISP:2,6€
Broker consigliati:eToro / Capital.com
Tabella introduttiva Azioni Intesa– principali caratteristiche tecniche

👍Conviene acquistare azioni Intesa oggi?

Ci sono diversi fattori dei quali dovremo tenere conto per rispondere a questa domanda, fattori che non possono limitarsi soltanto al target price (che pur riportiamo in questa guida), all’analisi fondamentale e tecnica. Partiremo con il cercare di valutare la posizione di mercato e le relative aspettative che si sono create intorno al gruppo.

Conviene investire in Intesa? Infografica a cura di ©TradingOnline.com
Intesa Sanpaolo è oggi un gruppo solido che ha ottime prospettive future
  • Una lunga sequela di acquisizioni

Intesa San Paolo sta facendo shopping da diversi anni. Dal 2017 ha acquisito Veneto Banca e le relative controllate, le piccole casse di risparmio di Forlì e della Romagna, Banca Apulia. Successivamente si è aggiunta anche UBI Banca, con un OPAS relativamente costosa in termini di premium di prezzo. Questo è segno da un lato di forza del gruppo, dall’altro della volontà ormai chiara di diventare almeno nel settore retail il vero punto di riferimento per il settore in Italia. Il gruppo ha fatto leva su una buona liquidità e su un livello di debito molto contenuto. Un buon segno, che fa sperare anche per il futuro.

  • Il primo gruppo bancario italiano per numero di sportelli

Ad attrarre gli investitori sul titolo di ISP c’è anche la presenza sul territorio. Ad oggi, e con numeri difficili da contrastare per gli altri gruppi, Intesa San Paolo è la prima banca per capillarità della sua presenza lungo tutto lo stivale, isole comprese. La sua predominanza in questo senso è tale che l’Antitrust è intervenuta per imporre la cessione di parte degli sportelli recentemente acquisiti dal gruppo tramite l’operazione UBI. Sta di fatto che per quanto riguarda il retail, Intesa è il vero punto di riferimento per privati ed aziende in Italia, con una presenza sul territorio assolutamente invidiabile.

  • Forte anche all’estero

Intesa è presente nel mondo con oltre 7 milioni di clienti stranieri, che sono serviti attraverso una rete di oltre 1.000 sportelli. Intesa San Paolo è presente, tramite controllate, in Albania, Slovenia, Grecia, Bosnia, Croazia, Egitto, Svizzera. Il gruppo è relativamente forte in tutta l’Europa Centrale, con un’espansione anno su anno molto interessante. Questo sgancia, e più avanti vedremo perché è importante, le sorti del gruppo almeno parzialmente da quelle dell’Italia.

  • Buoni i target price, che andranno però valutati

I target price di medio periodo sono molto interessanti e potrebbero significare, anche sull’arco di 12 mesi per chi investe, dei buoni ritorni. I target price però, soprattutto su periodo così complicati per le economie sviluppate, vanno periodicamente ri-verificati. Cosa che ci preoccupiamo di fare, per i nostri lettori, noi di TradingOnline.com. I target price dei gruppi di questo comparto vanno sicuramente valutati più frequentemente rispetto a quanto faremmo con aziende di settori diversi.

🏦Dove comprare azioni Intesa San Paolo

ETORO

eToro è il broker di Social & CopyTrading leader al mondo, ideale per i giovani traders che vogliono fare trading automatico copiando i più esperti.

  • Copia i traders migliori
  • CopyPortfolios & Staking Crypto
  • Azioni Reali (estere) + ETfs a 0 commissioni

Inizia ora

67% of retail CFD accounts lose money.

CAPITAL.COM

Capital.com è dotato di un sistema avanzato basato sull'intelligenza artificiale, utile a ridurre i rischi e massimizzare i profitti.

  • TradingView + MetaTrader4
  • App educativa gratuita
  • Trading con algoritmi [New]

Inizia ora

78,77% of retail CFD accounts lose money.

FP MARKETS

FP Markets è ideale per chi vuole una piattaforma ricca di strumenti per il trading automatico come EA, MT4/5 e segnali.

  • Spreads 0.0 pips
  • MetaTrader 4/5
  • Segnali trading

Inizia ora

48% of retail CFD accounts lose money.

TRADE.COM

Trade.com è un broker multiassets per trading in CFD e DMA ricco di caratteristiche che lo rendono esclusivo.

  • MetaTrader 4
  • Segnali di trading
  • Corsi individuali gratuiti

Inizia ora

79,90% of retail CFD accounts lose money.

Possiamo scegliere diversi canali per comprare le azioni Intesa San Paolo. Il gruppo è tra quelli con maggiore capitalizzazione all’interno della Borsa Italiana e qualunque intermediario proponga i titoli di Piazza Affari, include anche la possibilità di investire su ISP. I canali più importanti che abbiamo a disposizione sono i CFD, ovvero i contratti per differenza, oppure l’accesso diretto con l’acquisto di azioni. Ci sono differenze consistenti tra quello che viene proposto dal primo o dal secondo canale. Cosa che sarà oggetto della prima indagine del nostro approfondimento.

  • Comprare Azioni Intesa San Paolo con broker trading online CFD

Il trading online tramite CFD è diventato, soprattutto negli ultimi tempi, molto popolare tra i piccoli e medi investitori. È una modalità di investimento a basso costo, duttile nella strumentazione che abbiamo effettivamente a disposizione per investire, sia su Intesa, sia su altri titoli.

Il primo dei vantaggi di una soluzione di questo tipo è la presenza di vendita allo scoperto, un sistema che permette di puntare con un solo click sul ribasso dei titoli che abbiamo scelto. Se il trend di breve periodo di Intesa San Paolo dovesse essere ribassista, con questo strumento esclusivo dei Contratti per Differenza potremo investire con profitto comunque, cosa che non sarebbe possibile invece con quanto viene proposto dagli intermediari con acquisto diretto.

CFD su Intesa - infografica a cura di ©TradingOnline.comw
I CFD offrono strumentazione aggiuntiva e utile per investire nelle azioni Intesa Sanpaolo

In secondo luogo con questo tipo di intermediari abbiamo a disposizione anche la leva finanziaria. Uno strumento che permette di moltiplicare l’andamento delle azioni Intesa San Paolo, sia per i guadagni che per le perdite che derivano dal nostro investimento. ESMA, l’ente europeo che regola i mercati finanziari e gli intermediari, fissa per la leva finanziaria un massimo di 1:5, dunque un moltiplicatore di x5. Aumentano i rischi, con la leva finanziaria, ma anche le possibilità di guadagno.

Sono diversi i broker che offrono, tramite CFD, le azioni ISP:

  1. eToro – Visita la piattaforma
  2. Capital.com – Visita la piattaforma
  3. Trade.com – Visita la piattaforma

I CFD offrono anche minimi di investimento molto bassi e sono interessanti anche per chi vuole iniziare a fare trading su Intesa con piccole somme. Un altro vantaggio che difficilmente i broker e gli intermediari che operano in modalità diretta possono offrire.

  • Comprare azioni Intesa San Paolo pure

Chi acquista azioni pure di ISP mette in portafoglio in modo effettivo il titolo, senza che ci sia un contratto a fare da intermediazione. È, se vogliamo, il vecchio metodo per investire in aziende quotate, lo stesso che siamo abituati a utilizzare quando investiamo direttamente con la banca. Il vantaggio più importante è l’assenza di commissioni overnight, che vengono invece aggiunte ai contratti CFD su ogni posizione che teniamo aperta oltre le 23:00.

Tuttavia è bene ricordare che tali commissioni non ammontano che ad una frazione di euro, a meno di non utilizzare leve molto elevate, per ogni 1.000€ che andiamo ad investire sulle azioni di Intesa Sanpaolo. Non un grande guadagno, almeno in termini economici.

Questi sono i migliori broker che offrono accesso alle azioni in DMA:

  1. eToro – Visita la piattaforma
  2. FP Markets – Visita la piattaforma
  3. Trade.com – Visita la piattaforma

C’è chi continua a preferire l’accesso in DMA – ovvero in modalità diretta – alle azioni italiane e straniere. Oggi di vantaggi ne rimangono davvero pochi e possiamo trovare, a patto di non investire con leva, delle ottime offerte anche per i CFD.

  • Comprare azioni Intesa in banca o tramite Poste

Banca Intesa San Paolo è uno dei titoli principali della borsa di Milano. Anche se dovessimo rivolgerci alle banche classiche, oppure a Poste, non avremo difficoltà a trovare il titolo nei listini. Tuttavia questa soluzione, che è quella classica che siamo abituati ad utilizzare se siamo investitori e risparmiatori di lungo corso, oggi non è più quella che riteniamo essere preferibile. Ci sono, almeno rispetto ai principali broker che abbiamo appena analizzato, diversi punti critici, che devono pure essere analizzati prima di prendere una decisione.

Le piattaforme di trading che vengono offerte da questo specifico nucleo di intermediari non sono sempre all’altezza e spesso mancano di tanti strumenti che sono invece diventati la norma all’interno del mondo dei broker specializzati in azioni. Ci troveremo ad affrontare i mercati con armi spuntate e senza poter utilizzare quanto è disponibile agli altri.

Bisognerà anche dire addio alla leva finanziaria e alla vendita allo scoperto, due sistemi che sono esclusivi dei canali CFD e che non possiamo pertanto trovare all’interno dei servizi offerti da banche e Poste. Mancanza grave? Non per tutti, ma comunque le possibilità di investimento si riducono. Ad ogni modo ci sono diversi intermediari di qualità anche in questa categoria.

  • FinecoBank
  • Degiro
  • ING
  • Servizio Poste Italiane

La concorrenza, soprattuto quella portata da operatori stranieri che oggi sono attivi anche in Italia, ha contribuito ad abbassare prezzi e commissioni, anche se rimangono comunque mediamente più alte rispetto allo spread che viene invece praticato dai broker CFD. Anche questo è qualcosa con il quale dovremo fare i conti prima di decidere se scegliere o meno un determinato intermediario.

📈Analisi tecnica azioni Intesa San Paolo

L’analisi tecnica sulle azioni Intesa ci aiuta ad anticipare i trend di breve periodo e, anche se non sempre, offre delle indicazioni chiare su come posizionarsi, sul breve periodo, sul mercato. Qui su TradingOnline.com ne offriamo una di carattere mensile, sfruttando le Nuvole Ichimoku, nonché gli indicatori delle medie mobili e anche gli oscillatori.

  • Nuvole Ichimoku sulle Azioni ISP

Partiamo sempre dalle nuvole di Ichimoku, perché sono in grado di offrire un quadro immediatamente leggibile dei trend attesi sul breve periodo. Nel caso di Intesa San Paolo, ad orizzonte mensile, offrono un quadro chiaramente rialzista, anche se di vigore ancora da valutare.

Banca Intesa - nuvole Ichimoku a cura di TradingOnline.com
Le nuvole Ichimoku sulle azioni di Banca Intesa

Se dovessimo tenere conto soltanto delle nuvole Ichimoku, dovremmo entrare sul mercato immediatamente con una posizione long. È bene però confrontare i risultati di questa specifica analisi tecnica anche tenendo conto di quanto viene offerto da altri strumenti di analisi tecnica.

  • Resistenze e supporti sulle azioni Intesa Sanpaolo SPA

Anche le resistenze e i supporti possono darci un buon quadro di quanto i mercati si attendono esattamente dal futuro di breve periodo delle azioni ISP. I supporti segnalano il livello di prezzo al quale dovrebbe invertirsi un trend negativo, mentre per le resistenze è vero il contrario: indicano il punto al quale è attesa un’inversione di trend positivo.

S & RCLASSICOFIBONACCICAMARILLA
S32,172,53
S22,172,312,56
S12,402,2402,60
R12,772,682,68
R22,912,772,70
R33,282,912,73
Resistenze e supporti per le azioni Banca Intesa

Supporti e resistenze mostrano un quadro relativamente aleatorio, che segnala per l’appunto una discreta incertezza, secondo gli analisti più tecnici, sul futuro di breve periodo delle azioni Intesa Sanpaolo.

  • Indicatori e oscillatori sulle azioni Intesa

Abbiamo anche raccolto, sempre con orizzonte temporale di 1 mese, i segnali di trading offerti dai principali indicatori e oscillatori utilizzati dai professionisti per l’analisi tecnica. Il risultato, e questo farà sicuramente piacere a chi ha già investito con posizione long sulle azioni ISP.

STRUMENTOFORECAST
RSITieni 🖐️
StocasticoTieni 🖐️
CCITieni 🖐️
AWESOMECompra 📈
MACDCompra 📈
Media Mobile Esponenziale (5)Compra 📈
Media mobile semplice (5)Compra 📈
Media Mobile Esponenziale (10)Compra 📈
Media mobile semplice (10)Compra 📈
Altre medie mobiliCompra 📈
I segnali dei principali indicatori e oscillatori dell’analisi tecnica sulle azioni Intesa

Il quadro è particolarmente chiaro. Le azioni Intesa sono di fronte ad un quasi certo trend rialzista, come è segnalato sia dalle medie mobili, sia invece dai principali oscillatori. La seconda categoria, quella degli oscillatori, come sempre tende ad essere più moderata. Il quadro, tuttavia, appare molto chiaro.

⚡Come comprare azioni Intesa

Ci sono diversi canali che possiamo utilizzare per andare a comprare azioni Intesa Sanpaolo. Possiamo scegliere tra i broker che offrono strumenti per il trading on-line oppure operare tramite banca o poste. Vedremo insieme i vantaggi di ciascun canale e – per chi non ha mai investito in azioni prima – proponiamo anche due esempi di acquisto, che possono essere seguiti passo passo, anche se non siamo ancora pronti a impegnare il nostro capitale.

Investire in azioni Intesa San Paolo Online

Investire in azioni ISP è facile, anche se non abbiamo mai svolto un’operazione del genere e anche non sappiamo nulla o quasi del funzionamento dei mercati finanziari. Dimostreremo la facilità della procedura facendo ricorso a due ordini di esempio. Li faremo in modo che tutti possano seguirli, ovvero andando ad operare con i conti demo offerti da eToro (leader del settore con l’offerta Copytrader) e anche con Capital.com, broker CFD con oltre 3.000 titoli all’attivo. Tutta la procedura sarà gratuita.

  • Acquistare azioni Intesa San Paolo tramite eToro

eToro è un broker che offre a listino oltre 4.000 titoli e che ha anche una buona selezione dei migliori titoli italiani presenti a Piazza Affari. Tramite questo broker è possibile acquistare anche contratti su Intesa San Paolo, con spread molto bassi e con tutti gli strumenti utili per la gestione dell’ordine e dell’analisi. Con il conto demo gratuito di eToro avremo a disposizione tutto quanto è necessario per fare trading: 100.000$ di capitale virtuale, strumenti di ordine e analisi tecnica.

APRIRE IL CONTO CON ETORO: il primo semplice passo da compiere è aprire un conto demo gratis con eToro. Seguiamo il link e riempiamo il modulo corrispondente con un nome (che verrà poi mostrato sulla piattaforma), per poi inserire anche una password difficile da indovinare per gli altri e un indirizzo di posta elettronica. Ricordiamo che l’indirizzo di posta elettronica deve essere valido e funzionante. eToro ci manderà proprio a questo indirizzo la mail di attivazione per il servizio.

LA PIATTAFORMA ETORO: dopo aver completato lo step precedente, riceveremo da eToro una mail di attivazione. Seguendo il link il nostro conto sarà attivato e verremo subito portati sulla piattaforma di gestione degli ordini e dei listini. Anche se non abbiamo alcun tipo di esperienza precedente, potremo muoverci in modo agile. Andiamo sulla colonna di sinistra e scegliamo Mercati. Poi dovremo scegliere Azioni dal menù centrale. Selezioniamo adesso Scambio e poi scegliamo Milano, che è appunto la piazza dove è listata questa compagnia. Dal listino adesso dovremo scegliere ISP. Clicchiamo su Acquista o B per accedere alla schermata di ordine.

L’ORDINE: Siamo davanti adesso ad una schermata identica a quella che riportiamo e che possiamo utilizzare per impostare il nostro ordine. Inseriamo la quantità di denaro che vogliamo investire sulle azioni ISP (ricordiamoci che si tratta di denaro virtuale e che dunque non perderemo assolutamente nulla), poi indichiamo eventuali Take Profit, che chiude la posizione al raggiungimento di un certo livello di profitti e, se vorremo, anche gli Stop Loss, che chiude invece la posizione se avremo perso oltre un tot, da noi indicato.

Potremo anche scegliere la leva finanziaria più congeniale per la nostra strategia di investimento. Quando il nostro ordine sarà ultimato, potremo procedere con Apri Posizione per concludere il nostro ordine.

etoro ordine intesa - infografica a cura di ©TradingOnline.com
L’ordine delle azioni Intesa sul broker eToro

Leggi la nostra guida completa su eToro: eToro opinioni e recensioni

  • Comprare azioni Intesa San Paolo tramite Capital.com

Abbiamo anche un’altra alternativa utile per investire sulle azioni Intesa San Paolo. Il broker Capital.com con il suo conto dimostrativo gratuito offre accesso anche a tutte le migliori azioni di Piazza Affari, includendo ovviamente anche le azioni del gruppo bancario con sede in Torino. Anche in questo caso piazzare l’ordine sarà estremamente semplice e lo faremo con una guida passo passo.

APRIRE IL CONTO CON CAPITAL.COM: la procedura che abbiamo visto poco sopra è semplicissima, ma con Capital.com può diventarlo ancora di più. Seguiamo anche in questo caso il link che abbiamo offerto poco sopra e inseriamo, questa volta, l’indirizzo e-mail e anche una password, facendo attenzione a non sceglierne una troppo facile da indovinare. Non appena avremo scelto questi dettagli, potremo iniziare ad utilizzare la piattaforma di trading di Capital.com.

LA PIATTAFORMA DI CAPITAL.COM: siamo giunti sulla piattaforma di Capital.com, che nonostante i 4.000+ titoli a disposizione è molto facile da navigare. Per trovare i titoli di Intesa San Paolo possiamo usare la ricerca rapida: inserendo il nome del titolo ci verrà immediatamente mostrato a listino. In alternativa possiamo passare dalla lista che troveremo sulla sinistra e scegliere prima AZIONI, poi ITALIA. Qualunque sia la strada che avremo deciso di seguire, avremo poi la possibilità di cliccare su ACQUISTA per accedere alla schermata di ordine.

ORDINE CON CAPITAL.COM: anche in questo caso l’ordine è molto semplice. Dovremo inserire il numero di azioni che ci interessa acquistare (anche se tramite CFD). Potremo anche inserire dei limiti ai quali l’ordine si innesca e i soliti take profit e stop loss. Clicchiamo poi su COMPRA quando il nostro ordine sarà impostato secondo i nostri desideri.

Ordine intesa capital.com - infografica a cura di ©TradingOnline.com
L’ordine su Capital.com per le azioni Intesa

Capital.com imposta automaticamente la leva finanziaria al massimo possibile. Chi non volesse investire sulle azioni Intesa San Paolo con leva x5, dovrà andare su Impostazioni, e poi Il mio Conto per modificare la leva finanziaria applicata alle azioni. Purtroppo, almeno per ora, non è possibile impostare la leva ordine per ordine.

Acquistare azioni Intesa in Banca e Posta

Abbiamo appena visto come utilizzare i principali canali del trading online per investire sulle azioni Intesa. Rimane disponibile in aggiunta il canale bancario e quello di Poste Italiane, che offrono accesso a Piazza Affari sempre, incluso in ogni offerta di investimento. Come avevamo anticipato, però, ci sono dei problemi enormi per chi vuole utilizzare questo tipo di canali, problemi che li rendono molto meno convenienti rispetto agli investimenti con strumenti avanzati e a basso costo che i migliori operatori del trading possono offrire.

Le piattaforme: sono quasi sempre inadeguate o comunque meno ricche di strumenti avanzati, tanto per l’analisi quanto per gestire gli ordini e i portafogli complessi. Scegliendo questo tipo di canali rinunciamo a priori ad essere in pari con i migliori investitori. C’è chi utilizzerà i broker che abbiamo appena analizzato, e che avrà dunque sempre un edge importante rispetto a noi per operare sui mercati.

I costi: soprattutto se siamo dei piccoli investitori, il sistema a commissioni fisse più commissioni variabili è sempre molto poco conveniente per chi investe in azioni. Le commissioni fisse finiscono per avere un impatto enorme sul nostro capitale e anche sui nostri eventuali profitti.

Il portafoglio: banche e Poste vantano migliaia di titoli, ma con una distribuzione in termini di mercato ampiamente rivedibile. Questo vuol dire rinunciare alle opportunità, che i broker per il trading online offrono, che possono presentarsi su mercati esotici, come possono essere quelli del lontano oriente. Laddove questo tipo di prodotti dovesse essere presente, potremmo comunque acquistarli soltanto a fronte di commissioni più alte. Le chance per una composizione ideale del portafoglio, per chi sceglie questo tipo di intermediari, si affievoliscono.

🤔Dove conviene investire in Intesa San Paolo? Confronto piattaforme

Per rendere più facile la scelta a chi vuole investire sulle azioni Intesa con il canale giusto, riportiamo qui una tabella che mette a confronto tutte le caratteristiche principali di broker CFD, broker DMA e anche degli intermediari bancari e postali. Così sarà più facile, per chi vuole investire nel modo giusto e più consono per le proprie necessità, individuare il canale migliore.

CaratteristicheBroker CFDBroker DMABanca e Posta
Commissioni:Spread variabili e 0 commissioni fisseSpread fissi + variabili (con eToro zero commissioni)Commissioni di transazione e sul totale investito
Investimento minimo:1 azione50 USDVariabile (almeno 1.000 euro)
Analisi tecnica:DisponibileDisponibileDisponibile sulle piattaforme trading professionali
Investire al ribasso:DisponibileNon disponibileNon Disponibile
Conto demo:DisponibileDisponibileNon Disponibile
Formazione:DisponibileDisponibileDisponibile su FinecoBank
Script intelligenti:Sono disponibili EA su Metatrader.Non disponibileNon disponibile
Leva finanziaria:Fino a 1:5Non DisponibileNon Disponibile
Approfondimenti:Migliori broker CFDMigliori broker DMAN.d.
Confronto piattaforme e tipologie di investimento in Intesa San Paolo: cosa conviene?

Dalla tabella è evidente che chi vuole investire in Intesa San Paolo con il massimo della duttilità in termini di strumenti, la soluzione in CFD è quella preferibile. Tuttavia non tutti hanno le medesime necessità: utilizzando questo prospetto si potrà scegliere in autonomia e libertà, quali siano i prodotti più interessanti.

📊Previsioni azioni Intesa San Paolo 2021/2022

Fare previsioni sul settore bancario italiano – anche quando parliamo di un gruppo solido e popolare come Intesa Sanpaolo – non è affatto facile. La volatilità ha scosso grandemente il settore a partire dalla Crisi COVID 19, una crisi che si è innestata sulle conseguenze dell’altra grande crisi, quella del 2009, dalla quale le banche italiane non si sono mai riprese completamente.

  • Crisi COVID: Intesa tra le migliori

Nonostante, come vedremo poi nella sezione dedicata agli andamenti storici, Intesa abbia perso una parte enorme del proprio valore proprio in concomitanza della crisi COVID 19, in realtà il gruppo ha già quasi completamente recuperato quanto perso ed è pronto a rilanciarsi verso target price più alti. Un buon segno? Assolutamente sì, soprattutto tenendo conto delle grande difficoltà che invece stanno affrontando gli altri istituti.

  • Debito basso e ulteriore possibilità di shopping

Uno dei fattori che potrebbe scompaginare le previsioni di prezzo che offriamo in questa circostanza è la possibilità che Intesa Sanpaolo torni a fare acquisti. Si è appena conclusa un’operazione imponente su UBI, che deve essere ancora perfezionata secondo i dettami dell’Antitrust. Si inizia però a vociferare, ormai da tempo, di ulteriori possibili acquisizioni. Di gruppi papabili sul mercato italiano, in realtà, ce ne sono diversi.

  • Aleatorietà del comparto

Le azioni bancarie, che storicamente hanno incarnato il ruolo di titoli perfetti per il cassettista, oggi sono in realtà molto volatili. Le Beta, ovvero i coefficienti che misurano le variazioni di prezzo, sono tutte al massimo storico, con il settore bancario che è stato uno dei più movimentati negli ultimi mesi. Questo getta, come se ce ne fosse il bisogno, ulteriore incertezza su un settore che farà fatica a tornare alla calma di sempre. Con un piccolo fattore aleatorio da aggiungere ulteriormente a quelli già presenti.

  • Previsioni su Intesa Sanpaolo al 2021: medio termine

Le previsioni su Intesa Sanpaolo ISP per il 2021 sono ottimistiche. La maggior parte degli analisti si muove su un orizzonte di circa 2,6€ come Target Price Medio. Sarebbe, ai prezzi attuali, un buon guadagno per il titolo, che incasserebbe circa il 10%. I più ottimisti invece si muovono in direzione 2,9€, cosa che costituirebbe un fortissimo rialzo rispetto ai prezzi ai quali il titolo è scambiato oggi. I più pessimisti vedono invece come quota possibile 1,85€, questa volta in fortissimo ribasso. L’incertezza regna, anche se un consenso piuttosto solido si è formato tra gli analisti, per i livelli di prezzo che abbiamo appena riportato.

target price intesa sanpaolo - infografica a cura di ©TradingOnline.com
Le previsioni su Intesa sono ottimistiche – il target medio prevede un rialzo del 10% circa
  • Previsioni di lungo periodo sulle azioni Intesa

Per quanto riguarda le previsioni di lungo e lunghissimo periodo, sarà assolutamente necessario valutare anche alla luce dell’analisi fondamentale, che pur abbiamo fornito all’interno della nostra analisi di oggi. Siamo davanti ad un periodo cruciale per il settore bancario mondiale, che è partito mediamente in forte ripresa dopo il crash COVID e che sta approfittando anche di borse particolarmente in forma. Il target fissato dai principali specialisti in quota 3,5€ è per noi credibile, anche se andrà rivalutato nel tempo.

  • Le previsioni di breve periodo sulle azioni Intesa

Sul breve periodo ci siamo già spesi, anche se può essere utile riportare qui in breve e tramite una delle nostre slide i segnali che arrivano dall’analisi più strettamente tecnica. Siamo davanti ad un ottimo momento per le azioni Intesa, che dovrebbe portare il titolo in rialzo su un orizzonte di breve periodo fissato, dai nostri analisti, ad 1 mese.

Analisi tecnica intesa - infografica a cura di ©TradingOnline.com
Il riassunto dell’analisi tecnica ad 1 mese su Intesa Sanpaolo

Azioni Intesa Target Price

Il prospetto che alleghiamo indica sull’orizzonte del 2021 i target price intorno ai quali si è creato maggiore consenso. Il prospetto è da considerarsi sempre aggiornato, con in target medi che rappresentano il consenso maggioritario.

I target price hanno una forbice ampia, di circa il 30% tra i massimi e i minimi. Segnale, questo, di una relativa incertezza almeno sul medio periodo. Investire oggi vuol dire tenere conto anche di questa situazione specifica.

TPMTPATPB
2,6 €2,9 €1,85 €
Target price azioni Intesa – target price azioni ISP Medio, Alto e Basso

🏦Analisi fondamentale Intesa ISP

Non possiamo soltanto occuparci di target price e di analisi tecnica quando vogliamo prendere posizione all’interno del mercato sulle azioni Intesa San Paolo. L’analisi fondamentale punta ad offrire un quadro, possibilmente, di medio e lungo periodo, tenendo conto degli stessi fattori che in genere Warren Buffett utilizza per il suo Value Investing. Dalla posizione di mercato alla qualità del management, passando anche per i numeri più importanti per analizzare la situazione di mercato di un gruppo bancario.

Analisi concorrenza Intesa San Paolo

Intesa San Paolo è il primo gruppo bancario italiano per presenza di sportelli sul territorio e anche per volumi intermediati. Tuttavia questo non può voler dire che non abbia concorrenza. Tutt’altro, ci sono dei gruppi molto forti che cercano di colmare il gap all’interno del settore retail e anche per quanto riguarda la configurazione di questo gruppo come banca d’affari. Il rivale storico di sempre, sia sul suolo italiano sia in Europa è sicuramente Unicredit, gruppo che ha mire espansionistiche e che – si vocifera – potrebbe addirittura tentare la scalata a MedioBanca.

Intesa Sanpaolo concorrenza - infografica a cura di ©TradingOnline.com
La concorrenza di ISP è costituita dai migliori gruppi bancari italiani ed europei

In ambito europeo i principali rivali rimangono Deutsche Bank e anche Santander, nonché le diverse realtà locali con le quali il gruppo deve necessariamente confrontarsi, seppur in genere con la maggiore possibilità di avere economie di scala interessanti e di integrare prodotti su tutto il territorio europeo.

La concorrenza è agguerrita e, almeno in ambito europeo, spesso maggiormente organizzata, più liquida e con situazioni di bilancio migliori. Ma questo è un problema che è condiviso da tutto il settore bancario italiano, invischiato in una crisi pluridecennale, dalla quale è ogni giorno più difficile uscire.

Analisi Bilancio Gruppo Intesa

Il bilancio è e rimarrà sempre un punto fondamentale per valutare gli andamenti nel tempo di una società. Qui riportiamo, come da tradizione di TradingOnline.com, tutti i dati più importanti per capire come si è mosso il gruppo. Con un caveat importante. Anche il settore bancario ha attraversato momenti di grandissima turbolenza in concomitanza con la Crisi COVID 19, con i bilanci che ne sono usciti sicuramente impattati.

VALORE2020Q42021Q2
PROVENTI OPERATIVI NETTI5,49 B5,18 B
TOTALE GESTIONE OPERATIVA2,90 B2,5 B
NET INCOME1,51 B1,50 B
PATRIMONIO NETTO66,2 B65,69 B
I numeri del bilancio di Intesa Sanpaolo

Il gruppo si presenta come in posizione relativamente stabile a distanza di due trimestri, senza che ci siano state delle differenze sostanziali per Intesa, se non una lieve flessione che deve essere imputata alle condizioni economiche generali. I dati finanziari e di bilancio non devono essere in alcun modo fonte di preoccupazione.

Intesa San Paolo: prospettive di crescita

Le prospettive di crescita di Banca Intesa sono collegate al suo futuro espansionista, ovvero all’acquisizione di altri gruppi, come avvenuto soltanto l’anno scorso con l’acquisto di UBI. Il momento, economicamente parlando, è però complesso. Il gruppo è uscito in modo relativamente indenne dalla crisi COVID 19, nonostante per l’intero comparto pesino molte incognite.

intesa sanpaolo dove - infografica a cura di ©TradingOnline.com
Intesa è un gruppo fortissimo anche in Europa e in Africa

I tassi di interesse sono molto bassi e questo deprezza una parte consistente dei crediti che il gruppo ha in cassa. Allo stesso modo le prospettive di crescita devono scontrarsi con i livelli economici insoddisfacenti dell’Italia e con una crisi, quella COVID 19, che non ha ancora finito di produrre i suoi effetti. Dovremo pertanto tenere in considerazione quesite aspetti prima di individuare le prospettive di crescita del gruppo.

  • Il settore assicurativo

Il settore assicurativo in mano alla banca, sotto i marci di Sanpaolo VitaIntesa San Paolo AssicuraRBM Salute e Fideuram è quello che lascia, ad oggi, sperare di più. Perché siamo davanti ad un settore in forte crescita e nel quale ISP è molto ben posizionata. Il settore ha anche risentito soltanto in modo marginale della crisi del 2020 e le prospettive rimangono, pertanto, molto ottimistiche.

  • Settore Retail

Anche il settore Retail di Intesa San Paolo punta a numeri da capogiro, anche se prima ci sarà da risolvere la cessione di centinaia di sportelli acquisiti tramite UBI e che l’antitrust ha imposto di dividere, almeno in parte. Il quadro del settore banking retail nelle mani di questo gruppo sarà più chiaro nei prossimi mesi.

Intesa San Paolo: i numeri dell’analisi fondamentale

Gli strumenti principali per l’analisi numerica e fondamentale tengono conto, come sempre, di diversi fattori quali il movimento di prezzo (con la beta), il guadagno per azione e altri tipi di fattori che possono fare la differenza per comprendere, anche in ottica di value investing, il possibile movimento del titolo e lo stato di salute dell’azienda.

EPS0,075
BETA1,50 🔴🔴
P/E ratio12,75 👌👌
Debt/Equity1,33 👌👌👌
I dati dell’analisi fondamentale su Intesa

Fatta eccezione per la Beta, che denota una grandissima volatilità del titolo, che abbiamo d’altronde già analizzato in questa nostra guida, Banca Intesa San Paolo presenta dei fondamentali molto interessanti, che lo rendono il primo gruppo in Italia anche sotto questo aspetto. I fondamentali ci sono e incrociati anche con i target price presentano un quadro piuttosto interessante per il gruppo.

Anche il debito del gruppo è sotto controllo, situazione invidiabile per un gruppo che fa parte di un settore in crisi da tempo e con liquidità praticamente azzerata.

Il P/E Ratio indica chiaramente azioni con un buon potenziale di crescita: i ricavi ci sono, ma si riflettono in modo molto debole sul prezzo. Segno che il titolo potrebbe essere stato acquistato poco negli ultimi tempi, almeno rispetto a quanto sarebbe lecito aspettarsi dai fondamentali.

Intesa San Paolo: business model

Intesa San Paolo è una grande banca integrata, che offre tutti i servizi della banca d’affari, della banca per il privato e le imprese, delle assicurazioni e anche della gestione di capitale conto terzi. Il gruppo controlla diverse Business Unit divise per campo operativo, che nel complesso compongono il gruppo ISP.

  • Banca dei Territori

È e rimarrà la parte più importante del business dell’azienda. È costituita dalle banche sul territorio a marchio Intesa Sanpaolo e anche dalle filiali del gruppo Banca 5. Con questi marchi il gruppo è presente anche all’estero.

  • International Banks

Ovvero appunto le banche internazionali gestite da Intesa Sanpaolo. Al momento il gruppo è presente con questa divisione in 12 paesi, tra Nord Africa e Europa Centrale. Il gruppo non è dominante in nessuno dei paesi, ma è comunque molto rilevante soprattutto in ambito business.

  • IMI Corporate

La sezione banca di investimenti, tramite la quale Intesa diventa partner globale di grandi attività, sia da fornitore di liquidità sia in qualità di partecipante ai consigli di amministrazione. È una divisione che oggi vale meno di quella retail, ma anche questa di grande rilevanza per il business model del gruppo.

  • Asset management

Tramite Uerizon Capital SGR, che gestisce fondi e altri prodotti strutturati offerti direttamente a mercato. Il gruppo non è tra i più rilevanti in Europa e in Italia, ma ha pur sempre il vantaggio di poter ricorrere ad una vasta rete di vendita, che può proporre direttamente i prodotti del gruppo.

  • Assicurazioni

Delle quali abbiamo già parlato poco sopra e che sono la business unit che sta crescendo di più all’interno del gruppo ISP. Fideuram, Sanpaolo VITA, RBM Salute e Assicura sono tutte parti di questa business unit. Segno che ormai anche in Italia le grandi banche sono in realtà conglomerati verticali, in grado di offrire praticamente qualunque tipo di servizio legato al denaro.

Intesa San Paolo: Management

Il CEO o se preferiamo l’amministratore delegato di Banca Intesa San Paolo è Carlo Messina, ormai dal 2013. Doppo una lunga carriera in BNL, ha proseguito al Banco Ambrosiano Veneto, per poi entrare all’interno del gruppo Intesa nel 2007. Una lunga carriera all’interno del gruppo, con successi importanti nonostante il pessimo decennio per l’intero settore bancario italiano.

💰Valore azioni Intesa: Grafico con quotazione aggiornata in tempo reale

Il grafico deve essere sempre inteso anche come storico dei prezzi, ovvero la rappresentazione del prezzo che il titolo ha avuto nel tempo. Può essere un buon punto di partenza per la nostra analisi sulle azioni Intesa, anche se dovremo comunque applicare quanto ci viene proposto dal mondo dell’analisi tecnica per avere un’individuazione dei trend più chiara.

[CODICE AZIONI INTESA SAN PAOLO CON QUOTAZIONE PREZZO AGGIORNATO IN TEMPO REALE]

Anche chi è particolarmente bravo ad analizzare i grafici ad occhio nudo deve pur sempre affidarsi a strumenti solidi. I professionisti della borsa, che pur guardano grafici tutto il giorno, mai si avventurerebbero senza una solidissima analisi anche con oscillatori e indicatori, che abbiamo pur indicato nel corso di questo nostro approfondimento.

Andamento azioni Intesa ISP

L’andamento di Intesa San Paolo ricalca, almeno fino alla crisi causata dalla pandemia COVID 19, quello delle altre banche italiane. Il comparto non si è mai completamente ripreso dalla grande crisi del 2009, e i prezzi sono andati calando, seppur progressivamente, fino a tutto il 2019. Il 2020 ha visto un ulteriore crollo, che però, almeno nel caso di Intesa San Paolo, è stato parzialmente recuperato.

Andamento Intesa sanpaolo - infografica a cura di ©TradingOnline.com
L’andamento degli ultimi 3 anni del titolo Intesa Sanpaolo

Per il 2021 invece abbiamo assistito ad una buona ripresa del titolo, con una forza che altri gruppi (pensiamo ad Unicredit) non sono stati in grado di avere almeno in borsa. Le prospettive, anche quelle dettate da un’analisi superficiale degli andamenti, sembrano giocare a favore di ISP.

Leggi anche: cos’è e come funziona la vendita allo scoperto, e perchè può rappresentare un’arma da sfruttare in trend di mercato ribassista.

🔑Azioni Intesa San Paolo: approfondimenti e consigli utili

Abbiamo raccolto anche altri approfondimenti – meno tecnici – e altri consigli che possono aiutare chi legge ad investire nel mondo corretto sulle azioni di Intesa Sanpaolo SPA. Sono consigli che utilizziamo per operare sul mercato azionario ogni giorno e che sono una degna integrazione al materiale, tecnico e non, che abbiamo già proposto su queste azioni.

Quanto investire in azioni Intesa San Paolo?

Gli investimenti in azioni devono sempre essere ben diversificati. Questo vale sia per il caso del comparto bancario, di cui Intesa San Paolo fa parte, sia per altri comparti e altre situazioni geografiche. Dobbiamo sempre partire da questo presupposto per capire quanto capitale destinare a questo investimento.

Intesa Sanpaolo - quanto investire - infografica a cura di ©TradingOnline.com
La quantità di denaro da investire in Intesa Sanpaolo va valutata attentamente
  • Massimo il 10%

Riteniamo che per un titolo sì al rialzo, ma comunque relativamente rischioso e volatile, chi non vuole correre grossi rischi debba limitarsi al massimo a circa il 10% del proprio capitale totale. Chi vuole investire di più deve sempre farlo tenendo conto del rischio che andrà ad incorporare nel proprio portafoglio. Rischio che è particolarmente alto per tutto il comparto bancario e anche per i gruppi più solidi come Intesa.

  • Investire anche in asset non correlati con l’andamento dell’industria e dell’economia

Dovremo inoltre andare ad investire possibilmente con un portafoglio che includa anche asset in correlazione inversa con la salute dell’economia. L’oro è uno degli asset classici per questo tipo di diversificazione, anche se non l’unico. Negli ultimi tempi si è affermato anche Bitcoin, sebbene anche qui i rischi siano elevatissimi e non in linea con le necessità di chi vuole operare con uno stile di investimento conservativo.

  • Altre banche? Quelle americane sono poco correlate

I titoli del settore bancario italiano, come quelli di Intesa, possono essere inseriti anche in un portafoglio che comprenda già titoli bancari del settore americano. Le due economie sono oggi separate come non mai e i titoli, statistiche alla mano, in correlazione molto debole. Anche se abbiamo scelto titoli come quelli di JP Morgan, oppure di Wells Fargo, potremmo pensare di investire in Intesa San Paolo.

Azioni Intesa Lotto Minimo

I broker per il trading online offrono, tra gli innumerevoli vantaggi, anche lotti minimi sui quali investire molto abbordabili. Con i due broker che abbiamo consigliato poco prima per investire in questo titolo partiamo o da una singola azione, oppure da un minimo di 50$.

Con eToro il minimo è sempre fissato a 50$ o equivalente del prezzo in euro delle azioni. Un minimo che non è tra i più bassi, ma che comunque permette di approcciarsi a qualunque tipo di titolo di borsa, anche quelli più costosi, senza investimenti esosi. Il vantaggio, per chi investe su ISP, è che possiamo inserirlo in portafogli anche con titoli molto costosi, avendo sempre come minimo di investimento la soglia di 50$.

Iscriviti gratis ad eToro qui.

Capital.com invece ci permette di andare ad investire con un conto da soli 20 euro per aprire un conto reale e con un lotto minimo di 1 azione anche su Intesa San Paolo. Questo è il lotto minimo più basso che possiamo trovare se vogliamo investire sulle azioni di questo gruppo bancario.

Iscriviti gratis su Capital.com qui.

Investire in azioni Intesa è rischioso?

Tutti gli investimenti azionari hanno un certo grado di rischio incorporato e questo è vero anche per quanto riguarda le azioni di Intesa. Pur se siamo davanti ad un gruppo assolutamente solido e tra i migliori d’Italia, non possiamo pensare che non sia incorporato un certo livello di rischio. Rischio che dovremo tenere in considerazione e, con gli elementi che ci sono messi a disposizione dai broker, modulare e controllare.

  • Volatilità alta

Anche se meno alta del comparto di riferimento, almeno in Italia. Quando parliamo di Intesa San Paolo stiamo pur sempre parlando di un titolo che ha una Beta molto elevata e che dunque, statisticamente, è stato fino ad oggi molto mobile in termini di prezzo rispetto al resto delle azioni di Piazza Affari. Non possiamo più considerarlo un gruppo da cassettisti – cosa che peraltro ormai condivide anche con gli altri grandi gruppi bancari italiani.

  • Incertezza per il settore

Il settore bancario italiano rimane una grandissima scommessa per tutti gli investitori in azioni. Ci sono infatti delle difficoltà oggettive per il settore che risalgono ormai alla crisi del 2009 e che il comparto non è stato in grado di superare. Intesa San Paolo è sicuramente una delle aziende posizionate in modo migliore e con maggiore reach sia commerciale diretto sia in termini di banca di gestione di affari terzi. Tuttavia il settore bancario italiano rimane il grande malato d’Europa e come tale dovrà essere considerato anche per il futuro di breve e medio periodo.

  • Azionario italiano ad alto rischio

L’azionario italiano non può che essere legato a doppio filo al livello economico del paese. Questo vuol dire che in caso di mancata ripresa, sarà anche Intesa San Paolo a poterne risentire. Per ora l’outlook non è dei più incoraggianti, anche se massicci interventi europei potranno cercare di correggere il tiro. Dovremo rimanere alla porta e valutare, volta per volta, la possibilità o meno di investire su questo settore. I rischi ci sono, ma in caso di ripresa anche i profitti saranno interessanti.

👍Azioni Intesa San Paolo: Opinioni e recensioni reali

In questa sezione indichiamo ulteriori opinioni e recensioni su Intesa, sia quelle della nostra redazione, sia segnalando i centri digitali, le piazze virtuali e i forum dove possiamo discutere di azioni Intesa con altri trader, in particolare se più esperti di noi. Questo aggiungerà alla nostra visione delle azioni Intesa ulteriori elementi, utili per prendere una decisione giusta per il nostro posizionamento di mercato.

Azioni Intesa Migliori Forum

Ci sono diversi forum che possiamo utilizzare per approfondire la nostra conoscenza del titolo e per operare al meglio con le nostre strategie, confrontandole anche con quelle di chi ha maggiore esperienza e segue il titolo da più tempo. Indichiamo i 5 migliori forum per le azioni Intesa Sanpaolo, con una scelta che include anche le migliori piazze virtuali straniere.

  • FinanzaOnline

È il primo forum in Italia per numero di partecipanti e per qualità delle discussioni. Dato che Intesa San Paolo è un gruppo bancario italiano e uno dei titoli più importanti di Piazza Affari, le discussioni sul titolo sono all’ordine del giorno. Ottimo forum, per qualunque tipo di investimento finanziario.

  • Reddit /r/investing

Anche se un forum americano, questa sottosezione di Reddit si occupa anche dei migliori titoli europei. E si parla, anche se non di frequente, anche delle azioni Intesa San Paolo. Servirà la lingua inglese, ma avremo anche la libertà di far partire dei thread e chiedere a chi ne sa più di noi sia di borsa, sia su questo titolo in particolare.

  • InvestireOggi

Altro grande forum italiano e tra quelli da più tempo attivi nel mondo degli investimenti indipendenti. Siamo davanti ad un forum che per numeri non può competere con quanto viene offerto dai primi due che abbiamo citato, ma che è comunque un’ottima integrazione per chi è alla ricerca di buone discussioni su Intesa e sul settore azionario italiano.

  • Borse.it

Il più ingessato dei forum che si occupano di Borsa Italiana, ma comunque un buon punto di riferimento, soprattutto per titoli come Intesa, che da sempre sono parte degli investimenti dei cassettisti, target di riferimento di questo forum. A nostro avviso un altro forum top, di quelli da tenere sempre tra i preferiti.

  • Investing

Il sito che è il riferimento mondiale per le quotazioni dei titoli ci offre anche un’ottima sezione di forum e chat per tutti i titoli presenti. Un’alternativa molto valida agli altri forum che abbiamo indicato – dove è possibile discutere di Azioni Intesa Sanpaolo con altri trader e investitori come noi.

Investire in azioni Intesa: la nostra opinione

Intesa Sanpaolo è il primo gruppo bancario italiano e sicuramente uno dei più solidi sui quali investire. Le opportunità che questo titolo mette a disposizione sono evidenti, soprattutto al termine di un’analisi che ha tenuto conto dei target price, degli indicatori e degli oscillatori, nonché di quanto viene offerto anche dall’analisi fondamentale.

Investire su Intesa Sanpaolo vuol dire anche scommettere sul sistema Italia, uscito particolarmente malandato dalla crisi COVID ma che potrebbe mostrare una ripresa una volta che si tornerà ad una sorta di normalità per l’economia nel suo complesso.

Non è sicuramente obbligatorio crederci, ma i prodromi per una ripresa sembrano essere sotto gli occhi di tutti, trainata anche dai maggiori partner commerciali del nostro paese. Il futuro di Sanpaolo non può che passare anche da qui. Gli analisti ci credono e, dati alla mano, per il momento ci crediamo anche noi.

Considerazioni finali

Investire nel settore bancario è un’esperienza unica nel suo genere e che deve tenere conto di variabili diverse da quelle che siamo abituati a considerare negli altri comparti. Con Intesa Sanpaolo siamo davanti ad un grandissimo gruppo, dai fondamentali solidi e che sta uscendo brillantemente dalla crisi. Forse la migliore scelta nel settore bancario italiano oggi.

I rischi ci sono, ma questo è vero per qualunque tipo di titolo andremo ad inserire nel nostro portafoglio. Con Intesa i rischi sono gestibili, a patto di integrare questo investimento all’interno di un portafoglio solido e ben diversificato.

Tutte le analisi sembrano, almeno per il momento, convergere. Con il titolo che ha buone prospettive di crescita sia sul breve, che sul medio e lungo periodo. I motivi di preoccupazione per l’economia italiana sembrerebbero dover lasciare spazio, almeno per le azioni di Intesa Sanpaolo, ad un cauto ottimismo, che nel settore bancario italiano ormai non vedevamo da troppo tempo.

FAQ Azioni Intesa San Paolo: domande e risposte comuni

Conviene investire oggi nelle azioni Intesa Sanpaolo?

Sì. Gli indicatori segnalano dei buoni ritorni sul breve periodo, così come i target price indicano una possibile crescita sul medio e lungo periodo. Il titolo oggi è tra quelli maggiormente in forma per la borsa italiana. Tuttavia, andrà sempre integrato all’interno di strategie solide di investimento.

Quanto valgono le azioni di Intesa Sanpaolo?

Le azioni di Intesa Sanpaolo valgono tra i 2€ e i 2,5€, in un canale che è ormai quello di riferimento da diverse settimane. Nel corso di questo anno, dovrebbe verificarsi però un’uscita verso l’alto dal canale che abbiamo appena fissato.

Come possiamo comprare le azioni Intesa?

Il modo migliore che abbiamo oggi per comprare le azioni intesa è di operare tramite Contratti per Differenza. Sono titoli che rappresentano il valore delle azioni Intesa e che offrono strumenti aggiuntivi come vendita allo scoperto e anche leva finanziaria.

Quali sono le piattaforme migliori per investire in azioni ISP?

Abbiamo scelto nella nostra guida le migliori piattaforme per investire sulle azioni Intesa Sanpaolo. Sono ad oggi eToro e Capital.com. Abbiamo scelto queste piattaforme tenendo conto della qualità degli strumenti, della sicurezza e anche dei minimi di investimento e dei costi. Tenendo conto di tutti i criteri utili, questi oggi sono i migliori intermediari per questo titolo.

Qual è il target price per le azioni Intesa?

Il target price medio è, sul medio periodo, di 2,6€. Si tratta di un target in leggero rialzo rispetto ai prezzi attuali. Per quanto riguarda le previsioni più ottimiste, siamo invece su un target di 2,9€. Gli analisti che invece non credono nel titolo fissano il target a 1,85€.

Quali sono le previsioni sulle azioni Intesa?

Le previsioni sono rialziste sia sul breve, che sul medio che sul lungo periodo. Oggi la posizione giusta da prendere sul mercato è sicuramente long, ovvero puntando al rialzo del titolo, qualunque sia il nostro orizzonte temporale.

Le azioni Intesa Sanpaolo sono rischiose?

, come lo sono tutti i titoli che vengono scambiati sulle borse. Il rischio però è relativamente semplice da modulare e nella nostra guida indichiamo diverse strategie per contenerlo, anche inserendolo in portafogli in correlazione inversa rispetto al settore bancario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *